Toscana Calcio

Informazioni sull'Italia. Seleziona gli argomenti di cui vuoi saperne di più su Toscana Calcio

Rapporto di mercato: l’umore degli sterili persiste sulle borse

Rapporto di mercato: l’umore degli sterili persiste sulle borse


Rapporto di mercato

Stato: 25/05/2023 22:12

Wall Street non ha trovato oggi una direzione comune. Mentre i negoziati continuavano nella disputa sul debito degli Stati Uniti, Nvidia ha causato euforia nel settore tecnologico. Il DAX ha chiuso di nuovo in rosso.

La disputa sul debito degli Stati Uniti continua a dominare i mercati azionari. Sebbene il presidente degli Stati Uniti Joe Biden abbia recentemente assistito a sviluppi positivi e abbia tenuto numerosi colloqui proficui con il negoziatore repubblicano Kevin McCarthy, la disputa politica sull’aumento del tetto del debito non è stata ancora risolta. Ciò aumenta il rischio di default all’inizio di giugno. Il risultato potrebbe essere un completo arresto dei mercati finanziari e dell’economia, ha avvertito Edgar Wouk, capo economista di Metzler Asset Management.

L’agenzia di rating Fitch ha indicato che la più grande economia del mondo ora deve temere un potenziale declassamento al suo massimo rating creditizio. “Mentre le agenzie di rating osservano gli Stati Uniti e le principali istituzioni finanziarie prepararsi a scenari di crash, gli investitori non dovrebbero più ignorare i rischi di negoziati falliti tra Democratici e Repubblicani per aumentare il tetto del debito degli Stati Uniti”, ha commentato Konstantin Oldenburger, analista di mercato di CMC Markets. .

Tuttavia, oggi le notizie positive dal settore tecnologico statunitense hanno sollevato il sentiment nei mercati azionari statunitensi. Le prospettive stellari di Nvidia hanno portato a forti guadagni per il Nasdaq. L’indice Nasdaq 100 è salito nel trading al livello più alto in più di un anno e ha chiuso in rialzo del 2,46%. L’indice S&P 500 è salito dello 0,88% in tutto il mercato. L’indice Dow Jones ha chiuso in ribasso dello 0,11%, a 32.765 punti.

Nvidia prevede che le entrate trimestrali saranno superiori del 50% rispetto alle previsioni degli analisti. L’entusiasmo per l’intelligenza artificiale (AI) ha alimentato la domanda per l’azienda di chip. “La parola del mese è AI”, ha affermato Sam Stovall, chief strategist presso la società di analisi CFRA di New York. “Gli investitori sono sempre alla ricerca di settori in crescita, e al momento quelli sono i semiconduttori”. I giornali del produttore di chip sono balzati a un livello record subito dopo l’apertura e talvolta hanno registrato un aumento del prezzo del 27%. Il nuovo massimo è ora di $ 394,80.

Con numeri trimestrali inaspettatamente forti e prospettive migliorate, Nvidia ha causato euforia in tutto il settore. Anche concorrenti come AMD, Micron Technology, Synopsys e Broadcom sono stati molto apprezzati. “Ora è chiaro che l’intelligenza artificiale è l’inizio di un grande boom di investimenti e risolverà problemi reali”, ha affermato David Russell, direttore del brokeraggio online TradeStation. “La tecnologia ha applicazioni immediate e sta potenziando le grandi aziende che sono già la spina dorsale del mercato azionario”.

Nella borsa di Francoforte, invece, si è puntato sul timore di default degli USA, che anche oggi ha innervosito gli investitori. L’indice DAX è riuscito a stabilizzarsi un po’ dopo la serie di perdite, ma ha chiuso di nuovo in ribasso dello 0,31%, a 15.794 punti. Ieri il principale indice tedesco è sceso dell’1,9 per cento a 15.842 punti, dopo aver toccato il massimo storico di 16.331 punti venerdì.

READ  Queste sono le aziende più preziose al mondo

Tuttavia, il chip sotto la soglia dei 16.000 ha reso il quadro tecnico più cupo, commentano gli esperti di Helaba. “Non si possono escludere ulteriori battute d’arresto, soprattutto se lo stallo fiscale del governo Usa continua”. Ecco come la vedono i colleghi di ING: “L’indice DAX può cedere ulteriormente e iniziare a sostenere nella regione di 15.700 punti”.

C’è anche una cattiva notizia dal punto di vista economico: l’economia tedesca è scivolata in una recessione tecnica durante l’inverno. Il prodotto interno lordo si è contratto dello 0,3% nel primo trimestre rispetto al trimestre precedente, ha riferito l’Ufficio federale di statistica. In una stima preliminare, l’agenzia ha ipotizzato che la produzione economica si sarebbe congelata all’inizio dell’anno. “Dopo che il PIL era già scivolato in rosso alla fine del 2022, l’economia tedesca ha registrato due trimestri negativi consecutivi”, ha affermato Ruth Brand, presidente dell’agenzia.

L’inflazione, che rimane elevata, pesa sui consumi e rallenta la produzione economica.
Di più

Inoltre, secondo un sondaggio dell’istituto ifo, l’umore nel settore delle esportazioni tedesco è sceso al livello più basso dal novembre 2022. “L’aumento dei tassi di interesse globali sta lentamente influenzando la domanda”, ha spiegato Klaus Wollrabe, capo dei sondaggi IFO. Dopotutto, il clima dei consumatori in Germania si è migliorato per l’ottavo mese consecutivo alla luce di notevoli aumenti salariali, anche se lentamente.

L’esperto di borsa Andreas Lipkow ha affermato che la recessione in Germania è ormai una conclusione scontata e sta mettendo sotto pressione i settori ad alto tasso di esportazione e le azioni dei consumatori. Quel giorno si è riflesso nelle azioni delle società chimiche con forti perdite di prezzo.

L’euro rimane sotto pressione ed è stato temporaneamente scambiato a $ 1,0716, il livello più basso in due mesi buoni. La BCE aveva precedentemente fissato il tasso di riferimento a 1,0735 dollari.

Nel frattempo, una dichiarazione di un alto politico russo ha spinto al ribasso i prezzi del petrolio. Sia il Brent Crude del Mare del Nord che il petrolio leggero del Texas occidentale degli Stati Uniti hanno perso circa il 3,5% a $ 75,80 e $ 71,70 al barile (159 litri). Un quotidiano russo ha citato il vice primo ministro russo Alexander Novak che ha affermato di non aspettarsi ulteriori tagli alla produzione dall’organizzazione petrolifera OPEC +.

Lufthansa si unisce alla compagnia aerea italiana ITA Airways. Il gruppo tedesco MDAX ha concordato con lo Stato italiano di assumere una quota di minoranza, le due parti hanno annunciato oggi alla firma del contratto a Roma. Lufthansa acquisirà inizialmente il 41% delle azioni. A tal fine saranno investiti 325 milioni di euro nell’ambito dell’aumento di capitale. Il Ministero dell’Economia e delle Finanze di Roma, in qualità di ex unico proprietario, si è impegnato a portare altri 250 milioni di euro.

READ  Cambiamenti in Aldi, Lidl e Netto: cosa possono aspettarsi i clienti dei supermercati nel 2024

La grande banca svizzera UBS è autorizzata a rilevare il suo ex rivale Credit Suisse. La Commissione dell’Unione Europea ha annunciato oggi che la fusione non solleva problemi di concorrenza. “La società di nuova costituzione continuerà ad essere soggetta a una significativa pressione competitiva”, ha affermato l’autorità di Bruxelles. Esistono molti concorrenti diversi nei mercati rilevanti, tra cui diverse grandi banche globali, nonché fornitori di servizi specializzati e attori locali. La nuova società dovrà essere all’altezza di quelli. Non ci sono condizioni per l’acquisizione.

Il gruppo di tecnologia energetica Siemens Energy vuole trarre vantaggio dall’espansione della rete elettrica multimiliardaria negli Stati Uniti e sta valutando la possibilità di costruire nuovi impianti. Il CEO Christian Brosch ha detto ai giornalisti che la divisione della rete potrebbe beneficiare dell’espansione delle energie rinnovabili e dell’economia dell’idrogeno, che richiederebbe una rete più grande e moderna. “Ciò significa che devi investire nella capacità produttiva”. Certo, la sua azienda deve pensare a come distribuire i propri investimenti nel mondo. “Ma non ci sarà un calo radicale degli investimenti in Europa”.

Dopo le minacce ai suoi dipendenti, la catena di vendita al dettaglio statunitense Target ha rimosso dalla sua collezione alcuni prodotti a sostegno della scena LGBTQ. Il gruppo ha affermato che da quando il gruppo ha lanciato il nuovo “Pride Month” di quest’anno per onorare le persone gay, lesbiche e transgender, tra gli altri, ci sono state altre minacce e incidenti che “mettono in pericolo la sicurezza e il benessere del nostro team”. .

Ha detto che alla luce di queste “circostanze impreviste”, l’azienda è costretta ad apportare modifiche e ritirare alcuni prodotti dagli scaffali. Tuttavia, Target continuerà a supportare e supportare la scena, tradizionalmente onorata con gli eventi di giugno.

La Svizzera vuole convertire in common law l’aiuto alla liquidità utilizzato nell’ambito della legge d’emergenza per salvare la grande banca Credit Suisse. Il ministero delle Finanze ha annunciato che il governo sta per presentare un emendamento simile alla legge bancaria in consultazione con partiti, associazioni imprenditoriali e altre istituzioni interessate. Possono suggerire modifiche. La nuova legge deve essere presentata al parlamento entro settembre. Altri paesi come la Gran Bretagna, gli USA e l’Unione Europea hanno già creato le condizioni per fornire alle banche di rilevanza sistemica un sostegno di liquidità d’emergenza.

L’investitore immobiliare in difficoltà Adler Group ha registrato una perdita nel primo trimestre. Da gennaio a marzo il minimo è stato di 55 milioni di euro in meno, e l’anno precedente la perdita era di dieci milioni di euro. A causa della vendita di condomini, l’utile operativo è sceso a 16 milioni di euro dai 30 milioni di euro dell’anno precedente. “Il nostro portafoglio principale rimane forte”, ha affermato in una nota. Secondo le proprie informazioni, il Gruppo Adler ha ancora circa 26.000 appartamenti e intende concentrarsi principalmente sugli immobili a Berlino come parte della sua futura trasformazione.

READ  Il presidente del Volkswagen Works Council mette in guardia dagli "esplosivi sociali" dell'intelligenza artificiale

Nvidia ha previsto vendite per il trimestre in corso molto più alte di quanto previsto dagli esperti. Il produttore americano di chip ha promesso circa undici miliardi di dollari. D’altra parte, gli analisti intervistati dal fornitore di servizi dati Refinitiv prevedono 7,15 miliardi di dollari. Lo scorso trimestre, le vendite di $ 7,2 miliardi sono state superiori alle aspettative di $ 6,5 miliardi. L’utile netto è salito a poco più di $ 2 miliardi, rispetto a $ 1,62 miliardi dell’anno precedente. La crescente domanda di intelligenza artificiale sta guidando la domanda di chip Nvidia.

Il presidente di Fresenius, Michael Sen, continua ad accelerare la ristrutturazione del gruppo sanitario. E in occasione di una giornata di mercato dei capitali, ha alzato gli obiettivi della controllata Cappy per quest’anno ed è stato anche più rialzista a medio termine. Soprattutto, l’espansione dell’attività con preparazioni di imitazione prodotte biotecnologicamente, nonché con la nutrizione clinica e la tecnologia medica dovrebbe accelerare la crescita di Kabi. L’obiettivo ora è aumentare le vendite da Risorse speciali nella fascia percentuale a una cifra media nel 2023, in precedenza era stato pianificato un aumento a una cifra da basso a medio. Anche la redditività dovrebbe essere superiore a quanto previsto in precedenza.

Aroundtown è scivolato a un altro minimo storico e ora è proprio quello che viene chiamato un “penny stock”. Baader Bank ha declassato il gruppo immobiliare da “Acquista” a “Aggiungi” e ha abbassato il prezzo target da € 2,50 a € 1,15. Dopo le segnalazioni del gruppo che voleva vendere i suoi giardini europei centrali, il prezzo sottrattivo è sceso a volte.

Südzucker, il più grande produttore di zucchero d’Europa, vede il suo obiettivo di profitto confermato dai continui prezzi elevati dello zucchero. Il capo di Südzucker, Niels Pörksen, ha affermato che i prezzi sono rimasti elevati dopo l’aumento dello scorso anno e dovrebbero contribuire a un risultato molto migliore nell’anno finanziario 2023/24. A febbraio, una tonnellata di zucchero nell’UE era salita a 804 euro dai 443 euro dell’anno precedente. Questo ha più che compensato l’aumento dei costi. Il business dovrebbe generare un utile operativo compreso tra 400 e 500 milioni di euro. L’anno scorso, la divisione è stata in attivo per la prima volta dopo quattro anni di perdite, nonostante il calo delle vendite.

Secondo un comunicato stampa, c’è stata un’importante fuga di dati dal produttore di auto elettriche Tesla. L’Handelsblatt ha riferito che erano trapelati 100 gigabyte di dati riservati, comprese informazioni sensibili su clienti, dipendenti e partner commerciali. Altri documenti contrassegnati come riservati riguardano progetti come un’auto a guida autonoma, lo sviluppo di nuove celle della batteria o un pick-up elettrico pianificato dal produttore statunitense. Tesla ha dichiarato al giornale che un ex dipendente era sospettato di aver trasmesso dati “in violazione degli obblighi di riservatezza”. Tesla vuole intraprendere un’azione legale contro il sospettato.