Toscana Calcio

Informazioni sull'Italia. Seleziona gli argomenti di cui vuoi saperne di più su Toscana Calcio

Opposizione Dontsova: Il sogno dell '”alba” in Russia

Opposizione Dontsova: Il sogno dell '”alba” in Russia

A partire dal: 1 maggio 2024 alle 05:29

Ekaterina Dontsova sembra moderata e vuole cambiare la Russia. Non le è stato permesso di candidarsi alle elezioni presidenziali. Ora, se avrà successo, fonderà un nuovo partito.

Oggi viene fondato un nuovo partito, ma i media russi tacciono sul progetto Rasvet, Sunrise. La fondatrice del partito Ekaterina Dontsova non è praticamente più apparsa sui giornali o sulla televisione statale da quando è stata esclusa dalle elezioni presidenziali dalla Commissione elettorale centrale lo scorso dicembre. Secondo la motivazione ufficiale, i documenti presentati non sono corretti. Le candidature scadono tra un solo mese. Perché Dontsova crede:

Un candidato dell’opposizione non può essere come me. Ma deve essere lo strambo che la gente dice: “Guardalo, strambo”. Se il candidato dell’opposizione fosse del tutto normale, i cittadini potrebbero pensare: “Fantastico!” Abbiamo ancora opposizione e questa è un’ottima cosa.

Fai attenzione nella scelta delle parole e del comportamento

È proprio questo carattere del tutto normale e un po' riservato che si distingue nel carattere del giornalista e avvocato 41enne, che per diversi anni ha guidato discretamente la politica locale nella regione di Tver fino a quando, alla fine di novembre, come un completo sconosciuto a livello nazionale, ha annunciato che succederà al presidente Vladimir Putin nelle elezioni del prossimo marzo.

Il titolo della campagna: “Ridiamo il futuro al Paese!” È stata attenta nella scelta delle parole – per non violare nessuna delle più severe leggi sulla censura, e ha promesso di porre fine alla guerra contro l'Ucraina – o formalmente: operazione militare speciale.

“Nessuno spiega i retroscena ai russi”, dice Dontsova: “Denazificazione dell'Ucraina: cosa significa realmente?” Per molti non è chiaro, ma sono intrappolati nella propaganda delle televisioni nazionali, che riferiscono dalla mattina alla sera: “Ci sono nemici ovunque e devono essere combattuti”.

READ  È così che Putin ha manipolato le elezioni russe: sono apparsi messaggi minacciosi

Pressioni politiche ad ogni passo

La fine della candidatura presidenziale della Doncova non ha significato il ritiro. Al contrario, lei e i suoi sostenitori hanno cercato ostinatamente di fondare un nuovo partito. Il comitato organizzatore di “Sunrise” è iniziato a gennaio e Donzoa ha raccontato ogni passo in modo molto dettagliato tramite i social media. Ha girato le regioni russe, perché Nella metà di essi Prima che si tenga la conferenza di fondazione del Partito Nazionale devono esserci delle riunioni.

Dovrebbe essere disponibile all'inizio di marzo e sarà ufficialmente registrato a tempo debito. Ma appena dieci giorni prima della data prevista, un albergo di Mosca ha improvvisamente annullato l'affitto della sala, affermando che purtroppo si è trattato di un incidente. Potrebbero esserci state anche pressioni politiche. Tuttavia, Donzoa lo ha riscontrato ripetutamente durante i suoi viaggi attraverso il paese: a volte le autorità la interrogavano, altre volte la polizia sgomberava una stanza dai tifosi.

Perché nella lista delle cose da fare del nuovo partito vede la liberazione di tutti i prigionieri politici, il rafforzamento dell'autonomia locale, la lotta all'omofobia diffusa e la fine della cosiddetta operazione militare speciale.

Discorso nazionale su Instagram

Su Instagram, già vietato in Russia, ha parlato del nuovo patriottismo russo. “Il patriottismo è spesso inteso come lealtà e obbedienza al regime esistente. Spesso sentiamo dire che la forma più forte di patriottismo è la volontà di morire per il nostro Paese. Ma è davvero vero o stiamo semplicemente chiedendo di affrontare il governo con la violenza È una difesa discutibile della nostra visione del mondo”, chiede eloquentemente e aggiunge: “Ed è vero il contrario: i cittadini che partecipano ad azioni pacifiche e non sono d'accordo con le azioni del regime sono sempre più descritti come traditori il vero amore per la patria richiede il disaccordo con il regime e i suoi rappresentanti”.

READ  La Brexit non ha aiutato Scarborough

In Russia, solo chi è veramente interessato potrà vedere il congresso del partito fondatore di Rasvet: l'alba, per così dire. Il 1° maggio è un giorno festivo e i media statali continueranno a essere estremamente cauti nel coprire il progetto Dontsova. I delegati non si incontrano a Mosca, ma in un piccolo sobborgo chiamato Golitzyno.

Ma ciò che sorprende è che il congresso del partito fondatore è già in corso; Ekaterina Dontsova è riuscita a lanciare un nuovo partito di opposizione.

Frank Eichmann, ARD Mosca, Tagesschau, 1 maggio 2024, 6:17