Toscana Calcio

Informazioni sull'Italia. Seleziona gli argomenti di cui vuoi saperne di più su Toscana Calcio

Medicina: una dieta a basso contenuto di zuccheri migliora il trattamento del cancro

Medicina: una dieta a basso contenuto di zuccheri migliora il trattamento del cancro

Normalmente gli zuccheri, i grassi e le proteine ​​fluiscono nelle cellule sane del corpo in proporzioni strettamente regolate. Tuttavia, le cellule tumorali sconvolgono questo equilibrio. “A differenza delle cellule normali, le cellule tumorali mostrano un assorbimento di zucchero nel sangue notevolmente maggiore”, spiega la biochimica Barbara Kofler. Clinica Universitaria di Pediatria e Medicina dell’Adolescenza All’Ospedale universitario di Salisburgo, in conversazione con science.ORF.at. “Le cellule normali hanno bisogno di zucchero nel sangue per convertirlo in energia, mentre le cellule tumorali ne hanno bisogno per crescere”.

Le cellule tumorali stanno morendo di fame

Pertanto il gruppo di ricerca Kovler si è posto l’obiettivo di eliminare lo zucchero dall’organismo e quindi di rendere più difficile la crescita delle cellule tumorali. “Sappiamo già che queste cellule hanno poca o nessuna capacità di metabolizzare i prodotti della lipolisi”, afferma il biochimico. Quindi il team ha studiato nei topi come ciò accade Dieta chetogenica Influisce sulla crescita delle cellule tumorali.

Con questo particolare tipo di alimentazione l’apporto di carboidrati si riduce a tal punto che al corpo inizia a mancare l’energia di cui ha bisogno GlucosioMa principalmente o esclusivamente grasso. Le cellule sane del corpo resistono bene a questo, ma le cellule tumorali muoiono di fame e hanno molta meno energia.

Molti fronti nella lotta ai tumori

Nonostante la mancanza di glucosio, la crescita e la respirazione cellulare delle cellule tumorali non si fermano completamente. “Sappiamo che le cellule possono ancora continuare a funzionare, anche se in misura minore”, afferma Kofler. Oltre alla dieta chetogenica, il team ha aggiunto un secondo aspetto al trattamento.

Farmaci per il diabete Metformina Può inibire alcuni componenti della respirazione cellulare, cosa molto utile ai ricercatori nei loro esperimenti. Il team ha confrontato gli effetti di diverse combinazioni di chemioterapia a basso dosaggio, dieta chetogenica e metformina nei topi a cui erano state precedentemente trapiantate cellule tumorali umane.

READ  Ugur Sahin e Ozlim Turci

La combinazione dei tre ingredienti ha prodotto i migliori risultati. “È importante sottolineare che non offriremo né la dieta chetogenica né la metformina come trattamenti individuali contro il cancro, ma solo come misure complementari”, ha affermato Kofler.

La combinazione aumenta il tasso di sopravvivenza

È stato dimostrato che con la tripla terapia, più topi sopravvivevano per un periodo di tempo più lungo. Al termine dello studio, il 65 o il 100% degli animali (a seconda del tipo di cellula tumorale) erano ancora vivi, mentre lo 0 o il 10% è sopravvissuto con la sola chemioterapia. Anche la doppia combinazione di dieta chetogenica e chemioterapia ha avuto un effetto, ma ha migliorato il trattamento in misura molto minore. Il tasso di sopravvivenza dei topi trattati con esso variava dal 40 al 50%.

Nell’esperimento sui topi, il team di Salisburgo ha lavorato con cellule umane NeuroblastomaÈ il secondo tumore solido più comune nei bambini. “Abbiamo condotto test anche nel campo del cancro della pelle e del seno e anche altri gruppi di ricerca stanno studiando metodi simili”, spiega il biochimico. In circa tre quarti di tutti gli studi finora condotti, il trattamento combinato è riuscito a inibire la crescita delle cellule tumorali.

Tuttavia, al momento non è chiaro se questo metodo abbia effettivamente un effetto su tutti i tipi di cancro. “Ci sono stati anche alcuni studi in cui il trattamento ha effettivamente promosso la crescita di alcuni tipi di cancro”, afferma Kofler. Potrebbe quindi essere necessario adattare il trattamento individualmente al tipo di cancro in questione e, in alcuni casi, alle esigenze dei pazienti. “Quindi anche la terapia può farne parte Medicina personalizzata “, dice Kofler.

READ  L'elenco dei premi Nobel ha attraversato un inferno di tsunami con la sua famiglia - guida

Dai modelli animali alle applicazioni cliniche

“Naturalmente topi e esseri umani non possono essere confrontati direttamente”, spiega il biochimico. Tuttavia, continua a considerare i risultati dell’indagine come un progresso “rivoluzionario”. Se consideriamo che il tasso di sopravvivenza dei pazienti affetti da neuroblastoma è aumentato solo di pochi punti percentuali negli ultimi 10 anni, nonostante numerosi studi internazionali, i risultati della sperimentazione sui topi sono molto promettenti.

Il team di Kofler sta attualmente continuando a lavorare con animali da laboratorio per chiarire i meccanismi sottostanti in modo più dettagliato. L’obiettivo dei ricercatori è anche quello di applicare i risultati in campo clinico. Ciò richiede anche test completi sulle persone. Se i risultati vengono confermati in clinica, la durata e la dose della chemioterapia e quindi la comparsa di effetti collaterali possono essere notevolmente ridotti.

Si consiglia l’assistenza medica

In ogni caso, il biochimico sconsiglia chiaramente l’auto-sperimentazione e l’uso non controllato della metformina. La dieta chetogenica dovrebbe essere accompagnata anche da consigli medici e nutrizionali. Ciò che i malati di cancro possono fare da soli è evitare cibi particolarmente ricchi di zuccheri: “Ridurre zuccheri e carboidrati è sempre una buona idea”.