Toscana Calcio

Informazioni sull'Italia. Seleziona gli argomenti di cui vuoi saperne di più su Toscana Calcio

Il nuovo standard SMS: iMessage per tutti – la grande vittoria di Google su Apple

Il nuovo standard SMS: iMessage per tutti – la grande vittoria di Google su Apple

UNApple apporta una novità a sorpresa ad un importante servizio su iPhone: sembra che l’azienda americana abbia intenzione di aprire il suo servizio di messaggistica iMessage per messaggi, foto e contenuti multimediali provenienti da dispositivi Android.

“L’anno prossimo aggiungeremo il supporto per RCS Universal Profile, secondo gli standard attualmente pubblicati dalla GSM Association. Riteniamo che RCS Universal Profile offra una migliore interoperabilità rispetto a SMS o MMS”, ha dichiarato Apple a 9to5Mac.

“Funzionerà insieme a iMessage, che continuerà a essere l’esperienza di messaggistica migliore e più sicura per gli utenti Apple.” Quello che sembra un dettaglio tecnico potrebbe colmare un divario decennale tra gli utenti Android e iPhone e, con esso, il ragionamento alla base. L’esistenza di fornitori di servizi di messaggistica come WhatsApp o Signal può essere messa in dubbio.

WhatsApp in particolare è stato originariamente creato come soluzione a un problema specifico: i classici SMS costano denaro e agli inizi degli anni 2000 gli operatori di telefonia mobile hanno generato miliardi di euro di vendite in tutto il mondo utilizzandolo.

Leggi anche

Apple ha lanciato iMessage su iPhone, un servizio di messaggistica legato a un numero di telefono che non si basa sugli SMS ma, come WhatsApp, trasmette i dati dei messaggi su Internet. Ma finora solo i clienti Apple possono comunicare senza restrizioni.

Chi vuole scrivere ad un utente Apple da un telefono Android – o viceversa – deve comunque utilizzare un SMS o utilizzare WhatsApp e Co. Come alternativa gratuita.

Google promuove lo standard RCS da molto tempo

Il successo di WhatsApp è in gran parte dovuto al rifiuto di Apple di offrire iMessage sui dispositivi Android. Al contrario: i messaggi SMS sono chiaramente evidenziati in verde nell’app di messaggistica di Apple per fare una differenza visibile nella conversazione con i clienti Apple.

READ  Costi di sviluppo del gioco: l'innovazione per i grandi marchi è molto costosa

Dal 2012, i fornitori di servizi mobili supportano un’alternativa gratuita a SMS e iMessage chiamata Rich Communication Services (RCS). È supportato sui telefoni Android da molto tempo e ha ampiamente sostituito gli SMS.

Tuttavia, il servizio non funziona ancora sugli iPhone di Apple, poiché ogni messaggio da e verso i dispositivi Android viene inviato come SMS a pagamento.

Leggi anche

Uomini d'affari che utilizzano i telefoni cellulari durante una pausa nel centro congressi

Report esclusivo sui social media

Ciò non piace particolarmente al rivale Google: l’azienda ha esercitato pressioni per anni affinché Apple aprisse la sua piattaforma alla messaggistica RCS da dispositivi Android. Nel 2022, Google ha addirittura sperimentato una campagna pubblicitaria globale con lo slogan “Ha ricevuto il messaggio“, che invitava pubblicamente Apple a “risolvere finalmente gli SMS”.

Ma finora l’azienda produttrice di iPhone si è sempre rifiutata, forse perché l’invio di iMessage è una sorta di status symbol. Chiunque riesca ad ottenerlo dimostra di avere abbastanza soldi per comprare un iPhone.

Apple continuerà a gestire iMessage anche in futuro come servizio separato: per gli utenti Apple il servizio ha in particolare il vantaggio che, a differenza di RCS, è crittografato di default. Ma in futuro, gli utenti Android potranno inviare facilmente file e contenuti multimediali agli utenti Apple senza pagare costi per gli SMS.

Leggi anche

L’improvviso cambio di rotta di Apple nel campo della messaggistica potrebbe essere legato alla pressione delle autorità di regolamentazione dell’UE: la Commissione UE sta attualmente esaminando quali principali servizi Internet potrebbero rientrare nelle regole del Digital Markets Act (DMA).

Questi servizi principali della piattaforma includono social network, sistemi operativi, motori di ricerca, piattaforme pubblicitarie, servizi server e piattaforme di messaggistica. Una volta valutati, gli operatori devono garantire che le loro piattaforme consentano un mercato equo e competitivo.

READ  Presto l'aurora boreale di nuovo in Germania? Buone opportunità grazie alle zone soleggiate attive

Ciò include anche l’interoperabilità dei servizi con le offerte dei concorrenti, altrimenti nell’UE verranno inflitte multe significative.

Leggi anche

I giovani e i loro smartphone sono spesso inseparabili, il che rende ancora più importante la giusta tariffa per la telefonia mobile

Tra l’altro potrebbe essere incluso anche il servizio iMessage di Apple. Per chiarire questo punto, all’inizio di ottobre la Commissione UE ha inviato ad Apple dei questionari per le interviste. La DMA afferma che i servizi regolamentati dovrebbero fungere da guardiani delle applicazioni concorrenti.

Tuttavia, a settembre Apple ha sostenuto che iMessage non aveva abbastanza utenti in Europa per rientrare nelle linee guida DMA. Più di 45 milioni di utenti in Europa menzionano i suoi standard. Tuttavia è più probabile che Apple riesca a raggiungere questo obiettivo, poiché il gruppo detiene circa il 25% della quota di mercato in Europa con circa 400 milioni di utenti di smartphone.

È anche discutibile se iMessage venga utilizzato per gli scambi tra aziende e clienti. Apple insiste sul fatto che iMessage è adatto soprattutto agli utenti privati, ma con Business Chat consente la comunicazione tra le aziende e i loro clienti.

Leggi anche

Con il suo display sempre attivo, Apple sta raggiungendo Google e Samsung e sta facendo un ulteriore passo avanti

Anche secondo gli altri standard DMA, iMessage dovrebbe rientrare nei servizi di gatekeeping ed essere regolamentato come tale, affermano in una lettera alla Commissione Europea all’inizio di novembre il rivale di Apple, Google, e diverse società europee di telefonia mobile.

Nella lettera – firmata dai CTO di Google, Deutsche Telekom, Vodafone e Telefónica – le società scrivono che iMessage soddisfa i criteri DMA per i servizi essenziali della piattaforma perché viene utilizzato ogni mese da almeno 10.000 utenti attivi nell’UE. Tuttavia non c’è dubbio che le vendite annuali di Apple siano sufficienti come punto di riferimento di base per una grande azienda.

Qui troverai contenuti di terze parti

Per visualizzare i contenuti incorporati è necessario ottenere il consenso revocabile al trasferimento e al trattamento dei dati personali, poiché i fornitori di contenuti incorporati richiedono questo consenso in quanto fornitori di servizi terzi. [In diesem Zusammenhang können auch Nutzungsprofile (u.a. auf Basis von Cookie-IDs) gebildet und angereichert werden, auch außerhalb des EWR]. Impostando l’interruttore su “On”, accetti questo (revocabile in qualsiasi momento). Ciò include anche il tuo consenso al trasferimento di determinati dati personali a paesi terzi, inclusi gli Stati Uniti, ai sensi dell’articolo 49, paragrafo 1, lettera a) del GDPR. Puoi trovare ulteriori informazioni a riguardo. Puoi revocare il tuo consenso in ogni momento utilizzando il tasto privacy a fondo pagina.