Toscana Calcio

Informazioni sull'Italia. Seleziona gli argomenti di cui vuoi saperne di più su Toscana Calcio

Intelligence britannica: la Russia sta finendo gli aerei kamikaze dopo il terrorismo

Dopo i bombardamenti terrore contro gli ucraini
Londra: la Russia sta implementando i droni kamikaze

Settimane fa, le forze russe hanno attaccato l’Ucraina. Il ministero della Difesa britannico ha riferito che da giorni non si registravano attacchi di droni kamikaze. La Russia potrebbe aver quasi esaurito le sue attuali scorte”.

Secondo le stime britanniche, la Russia fa sempre più affidamento sui droni iraniani nella guerra contro l’Ucraina. Il ministero della Difesa di Londra, citando i risultati dell’intelligence, ha affermato che la Russia vuole compensare con questo la sua mancanza di missili da crociera. Da settembre, le forze russe hanno usato centinaia di missili contro l’Ucraina, compresi i cosiddetti droni kamikaze. “Ma questo approccio ha avuto un successo limitato”, ha detto. La maggior parte dei droni è stata eliminata dalla difesa aerea ucraina.

Il ministero britannico ha affermato che i principali obiettivi degli attacchi dei droni erano obiettivi militari tattici e la rete elettrica ucraina. Di recente, tuttavia, i leader russi hanno chiesto ai droni iraniani di prendere di mira le strutture mediche e di attaccarle con missili guidati.

Tuttavia, da alcuni giorni non sono stati segnalati ulteriori attacchi di droni kamikaze, ha affermato a Londra. La Russia potrebbe aver quasi esaurito le sue scorte esistenti, ma potrebbe essere in difficoltà per rifornirsi.

Forse sarà più facile per la Russia acquistare nuovi droni all’estero piuttosto che produrre nuovi missili da crociera, secondo fonti londinesi. Il ministero della Difesa britannico ha pubblicato informazioni quotidiane sull’andamento della guerra dall’inizio della guerra di aggressione russa contro l’Ucraina alla fine dello scorso febbraio, citando informazioni di intelligence.

Il ministro della Difesa ucraino Oleksiy Reznikov aveva precedentemente pubblicato una panoramica del presunto arsenale missilistico rimasto alla Russia. Di conseguenza, furono lanciati 829 missili Iskander superficie-superficie, più dei quattro quinti dello stock. E dicono che nel caso dei missili aria-superficie Ch-101 e Ch-555, metà dell’arsenale è ancora lì.

(Questo articolo è stato pubblicato per la prima volta mercoledì 23 novembre 2022.)

READ  Il capo della NATO Stoltenberg al BILD Live - "Putin ha commesso un enorme errore" - Politica all'estero