Toscana Calcio

Informazioni sull'Italia. Seleziona gli argomenti di cui vuoi saperne di più su Toscana Calcio

Protesta contro Porsche: deforestazione a Nardò

Protesta contro Porsche: deforestazione a Nardò

Il Nardo Test Track è famoso in tutto il mondo, soprattutto per il circuito ad alta velocità che le auto potenti possono utilizzare per prove illimitate di velocità massima. Porsche è proprietaria del grande sito dal 2012 e impiega circa 150 persone in loco. Tuttavia, da quando gli abitanti di Stoccarda hanno presentato i loro ambiziosi piani di espansione, si sono incontrate resistenze.

Porsche voleva investire circa 450 milioni di euro nell'ampliamento e nella costruzione di ulteriori piste di prova per clienti esterni. Secondo il gestore si trattava soprattutto dei futuri requisiti della moderna tecnologia di sicurezza, che dovevano essere testati nella pratica. Tuttavia, ciò richiede molto spazio. E tra tutti i posti, si trova nello storico bosco di querce del Bosco d'Arneo Leccio. Si prevede che circa 200 ettari di questi terreni verranno bonificati per lavori di costruzione. Al contrario, ambientalisti e petizioni hanno già raccolto 40.000 firme di residenti locali.

© Gruppo BMW

Percorsi di prova e terreni di prova
L'industria automobilistica sta mettendo alla prova qui

Generose piantagioni compensative

D'altro canto, Porsche punta su un'ampia partecipazione dei cittadini e sulla creazione di nuove opportunità di lavoro nella regione strutturalmente debole della Puglia, che si trova sulla scia della scarpa italiana. Inoltre, all'interno e all'esterno del sito test verranno create aree di compensazione che verranno rimboschite con foreste.

©Porsche

Muore il collaudatore di moto
Incidente mortale sulla pista prove della Porsche Nardo

La superficie di queste aree è di 600 ettari, tre volte la loro superficie. In totale, Porsche ha promesso di piantare 1,2 milioni di nuove piante e aumentare così la biodiversità nella regione. D’altro canto, gli ecologisti sottolineano la già grave siccità nella regione. Si dice che la carenza d’acqua renda impossibile una riforestazione significativa. Anche nello stabilimento principale di Stoccarda dal 7 marzo 2024 ci sono state proteste contro l'ampliamento. Secondo i funzionari, Porsche può attuare piani di espansione anche altrove nella regione di Nardò senza dover abbattere alberi.

READ  Calcio oggi: chi trasmetterà le partite di calcio in TV e in diretta il 6 ottobre 2023?

Conclusione

Porsche vuole espandere l'area della pista di prova a Nardò, nel sud Italia. Per raggiungere questo obiettivo, gli abitanti di Stoccarda vogliono abbattere circa 200 ettari di bosco di querce sul sito. Ora c'è resistenza da parte degli ambientalisti in loco e nella fabbrica principale di Stoccarda contro i piani.

Questo articolo può contenere link a fornitori di servizi dai quali auto motor und sport può ricevere una commissione (i cosiddetti “link di affiliazione”). Maggiori informazioni qui.