Toscana Calcio

Informazioni sull'Italia. Seleziona gli argomenti di cui vuoi saperne di più su Toscana Calcio

La NATO sta spostando missili vicino ai confini di Putin

La NATO sta spostando missili vicino ai confini di Putin

  1. Home page
  2. Politica

Insiste

Il sistema Patriot potrebbe presto essere utilizzato a rotazione in Lituania per fungere da deterrente contro qualsiasi attacco russo al fianco orientale della NATO. (Foto d'archivio) © Picture Alliance/DPA | Sebastiano Kannert

Crescono le preoccupazioni nella parte orientale della NATO per un possibile confronto con la Russia. Il nuovo modello di difesa aerea dovrebbe garantire almeno una certa sicurezza.

Vilnius – C'è grande timore per un attacco della Russia alla Nato. Così grande che la NATO sta riaprendo una vecchia base aerea sovietica in Albania. Ma nel Nord l’ansia continua senza sosta. Soprattutto i Paesi baltici hanno ripetutamente messo in guardia contro l’escalation delle tensioni con la Russia e Vladimir Putin.

Paura di un attacco dalla Russia: i paesi della NATO vogliono schierare un modello di difesa aerea nei Paesi baltici

Ora sembra esserci una reazione alle richieste dei paesi baltici di rafforzare le capacità di difesa europee nella regione. È chiaro che i paesi della NATO vorrebbero implementare un modello di difesa aerea con sede in Lituania su base rotazionale. Ciò consentirebbe, tra le altre cose, lo stazionamento di sistemi missilistici come il sistema Patriot in Lituania.

Secondo il ministro della Difesa lituano Arvydas Anusauskas, che giovedì ha parlato del modello di difesa in una conferenza stampa, i sistemi di difesa del suo paese saranno operativi quest'anno. Al vertice NATO tenutosi a Vilnius in estate, i paesi della NATO hanno concordato di istituire un sistema di rotazione in base al quale i paesi alleati avrebbero schierato sistemi di difesa aerea negli Stati baltici per un certo periodo di tempo.

I paesi della NATO temono un attacco da parte della Russia: i paesi baltici temono un attacco

Lo sfondo è principalmente il timore di molti paesi europei che la guerra di Vladimir Putin in Ucraina possa alla fine portare a un conflitto più ampio tra Russia e NATO. L'alleanza militare ha adottato diverse misure negli ultimi mesi per rafforzare i propri sistemi di difesa lungo i confini orientali della NATO. Ciò include anche un’importante esercitazione della NATO Difensore fermo, con più di 90.000 soldati provenienti da tutti i 32 Stati membri che in primavera hanno condotto una manovra di emergenza al confine con la Russia. Anche qui la Russia ha già minacciato conseguenze.

READ  Cessate il fuoco nella Striscia di Gaza? Hamas presenta la propria proposta

La Lituania teme che la Russia attaccherà i paesi della NATO nella guerra in Ucraina. Lettonia ed Estonia sono tra i membri della NATO che hanno chiesto più apertamente al blocco occidentale di prepararsi per la prossima offensiva russa nella regione. Ad esempio, i servizi segreti esteri estoni hanno dichiarato che la Russia si sta preparando per la guerra contro i paesi della NATO entro i prossimi dieci anni.

Escalation tra Russia e NATO: il Cremlino incolpa l’Occidente per la durata della guerra in Ucraina

Non solo le tensioni tra Russia e Occidente sono state evidenti durante la guerra in Ucraina, ma si sono costantemente intensificate attraverso la retorica sempre più aggressiva e violenta, soprattutto da parte della Russia. Il presidente russo Vladimir Putin ha citato l'influenza della NATO sul governo ucraino come uno dei motivi per cui la Russia lo ha “costretto” a entrare nella guerra ucraina. Putin ha anche affermato che il conflitto, che dura da più di due anni, potrà finire solo se l’Ucraina accetterà di rimanere neutrale.

Mentre il ministro degli Esteri Sergei Lavrov si fa beffe dei “piani” trapelati per una guerra tra NATO e Russia e Medvedev, vicino a Putin, vede la questione come rossa, soprattutto dopo le spedizioni di vino dall'Italia, il Cremlino accusa ripetutamente l'Occidente di alimentare la guerra in Ucraina fornendo armi a Kiev. Allungamento. La dichiarazione del presidente francese Emmanuel Macron ha creato ulteriori possibilità di escalation quando ha suggerito che la NATO potrebbe inviare truppe di terra in Ucraina.

Scontri armati tra Russia e NATO: Francia e Polonia avanzano le forze di terra verso l'Ucraina

La reazione della Russia è stata accompagnata da un chiaro avvertimento. Se ciò accadesse, la NATO avrebbe oltrepassato il confine. Sebbene nessun paese della NATO abbia accennato a tali piani, Macron ha detto ai giornalisti il ​​mese scorso che “non si dovrebbe escludere nulla” per cercare di “impedire alla Russia di vincere questa guerra”. Circa di recente Uno scenario concreto per l’intervento francese in Ucraina Chiamare.

READ  Gli Stati Uniti attaccano nuovamente le milizie Houthi nello Yemen

IL La mossa di inviare forze NATO in Ucraina ha recentemente ricevuto il sostegno della Polonia. Ciò che possiamo vedere in Russia come un'ulteriore provocazione, affinché il tintinnio della sciabola sul fianco orientale della NATO possa riaccendersi, mentre la guerra con la Russia non si limita più al fianco settentrionale della NATO.