Toscana Calcio

Informazioni sull'Italia. Seleziona gli argomenti di cui vuoi saperne di più su Toscana Calcio

Studio Corona sui rischi di infezione alle feste e alle feste: il risultato è sorprendente

Un anno senza feste e concerti – ora gli eventi possono essere di nuovo presto possibili. Quanto è alto il rischio di infezione da corona? Un nuovo studio fa luce su questo.

Kassel – una delle prime misure per contenere CoronaL’epidemia è stata il divieto di grandi eventi in Germania. Ora, più di un anno dopo, innumerevoli misure come regolamenti, vaccinazioni e test sembrano dare i loro frutti. Gli incidenti di 7 giorni stanno cadendo in tutta la Germania. Sono state impostate le prime strutture: con meno di 100 presenze, il settore della ristorazione è stato aperto e il coprifuoco notturno non era più in vigore. Tuttavia, molti attendono con ansia l’apertura delle prime discoteche, concerti e festival.

Un team di ricerca spagnolo sta ora studiando se i grandi eventi possono essere organizzati nonostante la pandemia di Corona. Durante un importante evento, i ricercatori dell’Università di Barcellona hanno valutato se alcune precauzioni di sicurezza fossero sufficienti per prevenire la diffusione del coronavirus SARS-CoV-2. A tal fine, il team di ricerca ha tenuto un concerto di cinque ore in condizioni controllate. conseguenze Studio Corona Recentemente è stato mostrato sulla famosa rivista specializzata “The Lancet”.

Precauzioni di sicurezza nelle condizioni di Corona: è possibile tenere grandi eventi nonostante lo scoppio dell’epidemia?

© Jan Woitas / dpa

Studio Corona: un concerto con 500 partecipanti a Barcellona

La festa con 500 partecipanti si è svolta a Barcellona il 12 dicembre 2020. Tutti i visitatori dovevano presentare un test dell’antigene negativo corrente e indossare una maschera N95 o FFP2. Inoltre, la sala è stata ventilata tramite un sistema di ventilazione. Al momento del concerto, il tasso di infezione di 14 giorni era di 220,8 per 100.000 persone a Barcellona. Dopotutto, il test dell’antigene non può escludere la possibilità che una o più persone infette siano nel pubblico.

READ  L'effetto dell'età biologica: suggerimenti per rallentare il processo di invecchiamento

Il team ha anche eseguito un test di reazione a catena della polimerasi (PCR) per tutti i partecipanti prima del concerto, ma i suoi risultati non erano disponibili fino a dopo il concerto. Il test della reazione a catena della polimerasi (PCR) ha mostrato che 13 delle 465 persone testate (2,8%) avevano il coronavirus. Non c’era una distanza minima da rispettare sulla pista da ballo al concerto. Le maschere avrebbero dovuto essere lasciate lì tutto il tempo. Le maschere potevano essere rimosse nella barra selezionata. Tuttavia, qui deve essere mantenuta una distanza minima dalle altre persone.

Studio Corona: esame di 500 partecipanti

Otto giorni dopo la cerimonia è stata effettuata anche una visita medica. Il test PCR ha mostrato un risultato negativo per tutti i 465 partecipanti alla festa. Anche le 13 persone che sono risultate positive prima del concerto sembrano essersi riprese nel frattempo. Il team di ricerca è giunto alla conclusione che nessuno sembrava essere stato infettato dal virus Corona alla festa.

Il team ha riassunto i risultati: “Il nostro studio fornisce indicazioni iniziali sulla sicurezza degli eventi di massa al chiuso durante l’epidemia di Covid-19 nell’ambito di un intervento preventivo completo”. Nuovi dati dallo studio dalla Spagna possono ora aiutare a definire le condizioni quadro per le attività culturali durante la pandemia di Corona al fine di rendere possibili tali eventi in modo tempestivo.

A seguito delle vaccinazioni corona con Biontech/Pfizer, i casi di miocardite sono aumentati. Uno studio ora vede un collegamento. La ricerca è divisa. (Luisa Ebrecht)

Elenco delle liste di valutazione: © Jan Woitas / dpa

READ  30 gradi incrinati! Le temperature aumentano all'inizio della settimana - meteorologo