Toscana Calcio

Informazioni sull'Italia. Seleziona gli argomenti di cui vuoi saperne di più su Toscana Calcio

Israele estende il suo attacco a Rafah, ma Baerbock gioca a calcio nelle Fiji

Israele estende il suo attacco a Rafah, ma Baerbock gioca a calcio nelle Fiji

Oggi, martedì, le forze di occupazione israeliane sono entrate nella città di Rafah nella Striscia di Gaza. Le riprese dell’esercito mostravano carri armati che issavano la bandiera israeliana.

Martedì notte, Israele ha lanciato un attacco aereo sulla città situata al confine con l’Egitto, secondo un corrispondente dell’Agence France-Presse. L’ospedale kuwaitiano della città ha detto che 23 persone sono state uccise negli attacchi israeliani, mentre l’ospedale Al-Najjar ha detto che altre quattro sono state uccise.

Buongiorno, Berlino
le notizie

Grazie per la registrazione.
Riceverai una conferma via email.

Reazione cauta del ministro degli Esteri Annalena Baerbock

Un portavoce dell’Ufficio delle Nazioni Unite per il coordinamento degli affari umanitari (OCHA) ha detto che, dopo che Israele ha preso il controllo del valico di Rafah, ai suoi dipendenti è stato impedito l’accesso alla Striscia di Gaza dal lato israeliano. Ciò avviene per decisione dell’organismo di coordinamento del governo israeliano, responsabile della fornitura di aiuti alle aree palestinesi.

Martedì diversi funzionari governativi hanno espresso preoccupazione per le operazioni militari israeliane nella Striscia di Gaza. Il capo della politica estera dell’Unione Europea, Josep Borrell, ha messo in guardia dall’elevato numero di vittime civili tra la popolazione palestinese. Il ministro belga dello Sviluppo e attuale presidente del Consiglio europeo, Caroline Jenes, ha parlato delle sanzioni dell’Unione europea contro Israele. La Cina “ha chiesto con forza” a Israele di “fermare gli attacchi a Rafah”, ha detto un portavoce del ministero degli Esteri.

Il ministro degli Esteri tedesco Annalena Baerbock (Partito dei Verdi) martedì non ha rilasciato alcuna dichiarazione sugli avvenimenti nella Striscia di Gaza. In passato, Baerbock è ricorso alla formula generale secondo cui qualsiasi attacco dell’IDF a Rafah sarebbe una “catastrofe umanitaria con dichiarazione”. Lo ha confermato lunedì a Berlino un portavoce del ministero degli Esteri.

Il ministro degli Esteri federale Annalena Baerbock martedì durante una partita di calcio alle FijiSina Schuldt / Agenzia di stampa tedesca

READ  Le droghe possono essere pericolose per la vita dei bambini

La posizione del governo federale è che “i negoziati non devono essere messi a repentaglio” e che “tutte le parti devono compiere ogni sforzo” affinché “la popolazione di Gaza possa ricevere i migliori aiuti umanitari possibili e allo stesso tempo gli ostaggi possano essere rilasciati .” “Quando la situazione nella Striscia di Gaza si è aggravata martedì, Baerbock ha giocato a calcio con la squadra giovanile delle Fiji, ha riferito l’agenzia di stampa tedesca DPA. La gente ha aspettato invano un’iniziativa diplomatica dalla Germania solo dopo il fischio finale, nel pomeriggio tedesco Tempo fa, il Ministero degli Esteri ha postato un breve messaggio su X, ex Twitter: “Avverto di un grave attacco a Rafah. Un milione di persone non può sparire nel nulla. Hai bisogno di protezione. Hanno urgente bisogno di continua assistenza umanitaria. Per raggiungere questo obiettivo, i valichi di frontiera di Rafah e Kerem Shalom devono essere riaperti immediatamente”.

Critiche allo spiegamento militare da parte delle file del Partito socialdemocratico e del Partito democratico libero

Ma la passività del Ministero degli Esteri non sembra incontestabile all’interno dei partiti al governo. Il ministro aggiunto tedesco per lo Sviluppo Jochen Flassbarth (SPD) ha affermato durante un incontro con i colleghi dell’UE a Bruxelles che Israele deve “rispettare il diritto internazionale anche in questo stato di guerra”.

READ  Soldato russo scioccato con un messaggio aspro: "I nostri cari figli".

“La città di Rafah è molto densamente popolata ed è comunque molto difficile effettuare un’operazione militare israeliana mirata in questa zona”, ha affermato il portavoce della politica estera del gruppo parlamentare FDP, Ulrich Licht, che ha accompagnato Baerbock nel viaggio alle Fiji. , ha dichiarato al quotidiano Berliner Zeitung. Ciò probabilmente porterà a un gran numero di vittime civili”.

Inoltre, la situazione umanitaria nel sud della Striscia di Gaza è tesa da settimane perché la popolazione civile dipende quasi interamente dagli aiuti umanitari, ha detto Licht al giornale. “La distruzione definitiva di Hamas da parte di Israele è auspicabile e ovviamente ne comprendo l’intenzione: per me il diritto di autodifesa di Israele non è negoziabile. Ma rimane per me discutibile se un attacco militare mentre ci avviciniamo a un potenziale cessate il fuoco sia un mezzo efficace.

La politica estera della FDP sostiene Berbock: “Sette viaggi del Ministro degli Esteri federale nella regione dimostrano la portata del nostro impegno per trovare una soluzione duratura al conflitto. Allo stesso tempo, Israele è il nostro partner democratico e la cooperazione comprende anche il sostegno reciproco a livello militare”.

I consiglieri del governo chiedono un embargo sulle armi contro Israele

L’Istituto tedesco per lo sviluppo e la sostenibilità (IDOS) delinea l’iniziativa di politica estera. In uno Posizione attuale “La Germania ha una responsabilità nei confronti di Israele e dei suoi cittadini, ma le ragioni di Stato non dovrebbero essere usate per coprire violazioni del diritto internazionale umanitario”, afferma il principale istituto di ricerca per lo sviluppo sostenibile globale, che fornisce anche consulenza al governo federale.

READ  I latini e i neri sono più scettici: la campagna di vaccinazione americana non sta raggiungendo le minoranze

Non è sufficiente chiedere l’accesso umanitario a Gaza, continua l’articolo dell’IDOS. “La Germania deve porre delle condizioni: fermare la consegna di armi fintantoché queste vengono utilizzate in violazione delle Convenzioni di Ginevra. Il governo tedesco deve chiarire che le operazioni militari israeliane a Gaza sono irresponsabili e in definitiva minano la sicurezza stessa di Israele migliore espressione della causa di Stato tedesca.

Il Consiglio di Guerra israeliano ha annunciato martedì di aver deciso all’unanimità che Israele “continuerà l’operazione a Rafah” per esercitare pressioni militari su Hamas per far avanzare il rilascio degli ostaggi e raggiungere altri obiettivi di guerra.

Israele ha attaccato Rafah dopo che domenica l’ala armata di Hamas ha lanciato razzi al valico di frontiera di Kerem Shalom tra Israele e la Striscia di Gaza, uccidendo quattro soldati israeliani. Martedì Hamas ha dichiarato di aver lanciato nuovamente razzi sul valico di Kerem Shalom.

Lunedì Israele ha invitato i residenti della parte orientale di Rafah a evacuare. Nella città si sono rifugiate più di un milione di persone per sfuggire agli scontri tra l’esercito israeliano e il movimento islamico palestinese Hamas.