Toscana Calcio

Informazioni sull'Italia. Seleziona gli argomenti di cui vuoi saperne di più su Toscana Calcio

Perdite amare per la Russia: l’Ucraina raggiunge una fase spaventosa

Perdite amare per la Russia: l’Ucraina raggiunge una fase spaventosa

  1. Home page
  2. Politica

Insiste

Sembra che l’Ucraina abbia attaccato una fabbrica russa di droni. © Collage/Telegram/Imago/SNA

La Russia conferma che i droni ucraini hanno colpito oltre 1.200 chilometri oltre il confine. Se l’aereo decollasse dall’Ucraina, sarebbe una pietra miliare nella guerra ucraina.

Nizhnekamsk – A circa 1.200 chilometri dal confine con l'Ucraina, martedì (2 aprile) ci sono stati due attacchi di droni ucraini: uno contro una fabbrica di droni russa e l'altro contro una raffineria di petrolio. Il presidente della Repubblica del Tatarstan, Rustam Minnikhanov, ha confermato sulla piattaforma Telegram gli attacchi agli impianti industriali nelle città di Elabuga e Nizhnekamsk. Se si scoprisse che i droni sono decollati dall’Ucraina, sarebbe un nuovo risultato per l’esercito ucraino.

I droni nella guerra in Ucraina: un efficace mezzo di difesa contro la Russia di Putin

Piccolo drone, grande impatto: se usato correttamente, il drone facile da manovrare e relativamente economico può causare gravi danni. Ad esempio, l’esercito ucraino è riuscito a distruggere in diverse occasioni i carri armati pesanti russi utilizzando i droni. I droni sono efficaci anche contro i depositi petroliferi, che prendono facilmente fuoco anche con piccoli ordigni esplosivi.

I costi per la Russia sono milioni, e questo è esattamente ciò che si intende. Perché Kiev punta sull’approccio indiretto nella guerra in Ucraina: in combattimenti profondi, l’esercito ucraino cerca di fermare i rifornimenti russi al fronte. L’incendio delle riserve petrolifere ha un doppio effetto sulla Russia: da un lato, un tale incendio riduce l’approvvigionamento di carburante al fronte e, dall’altro, c’è carenza di denaro nelle casse di guerra e nell’industria delle armi.

Attacchi di droni contro la Russia nella guerra in Ucraina: le raffinerie di petrolio di Putin ancora in vista

Di conseguenza, uno degli attacchi di droni ucraini, martedì, ha preso di mira una delle più grandi raffinerie di petrolio del paese nella città di Nizhnekamsk, simile alle raffinerie ucraine. Mediazione Kiev indipendente Citando fonti del servizio di sicurezza della SBU. I media russi locali hanno affermato che i dispositivi di disturbo hanno sventato l'attacco ucraino.

READ  "Putin festeggia": Gli Stati Uniti d'America impediscono la chiusura

Agenzia di stampa statale russa RIA Novosti Nel frattempo, ha segnalato un incendio nella raffineria di petrolio di Taniko che si è spento dopo soli 20 minuti. In ogni caso, si tratta di un successo per l’Ucraina: si tratterà dell’attacco più lontano dal confine russo dall’inizio della guerra. Tuttavia, inizialmente non era chiaro se i droni fossero decollati dal territorio ucraino o russo.

Gli attacchi dei droni ucraini hanno preso di mira la produzione russa di droni Shahed

Il consigliere del ministero dell'Interno ucraino Anton Gerashchenko ha affermato che l'attacco dei droni a Yelabuga, nella regione russa del Tatarstan, ha colpito una zona industriale dove la Russia produce il drone Shahed Kamikaze sviluppato in Iran. Piattaforma X (precedentemente Twitter)..

Non è stato possibile verificare queste informazioni in modo indipendente, ma diversi media ucraini hanno riferito che citavano fonti del servizio segreto militare HUR. La parte ucraina ha detto che ci sono stati “gravi danni”. La Russia ha annunciato che almeno dodici persone sono risultate infette. La parte russa ha affermato che due droni sono esplosi vicino a una residenza studentesca a Elabuga.

Ecco perché i droni stanno diventando sempre più importanti nella guerra in Ucraina

Già all’inizio della guerra l’Ucraina aveva annunciato che avrebbe fatto affidamento sui droni. Kiev ha anche convertito modelli disponibili in commercio per scopi di ricognizione e attacco. Anche per quanto riguarda la gamma dei droni i lavori procedevano a pieno ritmo. L’obiettivo: effettuare attacchi con droni sempre più nell’entroterra russo. Perché in questo le armi occidentali sono vietate. “La maggior parte dei droni in uso hanno un'autonomia compresa tra 700 e 1.000 chilometri. Ma ora ci sono modelli che possono volare oltre 1.000 chilometri”, ha confermato il ministro ucraino per la trasformazione digitale, Mykhailo Fedorov, in una recente conversazione con mondo.

Nel suo discorso di Capodanno, il presidente ucraino Volodymyr Zelenskyj ha annunciato un ulteriore milione di droni per il 2024. Secondo Fedorov, alla luce della capacità produttiva, il numero di droni potrebbe raggiungere i due milioni, ma i fondi necessari per questo non sono sufficienti, secondo il ministro. I droni svolgono un ruolo importante non solo sulla terra, ma anche sull’acqua. Utilizzando i cosiddetti droni marittimi, l’Ucraina è in grado di tenere sotto sorveglianza la flotta russa del Mar Nero. Questa tattica garantisce anche importanti esportazioni di cereali verso il “paniere alimentare mondiale” – cruciale per l’economia ucraina.

READ  Lula da Silva: Steinmeier - "Il Brasile torna sulla scena internazionale"