Toscana Calcio

Informazioni sull'Italia. Seleziona gli argomenti di cui vuoi saperne di più su Toscana Calcio

La Landesbank Baden-Württemberg sta rafforzando le sue linee guida sul carbone

La Landesbank Baden-Württemberg sta rafforzando le sue linee guida sul carbone

Landesbank Baden-Württemberg

LBBW si pone linee guida più rigorose per il finanziamento del carbone. Questo non è abbastanza per l’organizzazione ambientale di Urgewald.

(Foto: Imago Images/Arnulf Hetrich)

Francoforte La Landesbank Baden-Württemberg (LBBW) vuole ridurre il suo coinvolgimento con le compagnie carbonifere. “In futuro, LBBW non entrerà in alcun nuovo finanziamento pubblico aziendale con società che costruiscono nuove centrali elettriche a carbone”, ha detto a Handelsblatt. In tal modo, la Banca di Stoccarda fa un passo avanti rispetto ad altre istituzioni finanziarie tedesche.

Finora, l’esclusione riguarda il finanziamento di progetti da centrali elettriche a carbone o miniere di carbone. Inoltre, ci sono limiti massimi alla loro quota di carbone per i clienti nuovi ed esistenti: la banca non vuole più trattare con nuovi clienti la cui quota di carbone nella produzione o vendita di elettricità è superiore al 20%.

Per i clienti esistenti, il requisito è più rilassato: “Con i clienti esistenti in Germania nel settore della generazione di energia, LBBW non farà nuovi affari con i clienti la cui quota di vendita aumenta dall’elettricità a carbone”. Il valore dovrebbe diminuire gradualmente al 25% entro il 2030

Per i clienti internazionali esistenti, si applica un limite del 20% sull’esclusione. Le nuove regole dovrebbero entrare in vigore a luglio.

I migliori lavori di oggi

Trova subito i migliori lavori e
Sei avvisato via e-mail.

Urgewald si lamenta che non esiste un piano di uscita del carbone

L’organizzazione ambientalista Urgewald attualmente vede la direttiva sul carbone di LBBW come “la migliore banca convenzionale della Germania”. “Le aziende che costruiscono nuove centrali elettriche sono state escluse per la prima volta da una banca tedesca tradizionale”, afferma Catherine Janswindt, responsabile della ricerca finanziaria presso Urgewald.

L’esperto di Urgewald afferma che Commerzbank rimane con i clienti tedeschi con una quota del 30% di carbone nel mix elettrico per i clienti tedeschi. Tuttavia, per i clienti internazionali, si applica solo un limite del 50 percento. Secondo Orgwald, anche Dekabank, che appartiene alle casse di risparmio, e Deutsche Bank sono indietro su alcuni punti.

Ma secondo Urgewald, neanche LBBW va molto lontano. “Saranno necessari valori soglia assoluti, un piano per eliminare gradualmente il carbone entro il 2030 ed escludere le aziende che espandono le miniere di carbone o le infrastrutture al fine di rendere davvero valide le linee guida LBBW”.

Sulle quote di carbone, LBBW sostiene che i clienti dovrebbero essere in grado di cambiare il loro modello di business. “Perché c’è un enorme bisogno di investire nell’espansione delle energie rinnovabili”.

Le banche svolgono un ruolo essenziale come prestatori nello sviluppo dell’economia verso una maggiore sostenibilità. Sei tu a decidere quali aziende ricevono nuovi soldi e quali no – o solo a condizioni più costose. Da tempo le istituzioni finanziarie si lamentano di dover perseguire in modo estensivo il tema della sostenibilità, avendo come priorità la protezione del clima. Il carbone e altri combustibili fossili sono visti come motori del cambiamento climatico.

Il fatto che l’industria stia riducendo i propri investimenti nel carbone è dovuto anche alla maggiore pressione da parte delle autorità di regolamentazione. Le autorità di vigilanza temono che il rischio climatico stia erodendo i bilanci delle banche, ad esempio quando gli istituti finanziari devono cancellare i prestiti perché i clienti aziendali che emettono molta anidride carbonica affrontano situazioni problematiche.

Le banche tedesche sono in ritardo

Quando si tratta di escludere il carbone, le banche tedesche non sono in primo piano. “In termini di ritiro dal finanziamento del carbone, le banche francesi sono le più lontane nel confronto europeo”, afferma Ganswindt. Anche l’Unicredit dall’Italia ha deciso, con poche eccezioni, di recedere completamente dal finanziamento delle imprese operanti nel settore del carbone entro il 2028. La Hypo-Vereinsbank di Monaco di Baviera fa parte di Unicredit.

Anche a Urgewald manca questo a LBBW: “Ciò che è veramente deludente è l’obiettivo di LBBW di abbassare la soglia per i clienti tedeschi esistenti ad appena il 25% entro il 2030”. Gli ambientalisti si lamentano anche del fatto che la LBBW non fissa alcun limite all’estensione assoluta del business del carbone. Di conseguenza, le grandi aziende con una piccola attività di carbone possono diminuire in termini di vendite ma grandi in termini assoluti.

Secondo un sondaggio di Urgewald, LBBW ha recentemente finanziato il gruppo minerario svizzero Glencore, tra le altre cose. “Glencore è così grande che il suo business del carbone è appena significativo in termini di vendite a circa il sette percento”. Tuttavia, Glencore è il più grande esportatore mondiale di carbone a vapore, critica Janswindt. LBBW non commenta i dati di Urgewald che registrano i prestiti da ottobre 2018 a ottobre 2020.

Urgewald ha anche criticato gli obiettivi di sostenibilità di altre istituzioni finanziarie. A maggio, gli ambientalisti hanno attaccato duramente Deutsche Bank: “Con le decorazioni delle finestre, Deutsche Bank non rende giustizia alla crisi climatica”.

Di più: Una proposta controversa dell’Unione Europea: il gas naturale dovrebbe essere definito ecologico.

READ  Test di conformità aziendale - Il ministro delle finanze Schultz contro la compensazione finanziaria aziendale