Toscana Calcio

Informazioni sull'Italia. Seleziona gli argomenti di cui vuoi saperne di più su Toscana Calcio

Notizie sulla guerra in Ucraina: gli amici di Putin sono a Tegernsi

  1. Pagina iniziale
  2. Zuccherato
  3. Tegernsi
  4. Rotach Egren

creatura:

Alisher Usmanow ha diverse ville a Tegernsee. Ora i vicini stanno speculando: c’è ancora? © Westend61 / Yuri Kochetkov / IMAGO / dpa (Archivio fotografico / montaggio)

Gli oligarchi accumularono proprietà sul lago Tegernsee attraverso uomini di paglia e compagnie di cassette postali. Gli investigatori della BKA sperano di poter confiscare i loro beni.

Rottach Egren / Tegernsee – Improvvisamente il 68enne aveva fretta. Quando le forze di Putin il 24 febbraio invaso l’ucraina E A Rottach-Egern i manifestanti hanno marciato per chiedere “Stop Putin”., il suo amico Alisher Usmanov lo derubò frettolosamente. Il 28 febbraio, secondo i vicini di una delle sue proprietà, “ha subito fatto le valigie” ed “è andato” con il suo entourage.

subordinare Miliardario e oligarca Sapeva benissimo di cosa era minacciato: la sua inclusione nella lista delle sanzioni Ue, che ha subito seguito il giorno dopo. L’uzbeko, anche lui con passaporto russo, è atterrato al numero 673. È stato liquidato come “un oligarca amico del Cremlino con legami particolarmente stretti con il presidente russo Vladimir Putin”. E Dmitry Medvedev, l’ex presidente e ora chiave di Putin, “ha potuto utilizzare personalmente gli immobili di lusso controllati da Alisher Usmanov”, secondo la gara pubblica dell’UE.

Tegernsee: innumerevoli ville sono state acquistate da società postali e straniere

L’imprenditore multiplo Usmanow, il cui valore è stimato in 16 miliardi di euro secondo Forbes, è un professionista quando si tratta di immobili e flussi finanziari. Innumerevoli le ville, sia in Sardegna, che in Italia, Londra, ecc. TegernsiÈ stato abilmente acquisito e nascosto da una rete di società Shell e società offshore. e così fa Quattro proprietà in una posizione privilegiata a Rottach Egern. Come un filo di perle, gli investimenti da 1 milione di euro di Usmanow costeggiano la riva del lago. Secondo gli attuali contratti di acquisto, hanno tutti una cosa in comune: sono stati acquisiti da uomini britannici tramite notai di Monaco di tre società di comodo nel paradiso fiscale dell’Isola di Man.

Tegernsi: Gli investigatori possono confiscare la villa di Usmanov a Rottach-Egren?

I seguaci di Usmanov hanno iniziato le cose nel giugno 2011. Brett Sinclair A e Stephen Paul C hanno acquisito la casa principale dell’oligarca al potere per 7,8 milioni di euro. “Tegernsee (IOM) Limited” è ancora iscritta nel registro fondiario e l’abbreviazione IOM è l’abbreviazione di Isle Of Man. Ma questo contratto di acquisto contiene un passaggio che potrebbe consentire alla “Squadra investigativa dell’Ucraina” di recente costituzione dell’Ufficio federale di polizia criminale (BKA) di confiscare le ville degli oligarchi a Rotaş.

READ  Più di 800 contagiati in Spagna: scolari contagiati in viaggio a Maiorca
Alisher Usmanow ha acquistato immobili a Rottach-Egern per diversi milioni, inclusa questa villa.
Alisher Usmanow ha acquistato immobili a Rottach-Egern per diversi milioni, inclusa questa villa. © Klaus Wendel

Perché gli inquirenti devono potergli provare che è lui il “proprietario effettivo” dell’immobile nel contratto notarile. E possono in questo caso particolare, affermano i funzionari. Perché nel contratto di concessione l’acquirente deve impegnarsi a nominare come titolare una persona fisica che sia anche l’effettivo beneficiario del contratto di acquisto. È stato nominato Alisher Usmanov, via Sivtsev Vrazik, appartamento 15, Mosca, così come l’indirizzo della casa a Rotash-Egern.

Usmanow: percorre il Tegernsee con un massimo di cinque guardie del corpo

Sono stati gli stessi membri di Usmanov ad acquisire la casa bifamiliare a due passi dalla casa principale di “Lakeview Property Holding Limited” ed è stata ceduta a “Tegernsee (IOM) Limited” nota da un notaio nell’agosto 2018 per 2 milioni di euro : di, per così dire, nella tasca destra. Per gli investigatori, questa è un’indicazione che i flussi di cassa nei vari conti delle tre società offshore segnalate a Tegernseer Immobilien dovrebbero essere nascosti. Alcuni parlano anche di riciclaggio di denaro.

Parte delle guardie del corpo di Usmanov erano alloggiate nella casa bifamiliare. L’altra parte del convoglio, fino a 30 persone, si è trasferita in località poco distanti, in condomini in affitto. Anche se per alcuni vicini c’è un problema con la presenza di guardie di sicurezza che vanno e vengono costantemente in un piccolo complesso di appartamenti, molti residenti non hanno altro che cose positive da dire su Usmanov, un uomo vicino a Putin. “Era molto discreto e non si è preoccupato. Quello che veniva consegnato veniva sempre da Monaco”. Ma Usmanov non è mai stato visto con la sua famiglia, né in estate né in inverno, nonostante le “luci di Natale”. Secondo i vicini, l'”uomo grasso” era accompagnato da un massimo di cinque guardie del corpo mentre camminava sulla riva del lago.

(per noi Newsletter di Tegernsee Ti aggiorna regolarmente con tutte le storie importanti della tua zona. Registrati qui.)

È possibile che abbia anche fatto una visita occasionale alla sua terza proprietà, sempre a pochi minuti di distanza. Nel dicembre 2015 lo ha acquisito con 2.346 metri quadrati di terreno tramite Lake View Property Holdings per 7,2 milioni di euro da un professore universitario di Salisburgo. Secondo i rapporti, la spaziosa villa funge da seguito per Usmanov.

Un noto architetto di Rottach realizza un nuovo edificio per Usmanow a Tegernsee

Un anno dopo, nel novembre 2016, l’oligarca ha investito in un’altra proprietà. Questa volta ancora a Schorn. Un uomo di Colonia ha venduto i suoi 2.303 metri quadrati per 6,2 milioni di euro. Ha demolito il vecchio edificio e un noto architetto di Rottach gli ha fornito un nuovo edificio nello stile del vicino edificio principale. Nonostante le sanzioni, la villa sontuosa è ancora in costruzione. È probabile che le fatture delle società di attuazione vengano indirizzate alla terza società di cassette delle lettere: Lake Point Property Holding Limited, 26 Victoria Street Douglas, Isola di Man.

READ  Richiesta ufficiale negata: ai talebani non è permesso parlare al dibattito delle Nazioni Unite

Un’enorme rete di uomini di paglia rende le indagini contro Usmanov ancora più difficili

In tutto, gli investigatori del Federal Bureau of Investigation (BKA) si sono imbattuti in 36 società offshore e 90 sospetti rapporti di riciclaggio di denaro nella sola Germania durante la valutazione dei dati di Usmanov, che i media stanno ora riportando. Secondo gli investigatori, si dice che la fiducia di Usmanov abbia circa cinque livelli e solo al livello inferiore si può imbattersi nel suo nome. Prima di allora, dal suo ambiente apparve un’enorme rete di uomini di paglia, il che rese ancora più difficile la ricerca di un oligarca come Usmanov.

Dopo le sanzioni, anche per Usmanov è diventato difficile viaggiare. Come ho detto le sue bugie 600 milioni di yacht di lusso “Dilbar” inizialmente presso il cantiere navale di Amburgo Blohm + Voss a KielE in aria ha dovuto licenziare il suo Airbus 340-313, con il quale è riuscito a fuggire da Monaco a Tashkent. Il capo dell’autorità dell’aviazione civile dell’isola ha confermato che il suo aereo a fusoliera larga, designato M-IABU (IABU che significa “Sono Alisher Burhanovich Usmanov”), era appena stato cancellato dalla registrazione dall’Isola di Man.

Il secondo oligarca, Ivan Pavlovich Shabalov, acquistò immobili a Tegernsee

Ritorno a Tegernsee. Un altro oligarca ha un latifondo nel comune omonimo: Ivan Pavlovich Shabalov, nato in Uzbekistan come Usmanov, è un magnate russo dell’oleodotto che ha fornito a Gazprom gli oleodotti necessari per il progetto Nord Stream 2, da allora interrotto. Il suo cliente era il capo della Gazprom, Alexig Miller, incluso nell’elenco delle sanzioni. Shabalov, classe 1959, ha acquisito la sua villa di lusso nel 2007 tramite Luxburg GmbH, allora con sede a Monaco di Baviera. Ha pagato 6,35 milioni di euro per 8.005 metri quadrati. Nel 2014 la villa è stata trasferita a Luxburg GbR a Gelsenkirchen, di cui lui e sua moglie Liudmila Gai sono proprietari. Entrambi menzionano il loro luogo di residenza come Lugano in Svizzera. Da maggio 2019, la figlia di Shabalov, Anna Shabalova, è la proprietaria.

READ  È possibile che la causa dell'incidente di EgyptAir sia stata la sigaretta

Tegernsi: I “passaporti d’oro” dell’oligarca facilitano il riciclaggio di denaro

Shabalov ha anche acquisito la seconda proprietà nelle immediate vicinanze con 1.200 metri quadrati di terreno nel 2007, questa volta per soli 700.000 euro, ma per Luxburg GmbH a Gelsenkirchen. A dicembre 2019 la proprietà è stata ceduta al figlio Pavel, che vive a Mosca, per 2,76 milioni di euro. Secondo il contratto, metà del prezzo di acquisto è andato a due conti separati tenuti dai coniugi Shabalov e Guy nella Sberbank russa, che ora è anche inclusa nell’elenco delle sanzioni. Tuttavia, gli Shabalov hanno dichiarato di vivere in Via Giuseppe Mazzini a Lugano in Ticino, anche se si dice che entrambi abbiano passaporto cipriota. Gli investigatori della task force affermano che i “passaporti d’oro” acquistati sono molto tipici del riciclaggio di denaro. Hanno anche avvistato lo yacht “in bilico” di Shabalov che issava la bandiera di Cipro. Si dice che l’abbia acquistato nel 2020 per $ 120 milioni.

L'oligarca Ivan Pavlovich Shabalov possedeva, tra l'altro, questa proprietà a Tegernsee.  A differenza di Usmanov, non è nell'elenco delle sanzioni dell'UE.
L’oligarca Ivan Pavlovich Shabalov possedeva, tra l’altro, questa proprietà a Tegernsee. A differenza di Usmanov, non è nell’elenco delle sanzioni dell’UE. © Klaus Wendel

Alexander Radwan, membro della locale Christian Social Union nel Bundestag, si chiede perché Shabalov non sia stato incluso nell’elenco delle sanzioni. “Era possibile che lui (Shabalov) avesse acquistato immobili nell’Alta Baviera e fosse stato almeno in contatto con persone sanzionate in passato”, ha scritto Radwan al ministro degli Esteri tedesco Annallina Barbock alla fine di marzo. Continua a chiedere: “Il governo federale crea attualmente delle basi legali non solo per congelare i beni, ma anche per poterli confiscare? Se sì, come? Se no, perché?”

Con Usmanov non è un compito facile per i cacciatori di tesori russi. Si dice che abbia trasferito il Sisters Trust a sua sorella Gulbahor Ismailova nel 2017 e, a sua volta, a sua sorella Saodat Narzieva come titolare effettivo di ben 27 conti svizzeri. Ma entrambi sono ora nell’elenco delle sanzioni. Pertanto, BKA spera di acquisire almeno gli immobili dell’oligarca Tegernsee attraverso i catasti di Miesbach. (Klaus Wendel)

Tutte le notizie e le storie dalla Baviera sono ora anche sul nostro nuovissimo Pagina Facebook del Mercure Bayern esistere.