Toscana Calcio

Informazioni sull'Italia. Seleziona gli argomenti di cui vuoi saperne di più su Toscana Calcio

A febbraio del 2,5%: l'inflazione in Germania diminuisce sensibilmente

A febbraio del 2,5%: l'inflazione in Germania diminuisce sensibilmente

A febbraio del 2,5%.
L’inflazione in Germania sta diminuendo significativamente

Ascolta il materiale

Questa versione audio è stata creata artificialmente. Maggiori informazioni | Invia la tua opinione

Soprattutto i bassi prezzi dell’energia hanno un effetto positivo sul tasso di inflazione. Di conseguenza, la situazione in Germania continua a migliorare. Ci sono anche ragioni per cui i consumatori sperano che l’inflazione continui a diminuire.

In febbraio l'inflazione è nuovamente scesa in Germania. I prezzi al consumo sono aumentati solo del 2,5% rispetto allo stesso mese dell'anno scorso, come ha annunciato giovedì l'Ufficio federale di statistica. A gennaio il tasso di inflazione è sceso al 2,9%. Gli economisti intervistati da Reuters avevano ipotizzato che l'inflazione potesse scendere al 2,6%. A 2,5, il tasso di inflazione è il più basso da giugno 2021.

I dati preliminari dei Länder lo indicano già. Nel Baden-Württemberg, Baviera, Brandeburgo, Assia, Renania Settentrionale-Vestfalia e Sassonia i prezzi al consumo sono aumentati più lentamente rispetto a gennaio. È aumentato dal 2,1 al 3,5% rispetto allo stesso mese dell'anno scorso.

L’energia a buon mercato è stata la principale responsabile della bassa inflazione. Qui il calo ha raggiunto il 2,4% rispetto allo stesso mese dell'anno scorso. L'aumento dei prezzi dei prodotti alimentari ha subito un notevole rallentamento: mentre a gennaio i prezzi sono aumentati del 3,8% su base annua, a febbraio sono aumentati solo dello 0,9%.

I consumatori tedeschi possono sperare che l’inflazione continui a diminuire: meno aziende vogliono aumentare i prezzi nei prossimi mesi. La corrispondente misura delle aspettative sui prezzi è scesa a 15,0 punti in febbraio, dopo i 18,8 punti di gennaio, ha riferito l'Istituto Ifo di Monaco nel sondaggio aziendale. “È quindi probabile che l'inflazione continui a diminuire nei prossimi mesi”, ha affermato Timo Wolmershauser, responsabile economico dell'Ifo.

Gli economisti di Deutsche Bank Research prevedono che il tasso di inflazione medio annuo sarà del 2,2%. Nel 2023 i prezzi sono aumentati in media del 5,9%. Nel 2025 dovrebbe aumentare solo dell’1,9%.

READ  Open house presso l'azienda di tecnologia medica MiE a Seth