Toscana Calcio

Informazioni sull'Italia. Seleziona gli argomenti di cui vuoi saperne di più su Toscana Calcio

Guerra in Ucraina: in attesa di una nuova offensiva russa a est | NDR.de – Notizie

Stato: 30/05/2022 13:18

L’Ucraina si aspetta un nuovo attacco russo nell’est del Paese. Il rapporto sulla situazione attuale dello stato maggiore indica che la Russia sta preparando un attacco su larga scala nella regione di Slovensk. Questo è il centro delle forze di difesa ucraine nel Donbass, dove è di stanza anche il Comando supremo delle forze armate. La Russia ha dichiarato che intende occupare tutta l’Ucraina orientale. Il ministro degli Esteri russo Lavrov ha affermato che l’obiettivo più importante della guerra era il controllo completo delle regioni di Donetsk e Luhansk.

Secondo le loro dichiarazioni, le forze armate ucraine hanno lanciato un contrattacco intorno alla città di Cherson, nel sud del Paese. Così sono riusciti a respingere le unità russe da alcuni villaggi. Cherson rimase sotto il controllo russo per diverse settimane.

Bandiere russe e ucraine sventolano nel vento contro un cielo blu © picture alliance / Zoonar |  Leonid Altman Foto: Leonid Altman

La mia voce: La situazione in Ucraina lunedì pomeriggio (3 minuti)

Il vertice dell’UE vuole discutere l’embargo petrolifero

Al vertice Ue di oggi a Bruxelles si parlerà ancora una volta dell’embargo petrolifero contro la Russia. Finora, Ungheria, Repubblica Ceca e Slovacchia hanno impedito fermi puntuali nelle consegne. Il compromesso proposto dalla Commissione Ue nel fine settimana prevedeva l’eliminazione graduale delle importazioni di petrolio trasportate dalle navi solo per il momento. L’Ungheria e altri paesi senza porti marittimi potrebbero continuare a rifornirsi di petrolio dalla Russia attraverso l’oleodotto. Tuttavia, sembra che il governo del Primo Ministro Orban abbia richiesto ulteriori aiuti finanziari all’Unione Europea. I Paesi Bassi temono che ci saranno condizioni di gioco diseguali se alcuni paesi continueranno a ottenere petrolio a buon mercato per gli oleodotti. Nel frattempo, l’Ucraina ha invitato l’Unione europea ad adottare nuove sanzioni contro la Russia il prima possibile.