Toscana Calcio

Informazioni sull'Italia. Seleziona gli argomenti di cui vuoi saperne di più su Toscana Calcio

Rapporto del Washington Post: l’FBI ha trovato documenti di armi nucleari a Mar-a-Lago

Il rapporto del Washington Post
L’FBI ha trovato documenti sulle armi nucleari a Mar-a-Lago

Si dice che i documenti siano così segreti che anche a molti alti funzionari della sicurezza non è stato permesso di vederli. Ma l’ex presidente Trump riporta semplicemente le informazioni altamente sensibili nella sua villa dopo la scadenza del suo mandato. Secondo un rapporto, gli investigatori dell’FBI li hanno perquisiti e li hanno trovati lì.

Durante la perquisizione della villa dell’ex presidente degli Stati Uniti Donald Trump all’inizio di agosto, gli investigatori hanno anche trovato materiali altamente riservati sulle armi nucleari di un altro paese, secondo un rapporto dei media. Lo riporta il “Washington Post”, citando circoli informati. Non era chiaro quale paese fosse.

Poco dopo l’operazione alla casa di Trump ad agosto, il giornale ha riferito che anche la polizia federale dell’FBI stava cercando documenti riservati sulle armi nucleari lì. Trump l’ha definita una “vertigine”. Ora il giornale scrive che alcuni dei documenti sequestrati a Trump contengono informazioni altamente sensibili e di solito sono così ben protetti che molti alti funzionari della sicurezza nazionale non hanno avuto accesso ad essi. Solo il presidente e alcuni membri del gabinetto possono delegare altri funzionari del governo per scoprire da lui i dettagli. Per alcune operazioni segrete negli Stati Uniti, solo poche dozzine di persone nelle agenzie governative possono conoscere la loro presenza. I registri sono generalmente conservati in strutture sicure, sotto la supervisione di un ispettore.

L’8 agosto, l’FBI ha perquisito la casa di Trump a Mar-a-Lago, in Florida. Le task force hanno confiscato diversi bauli contenenti più di 100 documenti riservati, alcuni dei quali erano soggetti ai massimi livelli di sicurezza. Poiché Trump ha mantenuto i documenti di proprietà privata dopo il suo incarico, potrebbe aver infranto la legge. Questo è ora sotto inchiesta.

Trump ha criticato le azioni delle autorità in quanto politicamente motivate. Per settimane, il repubblicano ha alimentato la speculazione che potrebbe candidarsi per un secondo mandato alle elezioni presidenziali del 2024. All’inizio di maggio, il Federal Bureau of Investigation (FBI) ha esaminato 15 scatole di documenti che Trump ha inviato agli archivi nazionali da Mar-a. -Lago dopo lunga urgenza. I funzionari hanno trovato 184 documenti classificati di diversi livelli di classificazione. Poco dopo, dopo che è stato emesso un ordine legale, la squadra di Trump ha consegnato altri 38 documenti riservati all’FBI, di cui 17 “top secret”. In totale, ci sono almeno 300 documenti riservati che Trump ha tenuto con sé.

READ  Per corruzione: l'Unione Europea congela i finanziamenti all'Ungheria - Politica