Toscana Calcio

Informazioni sull'Italia. Seleziona gli argomenti di cui vuoi saperne di più su Toscana Calcio

Menu

L’economia è in contrazione: le aziende stanno ridimensionando i piani di investimento

Elobau, il più grande datore di lavoro di Lutkirch, ha registrato il lavoro a orario ridotto per almeno una parte dei suoi dipendenti. Uno sguardo alla regione mostra che la società fondatrice non è sola in questo. Secondo i dati dell’Agenzia federale per l’occupazione, decine di aziende nella regione di Ravnsborg hanno recentemente deciso di compiere questo passo.

La Camera di commercio e dell’industria del Lago di Costanza-Alta Svevia (IHK) ritiene che sussista un certo rischio di un possibile aumento del lavoro ridotto nella regione, come ha spiegato il suo portavoce Moritz Scheuer alla domanda della redazione.

Il motivo: anche se l’economia della regione è in recessione già da diversi mesi, si prevede che a causa della carenza di manodopera qualificata le aziende ricorrano al lavoro a orario ridotto prima che i posti di lavoro vengano effettivamente tagliati.

Numeri di lavoro ridotto nel territorio

Innanzitutto i numeri: i dati attualmente disponibili presso l’Agenzia federale per l’occupazione risalgono ad aprile e riflettono la situazione di marzo. Di conseguenza, circa 30 aziende qui nella zona di Ravensburg (i numeri sono solitamente arrotondati a multipli di dieci, ndr) hanno segnalato lavoro a orario ridotto, colpendo 560 dipendenti.

Articoli suggeriti

Un grande datore di lavoro nella zona di Sigmaringen pubblicizza lavori a breve termine

A febbraio sono stati colpiti anche 300 dipendenti di 30 aziende. Come spiega Eva Schmidt, portavoce dell’ufficio regionale per il lavoro di Costanza, questi sono i nuovi annunci di ogni mese.

Nello stesso mese dell’anno scorso, cioè nel marzo 2023, in una decina di aziende sono stati segnalati nuovi casi di lavoro ridotto per 260 dipendenti. L’agenzia pubblica sempre le statistiche sul lavoro a orario ridotto svolto dopo un ritardo di sei mesi.

READ  Rapporto di mercato: l'umore degli sterili persiste sulle borse

Nei mesi di febbraio e marzo 60 aziende

Nel marzo 2023 erano già colpiti 760 dipendenti in circa 40 aziende. Per fare un confronto: solo nei mesi di febbraio e marzo 2024 questa misura è stata registrata per circa 60 aziende.

Alla domanda sulla valutazione attuale della questione del lavoro ridotto, il portavoce dell’IHK Schwer ha spiegato: “Negli ultimi mesi la situazione economica è ulteriormente peggiorata Le aziende soffrono a causa dell’aumento dei costi (costo energetico e del lavoro). la domanda interna si sta indebolendo, portando a un calo delle vendite”.

Le aziende stanno ridimensionando i loro piani di investimento e ora anche i loro piani di assunzione.

Moritz Scheuer

“Le aziende stanno ridimensionando i loro piani di investimento e ora anche i loro piani di assunzione. Allo stesso tempo, dice Shafir, le aziende non vogliono perdere i propri dipendenti, “soprattutto alla luce della carenza di manodopera qualificata, che esiste anche in queste aziende. .” L’Economic Times è difficile.”

Attendiamo con ansia ulteriori sviluppi

Per quanto riguarda gli ulteriori sviluppi sul tema del lavoro ridotto, Schaffer sottolinea che la IHK non è a conoscenza dei motivi specifici che hanno spinto le aziende a intraprendere questa azione.

“Ciò può avere tutta una serie di fattori scatenanti, da cause individuali che colpiscono solo la singola azienda, all’interruzione delle catene di approvvigionamento, al calo della domanda, ai prezzi (estremamente) elevati dell’energia e delle materie prime, fino all’attuale difficile situazione economica.”

Le previsioni sono difficili

Pertanto, le aspettative per il prossimo periodo sono difficili. Non è possibile determinare in modo affidabile in che modo la contrazione che l’economia della regione attraversa da diversi mesi influenzerà specificamente la questione del lavoro a orario ridotto.

READ  Sempre più aziende interrompono la produzione, dall'acciaio al pane

Poiché la carenza di lavoratori qualificati rimane uno dei maggiori rischi per lo sviluppo del business delle aziende, ci si aspetta che le aziende “daranno la preferenza al modello di lavoro a orario ridotto rispetto ai tagli effettivi di posti di lavoro”.

L’economia regionale sta soffrendo gravemente a causa degli attuali prezzi elevati dell’energia.

Sonke Vos

In questo contesto, Sönke Vos, amministratore delegato dell’IHK Bodensee-Oberschwaben, critica i politici: “L’economia regionale soffre gravemente dei prezzi energetici attualmente ingiustamente elevati, nonché di una burocrazia che viene sempre più vista come paralizzante se i politici sono seri”. Per sostenere l’economia è necessario fornire ora un’ampia gamma di aiuti.

Serve meno burocrazia

Ciò include, tra l’altro, l’espansione rapida e adeguata alle esigenze delle energie rinnovabili e delle reti elettriche, nonché la riduzione dell’imposta sull’elettricità per tutte le aziende al minimo europeo.

C’è anche una notevole riduzione della burocrazia, “che impegna nelle aziende molte risorse che sono molto necessarie altrove”.