Toscana Calcio

Informazioni sull'Italia. Seleziona gli argomenti di cui vuoi saperne di più su Toscana Calcio

Una massiccia esplosione galattica mostra l’inquinamento galattico in azione

Una massiccia esplosione galattica mostra l’inquinamento galattico in azione

23 aprile 2024, 6:15

Un team di ricercatori ha scoperto una fuga di gas nell’ammasso della galassia della Vergine, che ora si estende a 20.000 anni luce di distanza. Questo tipo di contaminazione galattica è molto rara e viene ora studiata intensamente.

L'autore dello studio Adam Watts dell'Università dell'Australia Occidentale ha affermato che la fuga di gas è il risultato di una potente esplosione stellare nella regione centrale della galassia NGC 4383 nella costellazione della Vergine, che ha portato al rilascio di enormi quantità di idrogeno ed elementi più pesanti . La quantità di gas emesso equivale a 50 milioni di soli. “Finora si sa poco sulla fisica delle fughe di gas, perché sono così rare e difficili da rilevare”, afferma Watts.

Il gas è anche ricco di elementi pesanti, il che fornisce una visione unica del processo di miscelazione dell’idrogeno con questi elementi, tra cui ossigeno, azoto e zolfo, come spiega l’esperto. La fuga di gas è molto importante nella formazione stellare nelle galassie. Il gas che fuoriesce contamina lo spazio interstellare all’interno di una galassia e anche tra galassie e può viaggiare per sempre nel mezzo intergalattico.

Immagini ad alta risoluzione delle fughe di gas nell'ammasso stellare della Vergine sono rese possibili dal programma MAUVE (MUSE e ALMA Reveal Virgo Environment) presso l'Osservatorio Europeo Australe (ESO) nel deserto cileno di Atacama. “NGC 4383 è stato il nostro primo obiettivo perché sospettavamo che ci fosse qualcosa di interessante lì, e i dati hanno superato tutte le nostre aspettative”, spiega la co-ricercatrice Barbara Catinella. “Speriamo ora che le osservazioni effettuate utilizzando MAUVE forniranno in futuro informazioni più dettagliate sulle fughe di gas nel vicino universo”.

READ  t3n - Pionieri digitali | La rivista per il business digitale

Questo argomento nel programma:MDR attuale | MDR attuale | 23 aprile 2024 | 17:41