Toscana Calcio

Informazioni sull'Italia. Seleziona gli argomenti di cui vuoi saperne di più su Toscana Calcio

Diminuiscono le perdite della Russia nella guerra in Ucraina: “È un periodo critico”

Diminuiscono le perdite della Russia nella guerra in Ucraina: “È un periodo critico”

  1. Home page
  2. Politica

Insiste

L’esercito ucraino ha annunciato una significativa riduzione delle perdite da parte russa rispetto alle settimane precedenti. Potrebbero esserci diverse ragioni dietro questo.

KIEV – Secondo le stime militari ucraine, le perdite della Russia nella guerra in Ucraina hanno subito forti oscillazioni nell’ultimo mese. Come ha annunciato lunedì lo Stato maggiore delle forze armate ucraine, tra domenica e lunedì sono stati uccisi circa 640 soldati russi. Se i numeri sono corretti, questo sviluppo indica un nuovo vantaggio da parte russa. Nei giorni precedenti erano stati uccisi circa 1.000 soldati.

La Russia ha registrato perdite molto inferiori nella guerra contro l’Ucraina rispetto alle ultime settimane

I numeri non possono essere verificati in modo indipendente. Rispetto alle recenti valutazioni dell’esercito ucraino, a marzo sembra che per la prima volta la Russia stia perdendo molti meno soldati rispetto al passato. Il 13 marzo il numero era stimato a 980 e il 14 marzo a 970. La Russia ha registrato il maggior numero di vittime tra venerdì (22 marzo) e sabato (23 marzo): secondo lo Stato Maggiore generale, sarebbero circa 1.000 i soldati essere morto in entrambi i giorni.

Soldati russi in prima linea nel settore di Avdiivka. © Imago/Stanislav Krasilnikov

Dall’invasione russa dell’Ucraina, il numero totale delle vittime russe fino ad oggi (25 marzo) è stimato a 437.390. Anche lo Stato Maggiore ha pubblicato le perdite materiali nel suo rapporto generale, consultabile sui social media. Nelle ultime 24 ore la Russia ha perso, tra gli altri, 11 carri armati, 25 veicoli da combattimento e 22 sistemi di artiglieria.

Una panoramica delle perdite della Russia nella guerra in Ucraina (24 marzo – 25 marzo):

  • Soldati: circa 437.390 (+640) persone
  • Carri armati – 6887 (+11) unità
  • Veicoli corazzati da combattimento – 13183 (+25) unità
  • Sistemi di artiglieria – 10877 (+22) unità
  • Sistemi di difesa aerea/sistemi antiaerei – 726 (+3) unità
  • Aerei – 347 (+0) unità
  • Elicotteri – 325 (+0) unità
  • Missile da crociera – 2010 (+18)
  • Navi/Imbarcazioni/Navi da guerra/Imbarcazioni – 26 (+0) unità
  • Sottomarini/Sottomarini – 1 (+0) unità
  • Veicoli e serbatoi di carburante – 14454 (+47) unità
  • Equipaggiamento speciale – 1785 (+7)
READ  Filmati durante la parata per la vittoria del campionato dei Kansas City Chiefs

Le vittime tra i soldati di entrambe le parti dipendono in gran parte dagli attacchi pianificati e dalle pause nella guerra in Ucraina. Nella prima metà del mese, i soldati russi hanno lanciato nuovi attacchi a ovest della città industriale di Avdiivka, nell’Ucraina orientale, molto contesa. Il Ministero della Difesa russo ha successivamente annunciato, martedì scorso, che il villaggio di Orlivka nella regione di Donetsk era passato sotto il controllo russo. Lo stato maggiore ucraino aveva precedentemente riferito che gli attacchi nell'area cittadina erano stati respinti. Tuttavia, le mappe degli osservatori militari ucraini hanno confermato lo spostamento frontale. Tali attacchi sono costati ripetutamente molte vite alla Russia, in particolare la battaglia di Avdiivka a febbraio.

Le perdite della Russia nella guerra in Ucraina diminuiscono notevolmente per la prima volta: “È un periodo critico”

Da allora, le forze russe affermano di aver catturato un certo numero di villaggi nella zona, tra cui Nevelsky, Orlivka, Krasnoe e l’insediamento di Ivanevskij. Un vantaggio potrebbe essere l’attuale carenza di munizioni in Ucraina. Come il portale di notizie americano ABC Citando funzionari americani, temono che la carenza diventerà “catastrofica” entro la fine di marzo. I due funzionari hanno espresso le loro valutazioni in forma anonima in un'intervista a febbraio. “La svolta è iniziata adesso e peggiorerà in primavera e in estate. Quindi il periodo in cui stiamo entrando è un periodo critico”, ha detto al canale un alto funzionario del Dipartimento della Difesa degli Stati Uniti.

Non è possibile confermare ufficialmente se il minor numero di vittime da parte russa sia direttamente correlato ai recenti successi o ad una maggiore moderazione tattica. Gli sviluppi a lungo termine emergeranno solo nei prossimi giorni e settimane. (Nuova Zelanda con informazioni EPA)