Toscana Calcio

Informazioni sull'Italia. Seleziona gli argomenti di cui vuoi saperne di più su Toscana Calcio

L’Italia è sempre più pericolosa: l’invincibile ora è orribile

L’Italia sta diventando sempre più pericolosa
L’invincibile ora è terribile

David è necessario

Nuova potenza offensiva L’Italia evoca il vecchio sentimento di Scratra Assura contro l’Austria: una vittoria sporca ai supplementari spaventerà gli altri rivali. Perché gli italiani hanno ogni avversario con un misto di vecchio e nuovo “terribile”.

Brutte notizie per Francia, Belgio, Olanda e forse Germania, qualunque siano gli altri favoriti del torneo. Gli italiani hanno battuto l’Austria 2-1 (0-0) sabato sera nel 16° girone del Campionato Europeo: ancora Italia. O per essere più precisi: la nuova Italia può fare come la vecchia Italia, sempre vincente. Con molta fortuna nel secondo tempo regolamentare, vincendo un po’ sporco a tempo di stop.

Squadra Assura ha sviluppato finora il miglior calcio offensivo e una forte difesa in questo torneo. Questo nuovo sistema di gioco orientato agli obiettivi è ora integrato con la vecchia mentalità vincente temuta dagli avversari. La capacità di colpire in qualsiasi momento – soprattutto – al momento giusto, anche quando calcolato. Brutte notizie per gli altri concorrenti. Nella storia recente del calcio (WM 2006, EM 2012) la Germania ha dovuto soffrire molte volte di questa vecchia mentalità italiana.

È successo al 114′. Dopo 1168 minuti con tabula rasa, gli italiani hanno subito il primo gol. Per la prima volta dal 14 ottobre 2020, il portiere Gianluigi Donorumma ha dovuto pescare un pallone dal suo box. Tuttavia: il portiere non ha dovuto farlo, perché dopo il titolo unico di immersione di Sasa Kalajjic 1: 2 dal punto di vista di Astra, gli esperti professionisti di FB si sono precipitati sulla linea centrale per prendere la palla e riportarla in equilibrio.

L’Italia è stata colpita dalla neve e dal freddo

Non ha aiutato. Gli italiani hanno giocato a freddo per il resto dei minuti. Niente bruciava dietro. Non è sempre mentre il gioco procede. Squadra Assura vacilla. Questo E.M. Per la prima volta in 31 partite. Perché la squadra di coach Roberto Mancini 30 incredibili fa era imbattuta. Gli austriaci combattuti con passione avevano qualcosa contro il record italiano, che sarebbe stato stabilito con la 31a partita. Marco Arnadovic (65°) ha esultato in anticipo per la vittoria del titolo, che è stato fischiato ancora una volta dal VAR per un leggero fuorigioco. In seguito, gli italiani sono stati fortunati a non essere stati multati a causa di un’altra situazione di fuorigioco.

Dopo il primo tempo aggressivo e dominante, gli uomini in azzurro di Mancini non hanno trovato risposta ai tentativi di attacco austriaci. La migliore squadra ai Campionati Europei fino ad oggi sembrava un po’ frustrata, minacciando che la sensazione di una vittoria ÖFB sarebbe diventata una realtà fuori da un canale d’acqua. La squadra dell’allenatore tedesco Franco Foda era la migliore in quel momento, con più obiettivi.

Ma proprio allora Squadra Assura è stata accoltellata a morte. Di tardi. Nei supplementari, ovviamente. Si verifica frequentemente al momento giusto. Quindi mantieni la calma e guadagna un po ‘di tempo – e il fischio finale suona. I tifosi tedeschi si sono sentiti ricordare: l’Italia è sempre attesa. Soprattutto in queste situazioni. Fai attenzione, ma il vecchio proverbio del gioco qui può essere digerito con sicurezza: i pugili numerati sono pericolosi. La coppia di Federico Cisa (95°) e Matteo Pescina (105°) ha suscitato l’impressione della vecchia Italia e ha privato gli austriaci di ogni possibilità di vittoria a sorpresa in dieci minuti.

Pericoloso e “terribile”

L’obiettivo di Kalajtjik è in definitiva nulla. “È assolutamente amaro e indegno”, si è lamentato all’ORF un esperto professionista di VFP Stuttgart: “Siamo stati almeno uguali”. Ha sottolineato: “Questa non è solo la peggiore partita della mia carriera, ma anche nella storia del calcio austriaco”.

Ma questo gioco era crudele anche con altre grandi potenze calcistiche. Dovevano vedere come la nuova Italia si trasformò brevemente nella vecchia Italia. Queste qualità, comuni a Squadra Azurra, sono sviluppate per la fase a eliminazione diretta. Un po’ sporco e allegro, ma sempre riuscito. Con l’interessante stile di gioco del turno preliminare del Campionato Europeo, queste abilità italiane fanno della squadra di Roberto Mancini la squadra più pericolosa della competizione.

Pericoloso e orribile. L’Italia si avvicina alla prima vittoria europea in 53 anni. Venerdì avversari quarti di finale (21:00 su Ntv.de Live Ticker) Essere avvisati a Monaco, in Belgio o in Portogallo. Esattamente.

READ  L'Italia vuole aprire ai turisti da metà maggio