Toscana Calcio

Informazioni sull'Italia. Seleziona gli argomenti di cui vuoi saperne di più su Toscana Calcio

Guerra in Ucraina – Le raffinerie di petrolio russe bruciano dopo l’attacco dei droni

Guerra in Ucraina – Le raffinerie di petrolio russe bruciano dopo l’attacco dei droni

I combattenti filo-ucraini vogliono espandere i loro attacchi. Si dice che la Russia raddoppierà la produzione di munizioni per artiglieria. Maggiori informazioni nel blog delle notizie.

Le cose più importanti a colpo d'occhio


scaricamento…

inclusione

L'Ucraina annuncia nuovi attacchi di droni russi

8:12: Secondo l'esercito, nella notte l'Ucraina è stata nuovamente attaccata dalla Russia con i droni. L'aeronautica militare ucraina ha dichiarato di essere stata in grado di abbattere 31 dei 34 droni. Sono stati intercettati nelle zone centrali, meridionali e sudorientali del paese.

Le raffinerie di petrolio russe sono in fiamme dopo un altro attacco di droni

7:39: Un'altra raffineria di petrolio è in fiamme nella regione russa di Samara, sul fiume Volga, dopo un sospetto attacco di droni ucraini, hanno detto le autorità russe. Lo riferisce l'agenzia di stampa statale TASS, citando il governatore Dmitry Azarov. Il Ministero della Difesa russo ha riferito su Telegram che un totale di dodici droni sono stati distrutti nelle regioni di Bryansk (cinque), Belgorod (cinque), Voronezh (uno) e Saratov (uno). Inoltre, 11 missili sono stati distrutti sulla regione di confine di Belgorod. Il governatore della regione di Bryansk, Alexander Bogomas, ha dichiarato sul suo canale Telegram che non ci sono feriti o danni causati dai detriti.

Secondo le autorità, due raffinerie di petrolio a Samarra sono state attaccate da droni. Il governatore Azarov ha detto che non ci sono state vittime. L'impianto nella città di Novokuibyshevsk non è stato danneggiato. L'incendio è stato spento nell'altra raffineria di Kuibyshev. Il Financial Times ha riferito venerdì che gli Stati Uniti vogliono impedire all’Ucraina di attaccare gli impianti petroliferi russi. Lo sfondo è il timore di un'escalation e dell'aumento dei prezzi globali del petrolio prima delle elezioni presidenziali americane.

READ  Terremoto in Giappone: una serie di terremoti in Giappone provoca almeno 8 morti

Nelle ultime settimane, i servizi segreti ucraini hanno bombardato sistematicamente le raffinerie di petrolio russe con droni da combattimento dietro il fronte, ad esempio a Ryazan e Kstovo vicino a Nizhny Novgorod e a Krasnodar. Tuttavia, l’Ucraina ha chiarito che non si lascerà influenzare da questi attacchi. Ciò ha lo scopo di interrompere le forniture all'esercito russo.

Belgorod: un morto dopo un attacco di droni

6:46: Secondo le autorità, sabato mattina la regione di confine russa di Belgorod è stata nuovamente bersaglio di un attacco di droni ucraini. Il governo regionale ha affermato che una persona è stata uccisa e altre due sono rimaste ferite.

Incendio in una raffineria di petrolio russa

3:45: I media hanno riferito che un incendio è scoppiato in una raffineria di petrolio nella regione russa di Samara a seguito di un attacco di droni. Non ci sono state vittime e sul posto sono intervenuti i vigili del fuoco, ha riferito l'agenzia di stampa Ria, citando i servizi di emergenza.

Ucraina: la Russia raduna 100.000 soldati

2 in punto: La Russia sta dispiegando forze massicce di oltre 100.000 soldati, ha detto venerdì alla televisione ucraina il comandante delle forze di terra russe Oleksandr Pavlyuk, indicando una possibile nuova offensiva estiva. “I piani russi ci sono completamente sconosciuti”, ha detto Pavlyuk, “conosciamo solo i dati che indicano che stanno formando gruppi di oltre 100.000 soldati”.

Zelenskyj lamenta una debole difesa aerea

00:10: Dopo l’intensificazione degli attacchi aerei russi sugli impianti energetici in tutta l’Ucraina, il presidente Volodymyr Zelenskyj si è lamentato del fatto che i partner stranieri non fornivano abbastanza armi antiaeree. Una protezione vera e completa contro i missili e i droni russi sarà possibile solo “se i nostri partner avranno sufficiente volontà”, ha detto Zelenskyj nel suo videomessaggio venerdì sera. Ha detto: “Il terrorismo russo è possibile solo perché non abbiamo abbastanza sistemi di difesa aerea moderni, il che francamente significa che manca la volontà politica di fornirli”. Tutti gli altri paesi sapranno cosa è necessario.