Toscana Calcio

Informazioni sull'Italia. Seleziona gli argomenti di cui vuoi saperne di più su Toscana Calcio

Human Rights Watch: prove di crimini di guerra a Bucha

A partire dal: 21/04/2022 17:26

Secondo Human Rights Watch, le presunte atrocità commesse dai soldati russi nella città ucraina di Bucha sono classificate come crimini di guerra.

Secondo Human Rights Watch (HRW) a Bucha, in Ucraina Molte prove di crimini di guerra e crimini contro l’umanità. Secondo il rapporto dell’organizzazione, funzionari locali hanno documentato esecuzioni di massa, sparatorie indiscriminate di civili, sparizioni, torture e l’uso di trappole esplosive.

“Ogni angolo di Bucha era ormai una scena del crimine e sembrava che la morte fosse ovunque”, ha affermato Richard Weir, un dipendente di Human Rights Watch. Le prove hanno indicato che le forze russe ora ritirate che occupano Bucha “non tengono conto della vita civile e dei principi più elementari della legge marziale”.

Rilievi e registrazioni

Per le loro indagini, attivisti per i diritti umani hanno intervistato telefonicamente 32 residenti della città e altri cinque. Inoltre, sono state documentate prove in loco e sono state mostrate foto e video, nonché immagini satellitari. Secondo Human Rights Watch, il procuratore distrettuale ucraino, Ruslan Kravchenko, ha affermato che 278 corpi, per lo più civili, erano stati trovati a Bucha entro il 15 aprile dopo il ritiro delle forze russe il 31 marzo. Verranno scoperti altri morti.

Le immagini dei civili ucraini morti dalla periferia di Kiev hanno suscitato indignazione globale all’inizio di questo mese. A Bucha sono stati trovati in totale più di 400 corpi, alcuni con le mani legate dietro la schiena. L’intelligence ucraina ha parlato di “omicidio di massa”.

La Russia nega qualsiasi collegamento con le atrocità. Al momento sono in corso le indagini internazionali. Ci sono molti appelli affinché i responsabili siano portati davanti a un tribunale internazionale.

READ  Partita rinviata a dicembre: scongiurata la bancarotta degli USA

Speriamo in una soluzione legale

Human Rights Watch ha sottolineato che la protezione formale delle prove con l’assistenza internazionale è fondamentale per poter ritenere responsabili i responsabili. Ha invitato l’Ucraina a ratificare il trattato CPI e diventare un membro ufficiale della Corte dell’Aia.

Parti in conflitto come fonte

Le informazioni sull’andamento della guerra, sui bombardamenti e sulle vittime fornite dagli organi ufficiali delle parti in conflitto russa e ucraina non possono essere verificate direttamente da un organismo indipendente nella situazione attuale.