Toscana Calcio

Informazioni sull'Italia. Seleziona gli argomenti di cui vuoi saperne di più su Toscana Calcio

Il gruppo di ricerca fa una scoperta entusiasmante su Europa, luna di Giove

Il gruppo di ricerca fa una scoperta entusiasmante su Europa, luna di Giove

  1. Home page
  2. Lo sappiamo

Europa, la luna di Giove, è ghiacciata, ma sotto la sua superficie potrebbe esserci un oceano abitabile. L’immagine è stata scattata dalla navicella spaziale Galileo della NASA alla fine degli anni ’90. © NASA/JPL-Caltech/Istituto SETI

Con l’aiuto del telescopio spaziale James Webb, i ricercatori hanno trovato un importante elemento costitutivo della vita su Europa, luna di Giove.

BALTIMORA – Europa, luna di Giove, è considerata un candidato adatto per la vita nel sistema solare, motivo per cui la NASA vuole inviare la missione Europa Clipper sulla luna ghiacciata l’anno prossimo. Il James Webb Space Telescope (JWST), gestito dalle organizzazioni spaziali NASA, ESA e l’Agenzia spaziale canadese, ha già dato uno sguardo all’interessantissima luna – e ora i ricercatori sono stati in grado di trarre conclusioni molto interessanti da questi dati.

È chiaro che in una certa area della superficie ghiacciata di Europa è presente anidride carbonica. La scoperta del carbonio è sempre particolarmente entusiasmante per la ricerca, poiché il carbonio è l’elemento costitutivo più importante della vita. Un’altra scoperta degli scienziati: il carbonio molto probabilmente proviene dall’oceano sotto la superficie della luna di Giove e non è arrivato in superficie attraverso fonti esterne come i meteoriti.

Ghiaccio lunare
Giove
Una crosta di ghiaccio spessa 20-30 chilometri, sotto la quale si trova un oceano di acqua salata liquida
628.300.000 chilometri
7 gennaio 1610
Galileo Galilei, motivo per cui la luna è considerata una delle quattro lune galileiane

Il telescopio spaziale James Webb mostra il carbonio sulla luna di Giove, Europa

“Sulla Terra, la vita ama la diversità chimica, e maggiore è la diversità, meglio è. La nostra vita è basata sul carbonio. Comprendere la chimica dell’oceano di Europa ci aiuterà a determinare se è ostile alla vita come la conosciamo o se potrebbe essere un buon posto per la vita”, spiega Jeronimo Villanueva (Goddard Space Flight Center), autore principale di uno degli autori di questo studio. studiche descrive i risultati.

READ  Abbassare la pressione sanguigna in modo naturale: undici cibi possono aiutare

“Ora crediamo di avere la prova che il carbonio che vediamo sulla superficie di Europa proviene dall’oceano. Questa non è una questione banale. Il carbonio è un elemento biologicamente essenziale”, aggiunge Samantha Trumbo (Cornell University), autrice principale del libro . Secondo studiodove sono stati analizzati i nuovi dati “Webb”.

L’Europa ha anidride carbonica e un oceano sotterraneo

L’anidride carbonica sulla superficie dell’Europa si trova nella Tara Reggio, un’area geologicamente giovane dove il ghiaccio in superficie si è rotto. È probabile che vi sia uno scambio di materiali tra l’oceano sotterraneo e la superficie ghiacciata. “Precedenti osservazioni del telescopio spaziale Hubble hanno dimostrato che il sale di Tara Reggio proviene dall’oceano”, afferma Trumbo. “Ora vediamo che anche l’anidride carbonica è altamente concentrata lì. Pensiamo che ciò indichi che il carbonio probabilmente ha avuto origine nell’oceano interno.

C’è stato un dibattito di lunga data nel campo della ricerca sull’entità degli scambi tra l’oceano sotterraneo e la superficie di Europa. “Ciò suggerisce che potremmo essere in grado di apprendere alcune cose fondamentali sulla composizione dell’oceano anche prima di perforare il ghiaccio per ottenere un quadro completo”, afferma l’autore dello studio Villanueva.

Bollettino satellitare

Iscriviti alla newsletter dello spazio libero e rimani aggiornato.

Il telescopio spaziale James Webb ha scoperto sostanze chimiche sulla luna di Giove

Non solo la regione di Tara Reggio è geologicamente recente, la ricerca suggerisce che l’anidride carbonica su Europa sia stata depositata lì “geologicamente di recente”. C’è anche una seconda ragione: l’anidride carbonica è instabile sulla superficie della luna di Giove. Pertanto, secondo i ricercatori, è probabile che sia apparso geologicamente solo in tempi relativamente recenti.

READ  Corona in auto: 392 nuovi feriti alle auto, ancora “arancioni” | NDR.de - Notizie

Per rilevare l’anidride carbonica su Europa, entrambi i gruppi di ricerca hanno utilizzato i dati dello strumento Webb NIRSpec. I dati forniti dallo strumento consentono ai ricercatori di identificare le sostanze chimiche presenti sulla superficie. “Queste osservazioni richiedono solo pochi minuti di telescopio”, spiega la ricercatrice Heidi Hamel in una di esse avviso. “Anche in questo breve tempo, siamo stati in grado di realizzare un lavoro scientifico davvero eccezionale. Questo lavoro fornisce la prima indicazione di tutta la straordinaria ricerca che possiamo fare nel sistema solare utilizzando il WEB.”

Le missioni della NASA e dell’ESA dovrebbero sfruttare i dati WEB.

I risultati della ricerca confluiranno non solo nella missione “Europa Clipper” della NASA, ma anche nella missione “Joyce” dell’Agenzia spaziale europea. “Juice” è stato lanciato nell’aprile 2023 verso Giove e le sue grandi lune Ganimede, Callisto ed Europa, e si prevede che li esplorerà in diversi passaggi ravvicinati.

Risultati della ricerca sulla rivista specializzata Scienze Il coautore Guillaume Croze-Merey afferma che i risultati pubblicati sono “un ottimo primo risultato del contributo di Webb allo studio delle lune di Giove”. “Non vedo l’ora di vedere cosa possiamo imparare di più sulle loro proprietà superficiali da queste e future osservazioni”. (fattura non pagata)