Toscana Calcio

Informazioni sull'Italia. Seleziona gli argomenti di cui vuoi saperne di più su Toscana Calcio

Tradizionale azienda tedesca insolvente: il famoso fornitore di automobili è in bancarotta

Tradizionale azienda tedesca insolvente: il famoso fornitore di automobili è in bancarotta

  1. Home page
  2. un lavoro

Insiste

Franken Goss, uno specialista del ferro e dell’alluminio bavarese, deve dichiarare fallimento. La stagnazione del mercato della mobilità elettrica è una delle ragioni di ciò.

KITZINGEN – L’ondata di fallimenti in Germania sembra diventare sempre più drammatica. Anche se i fallimenti fanno parte della Germania tanto quanto gli alti e bassi economici. Ma l’incertezza affrontata dai dipendenti delle aziende colpite non è meno grave. Questo è stato anche il caso dei recenti fallimenti di un’azienda tedesca tradizionale della Turingia Impianto chimico da Francoforte Oppure la Procura sta indagando su una nota società di vendita per corrispondenza.

La tradizionale azienda tedesca è insolvente: il famoso fornitore di automobili è in bancarotta

Ora, oltre alla fallita Rohrwerk Maxhütte, è stata colpita anche un’altra tradizionale azienda bavarese. Franken Guss GmbH & Co. KG, con sede a Kitzingen, ha dichiarato fallimento giovedì scorso (25 aprile). I dipendenti ne sono stati informati durante una riunione del personale.

Franken Guss GmbH è una fonderia della Bassa Franconia specializzata nella lavorazione del ferro e dell’alluminio. L’azienda tradizionale produce a Kitzingen componenti importanti per la produzione di veicoli elettrici. In collaborazione con la fonderia sorella Saxony Joss di Chemnitz vengono prodotti anche componenti per i settori dell’energia eolica, delle infrastrutture ferroviarie e della produzione di idrogeno.

La casa automobilistica tedesca della Baviera deve dichiarare fallimento: quasi 700 dipendenti sono colpiti dal fallimento

Secondo il sito web dell’azienda, 695 dipendenti potrebbero essere colpiti dal fallimento dell’azienda tradizionale della Franconia e fornitrice di automobili. L’azienda, tuttavia, risponde con una procedura preliminare di insolvenza in amministrazione autonoma. Il salvataggio deve essere effettuato con l’ausilio della cosiddetta procedura dello scudo protettivo. Questa misura mira a ripristinare lo status della società.

READ  Fai tutto il possibile per contenere la diffusione

La misura dello scudo è adatta alle aziende che rischiano di rimanere senza soldi ma non sono ancora insolventi, come spiega sul suo sito web la società di revisione e consulenza Mazars. Inoltre l’avvocato Olaf Schubert ha scritto sulla sua home page che la procedura dello scudo protettivo è una procedura di ristrutturazione sotto protezione in caso di insolvenza. Lo scopo di questa procedura è ristrutturare il richiedente utilizzando un piano di insolvenza.

Un’azienda bavarese tradizionale è insolvente: il crollo del mercato della mobilità elettrica è in parte responsabile del fallimento

Secondo il comunicato stampa, l’impresa bavarese del settore siderurgico e dell’alluminio spera che, attraverso il fallimento in amministrazione autonoma, “l’azienda possa procedere da sola alla ristrutturazione”, “divenuta necessaria a causa delle molteplici crisi che si sono verificate il Paese è stato testimone”. “È successo negli ultimi anni.”

Le cause del fallimento vanno oltre. Ha spiegato che “negli ultimi anni, che hanno visto crisi successive, non è stato possibile attuare tutti gli aumenti dei costi al di fuori dei materiali e dell’energia al livello corretto e senza un notevole ritardo temporale, ottenendo così una copertura quasi sufficiente dei costi dell’azienda attraverso prezzi.” Produttore di ferro e alluminio della Bassa Franconia già giovedì.

Inoltre, a causa della cancellazione dei premi d’acquisto, il mercato della mobilità elettrica è crollato di circa il 35%. “Franken Jos ha investito molto denaro negli ultimi anni nel settore della fonderia e della lavorazione, soprattutto in questo mercato”, afferma l’azienda a conduzione familiare di Kitzingen.

L’azienda tradizionale dichiara fallimento: il sindacato IG Metall avanza delle richieste

Ora la IG Metall si è rivolta anche ai politici con una richiesta chiara in seguito alla dichiarazione di fallimento. particolarmente “Costi energetici molto elevati” sono “in gran parte responsabili di questa situazione”. Il sindacato chiede di “aiutare i politici locali a definire le condizioni quadro per il settore in modo tale da rendere nuovamente sostenibili i posti di lavoro nel settore della fonderia”. “I politici devono dimostrare di credere nella Germania come polo industriale”.

READ  Coronavirus Live Index: +++ 04:50 RKI segnala 11.518 nuove infezioni +++
La tradizionale azienda tedesca Frankenjuice è caduta in difficoltà finanziarie a causa della crisi degli ultimi anni e di altri sviluppi. Ora l’IG Metall chiede anche un sostegno politico per il sito. (Avatar) ©IMAGO/CFOTO

“Siamo ansiosi di continuare il buon lavoro attraverso la contrattazione collettiva in loco”, spiega il rappresentante della IG Metall Norbert Zirnsack. Questa è anche l’opinione del Franken Juice Business Council. Anche il presidente del comitato aziendale Eric Mernig ritiene che, tra le altre cose, sia necessaria una “azione interna all’azienda”. infranken.de menzionato. “Internamente, è importante impostare la rotta per Franken Juice in modo che sia possibile un viaggio sicuro verso il futuro”, afferma Mernig. “L’obiettivo dovrebbe essere quello di progettare le condizioni in modo tale che siano sostenibili e le persone qui possano svolgere i propri compiti in pace e senza paura del futuro”.

L’azienda tradizionale Franken Guss deve dichiarare fallimento dopo più di 100 anni

“A tal fine la Franken Guss GmbH & Co. KG svilupperà nei prossimi tre mesi un piano di ristrutturazione in stretto coordinamento con le parti interessate e i consulenti”, dichiara il produttore industriale della Bassa Franconia. Il piano conterrà misure concrete per riorganizzare l’impresa. Le attività commerciali continuano a funzionare pienamente. “Tutti i servizi verranno forniti invariati e il piano è di completare con successo la ristrutturazione entro pochi mesi”, afferma l’azienda.

La storia tradizionale dell’azienda risale a più di 100 anni fa e affonda le sue radici nel 1922. Secondo l’azienda, l’ambito delle sue missioni comprende principalmente il settore automobilistico legato alle automobili e ai veicoli commerciali. I componenti sono realizzati in ghisa e alluminio, con specializzazione in motori e trasmissioni, nonché telaio e sterzo.