Toscana Calcio

Informazioni sull'Italia. Seleziona gli argomenti di cui vuoi saperne di più su Toscana Calcio

Israele è sospettato di aver colpito le difese antiaeree russe presso l'impianto nucleare iraniano

Israele è sospettato di aver colpito le difese antiaeree russe presso l'impianto nucleare iraniano

  1. Home page
  2. Politica

Insiste

L’attacco militare all’impianto nucleare iraniano ha causato una devastazione maggiore del previsto. Il messaggio: se Israele vuole, può farlo.

Isfahan – Inizialmente, la televisione di stato iraniana aveva affermato che le difese aeree iraniane avevano abbattuto tre droni su Isfahan nella notte del 19 aprile. Lo ha detto alla radio americana il ministro degli Esteri iraniano Hossein Amir Abdollahian nbcI razzi erano solo “giocattoli con cui giocano i nostri bambini”. Infatti, Israele ha lanciato almeno un missile contro il paese sciita in risposta all’attacco iraniano su larga scala del 13 aprile. Si dice che il sistema di difesa aerea S-300 di fabbricazione russa sia stato deliberatamente distrutto per inviare un messaggio, hanno riferito i media statunitensi, citando funzionari degli Stati Uniti e dell'Iran.

L’Iran finora ha lasciato la porta largamente aperta sulla possibilità di incolpare Israele per l’attacco limitato. Poche ore dopo, il presidente Ibrahim Raisi ha elogiato l'attacco missilistico del 13 aprile in un discorso nella provincia di Semnan venerdì, ma non ha detto nulla sul presunto contrattacco. Nel frattempo, un alto funzionario iraniano ha detto… I tempi di IsraeleLa fonte esterna dell'incidente non è stata ancora confermata ed è probabile che si tratti di un'infiltrazione piuttosto che di un attacco esterno.

Le immagini satellitari indicano che un attacco di ritorsione israeliano contro la città iraniana di Isfahan ha colpito il sistema radar di una batteria di difesa aerea di fabbricazione russa. © Picture Alliance/DPA/Planet Labs PBC/AP | –

Il sospetto contrattacco israeliano ha causato in Iran più danni del previsto

Tuttavia, anche Israele potrebbe essere ritenuto responsabile in caso di infiltrazione, perché nell’aprile 2021 l’Iran lo ha accusato di un attacco esplosivo che avrebbe danneggiato le centrifughe di arricchimento dell’uranio presso l’impianto nucleare di Natanz. Anche questa struttura sembra essere al centro dell'attenzione adesso, anche se questa volta non sembra essere l'obiettivo diretto dell'attacco. Lo ha detto invece alla radio un alto funzionario americano Lettere di notizieAerei da combattimento israeliani hanno lanciato tre missili contro un radar di difesa aerea vicino a Isfahan utilizzato per proteggere il complesso di Natanz.

READ  Proseguono le ricerche della persona scomparsa

IL Il New York Times Secondo funzionari iraniani, l’attacco ha danneggiato il sistema di difesa aerea S-300 di fabbricazione russa. Lo sostengono le immagini satellitari valutate dal quotidiano americano: mostrano danni al radar di questo sistema d'arma presso l'ottava base aerea di Shikari a Isfahan. Di solito è costituito da un sito radar centrale che dirige diverse batterie missilistiche stazionate attorno ad esso.

Disabilitato: il sistema di difesa aerea russo S-300 protegge l'impianto nucleare di Natanz

L'analista di intelligence open source Chris Biggers ha pubblicato su X (ex Twitter) la corrispondente immagine satellitare che mostra presumibilmente la situazione dopo il sospetto attacco aereo. Al centro si può vedere un radar danneggiato e nella parte anteriore i siti missilistici vuoti a causa della rimozione delle batterie. Senza radar sono praticamente ciechi, quindi non ha senso lasciarli in piedi.

Lo hanno detto altri due funzionari occidentali Il New York TimesUn aereo da caccia israeliano ha lanciato un missile contro l’Iran il 19 aprile, ma non era nello spazio aereo israeliano o iraniano. L'arma era dotata di una tecnologia che le permetteva di evitare il rilevamento da parte dei radar della difesa aerea iraniana. Se prendessi di mira un sito radar iraniano, potrebbe esserlo Missile dannoso Prodotto dagli Stati Uniti. Questi missili rilevano i segnali radar nemici a terra e li attaccano quasi automaticamente.

Il messaggio di Israele all'Iran: evidenziare il “gap tecnologico”.

Le due fonti ufficiali hanno aggiunto che l'attacco mirato israeliano ha mostrato agli iraniani di cosa sono capaci. L’ex generale israeliano Israel Ziv ha fatto una dichiarazione simile Canale 12. Secondo lui, lo scopo dell’attacco non era causare grandi distruzioni ma inviare “un messaggio molto chiaro all’Iran” per dimostrare il “gap tecnologico” tra i due paesi e la capacità delle forze israeliane di colpire gli obiettivi più sensibili dell’Iran. alto CNN Le immagini satellitari non mostrano ulteriori danni alla base aerea vicino a Isfahan.

In altre parole: da un lato Israele è in grado di colpire con precisione un bersaglio molto limitato senza causare danni collaterali significativi. D'altra parte, ha la capacità di farlo inosservato. Secondo il messaggio inviato all'Iran, lo Stato ebraico avrebbe potuto attaccare direttamente l'impianto nucleare di Natanz. Tuttavia, i decisori hanno consapevolmente deciso di non farlo.