Toscana Calcio

Informazioni sull'Italia. Seleziona gli argomenti di cui vuoi saperne di più su Toscana Calcio

Aiuto alle imprese: Lindner vuole eliminare la sovrattassa di solidarietà

Aiuto alle imprese: Lindner vuole eliminare la sovrattassa di solidarietà

Al: 4 febbraio 2024 alle 23:44

Il ministro delle Finanze Lindner e il ministro dell'Economia Habeck stanno discutendo di allentare le restrizioni per le aziende. Nel “Rapporto da Berlino” Lindner chiede un “pacchetto dinamismo” e vuole innanzitutto abolire il supplemento di solidarietà per le aziende.

Ora gli interessati – il ministro federale delle finanze Christian Lindner e il ministro federale dell'economia Robert Habeck – vedono quale sarà la prossima disputa all'interno della coalizione del semaforo come base per i negoziati volti a ridurre l'onere per le aziende.

Nel “Rapporto da Berlino” Lindner ha chiesto l'abolizione delle tasse aggiuntive di solidarietà imposte alle aziende. Secondo il ministro del Partito Democratico Libero si tratta “del modo più semplice e veloce” per alleggerire il peso delle imprese. Un altro vantaggio: “I comuni e le municipalità non saranno chiamati”, solo il governo federale. Lindner ha tuttavia sottolineato la necessità di un dibattito all'interno del governo federale sulle modalità per fornire il controfinanziamento.

“Le imprese devono finanziare lo Stato”.

Il Ministro dell’Economia Habaek aveva precedentemente immaginato un altro modo per fornire sostegno finanziario alle aziende. La prima proposta è stata avanzata giovedì in un discorso al Bundestag: un fondo speciale dovrebbe finanziare l'agevolazione fiscale, ma non gravare sul bilancio federale, così come è stato creato un fondo speciale per l'esercito tedesco.

Il FDP e Lindner hanno immediatamente dato un chiaro no. Non esiste alcun “sostegno al credito”, come ha spiegato il ministro delle Finanze nel “Rapporto da Berlino”. In definitiva, ha sottolineato Lindner, “le imprese dovrebbero finanziare lo Stato, non lo Stato dovrebbe finanziare le imprese”. Inoltre, un simile “debito” da un miliardo di dollari non può essere implementato – se non altro perché l’Unione Europea non sarebbe d’accordo con un simile piano.

READ  Al via HYVIA: costituzione di una joint venture per l'idrogeno: Renault e Plug Power collaborano | ا Messaggio

Lindner lo difende “pacchetto dinamico”

Dopo l'opposizione del suo partner di coalizione, Habeck ha parzialmente rinunciato alla sua posizione nella Welt am Sonntag. Non si parla più di patrimonio privato, ma di riforma dell’imposizione fiscale sulle imprese. Perché, ha detto al giornale il politico verde: “Vedo anche che in generale abbiamo tasse sulle società che non sono più abbastanza competitive a livello internazionale e favorevoli agli investimenti”. Ecco perché il governo federale deve “finanziare crediti d'imposta e incentivi fiscali per investimenti futuri per liberare veramente i poteri”.

Lindner “non può che accogliere con favore” questa dichiarazione del ministro dell'Economia. Questa è stata la sua opinione “da molto tempo”. Ma ora devono arrivare “conseguenze tangibili”, perché “se non facciamo nulla, la Germania diventerà più povera”. La soluzione proposta dal ministro delle Finanze è: un “pacchetto dinamico” che “include mercato del lavoro, protezione del clima, prezzi dell’energia, burocrazia e tasse”.

Salva – ma dove?

Lindner e Habeck sembrano ora discutere su come e sotto quale nome verranno adottate le misure per consentire alle aziende di ricevere sgravi. “Per fare qualcosa di costruttivo con esso”, ha detto Lindner. Perché è chiaro: “Ora dobbiamo dare risultati”.

Habeck lo spiegò a sua volta Risposta– Il programma “Karen Musja”, la sua iniziativa al Bundestag, era soprattutto un appello a parlare di riduzione del peso sull'economia. Allo stesso tempo Habeck ha ribadito la sua analisi secondo cui l'economia tedesca soffre di investimenti scarsi e che il carico fiscale su molte aziende è più alto che sulla concorrenza internazionale. La questione deve essere affrontata con urgenza.

Tuttavia è già chiaro che raggiungere un compromesso tra Habeck e Lindner non sarà facile. Ciò vale anche per il bilancio federale del prossimo anno: bisogna risparmiare – come ha detto Lindner al quotidiano Welt am Sonntag, forse “un miliardo di euro a due cifre”. Per rendere possibili questi risparmi, ha continuato Lindner, “dobbiamo abituarci al fatto che dobbiamo rendere il nostro stato sociale più efficace”.

READ  La prima azienda al mondo a ricevere il Circular Globe Label - Raimund...

Ma i Verdi e il Partito socialdemocratico non vogliono fare alcuna concessione, soprattutto per quanto riguarda lo Stato sociale.