Toscana Calcio

Informazioni sull'Italia. Seleziona gli argomenti di cui vuoi saperne di più su Toscana Calcio

Il Bayern ripete l’errore fatale di Lewandowski?

Il Bayern ripete l’errore fatale di Lewandowski?

L’acquisto di Harry Kane è la correzione di rotta più costosa nella storia del Bayern. Il detentore del record tedesco ha pagato non più di 100 milioni di euro solo per una stella. Ma anche per rimediare all’errore del passato.

Un errore che potrebbe ripetersi anche adesso. Questa volta non in attaccante, ma in mezzo al campo.

Come è noto, il Bayern ha ingaggiato Kane, il successore di Robert Lewandowski, appena un anno dopo. In precedenza, gli abitanti della Säbener Strasse si erano convinti da tempo di poter avere successo senza un attaccante classico.

La realtà sembrava diversa per gran parte della stagione.

La Baviera probabilmente farà a meno del “sei in mano”

La questione dei sei viene affrontata in modo simile quest’estate a Monaco, dove dopo la buona notizia di Manuel Neuer e l’impegno quasi permanente del portiere Daniel Peretz, è diventato il più grande cantiere rimasto del Bayern. un gruppo.

COME immagine sportiva Si precisa che la squadra di Monaco si asterrà dal contrattare con un altro centrocampista. Questo è lo sviluppo già menzionato. L’allenatore Thomas Tuchel, il più grande sostenitore di un altro investimento da un milione di euro, è stato più cauto negli ultimi tempi sulla questione.

Ma concedere, a differenza di Lewandowski all’epoca, sarebbe stata la decisione giusta? Il dibattito sul centro di Monaco è acceso da mesi e non solo nei media. Secondo le informazioni di Sport1 Ci sono stati giochi mentali su Aurelien Choameni (Real Madrid) e Edson Alvarez (ora al West Ham United)

Tuchel ha ripetutamente desiderato un “Hold Six”, che è un sei difensivo. Nel frattempo, all’attuale equipaggio è stata negata la possibilità di compilare il profilo del giocatore che speravano.

READ  Leggenda del calcio preoccupata: la famiglia di Pelé in ospedale: "Grazie a tutti"

Bayern Monaco: Harry Kane festeggia la nascita del suo quarto figlio

Hoeness vede le cose in modo diverso questa volta

Almeno qui c’è una netta differenza nel problema degli attaccanti rispetto a un anno fa. L’allenatore dell’epoca, Julian Nagelsmann, che non era sempre sulla stessa lunghezza d’onda di Lewandowski, descriveva spesso il posto vacante come un’opportunità. “Abbiamo l’opportunità di costruire il Bayern Monaco senza un attaccante che possa segnare in modo affidabile 40 gol”, disse all’epoca. Anche Tuchel vuole “trovare soluzioni”, ma preferirebbe un’altra stella.

C’è un’altra differenza, ed è la differenza principale del Bayern Monaco: Uli Hoeneß. L’anno scorso ha identificato la mancanza del classico numero nove come un problema evidente (“Una cosa è certa, penso che ci manchi il numero nove”). D’altro canto il dibattito a sei, che Tuchel ha promosso pubblicamente per primo, lo lascia freddo, perché crede che in Konrad Leimer sia già stato trovato l’uomo giusto.

E il creatore del Bayern ha detto fin dall’inizio della preparazione: “Non mi interessa nemmeno la discussione sui sei perché penso che Leimer sia un trasferimento che ci farà divertire molto”. In effetti Leimer ha svolto una buona preparazione, ma nella partita di apertura della Bundesliga ha dovuto lasciare il posto a Leon Goretzka dalla formazione titolare.

Effenberg conta su una coppia collaudata

Goretzka ha fatto una buona partita e si è raccomandato per più partite insieme alla testa di serie Joshua Kimmich. “Se avessi Kimmich, Leimer e Goretzka, chiunque potrebbe giocare a Hold Six”, ha detto. Sport1– L’ultima volta l’esperto Stefan Effenberg Doppio passaggio Stahlwerk.

READ  L'Eintracht va a Berlino
Benjamin Pavard sta per trasferirsi all'Inter.  D'altra parte, Harry Kane dovrebbe prendere un'auto più grande.

Bayern Monaco: Benjamin Pavard è assente dal processo ufficiale di consegna dell’auto

Non vede il “problema”. Con Goretzka che ritrova le forze e Joshua Kimmich stabile, il Bayern è in una buona posizione: “Certo, devono allungare. Non hanno fatto bene negli ultimi sei mesi, ma possono farcela”.

E proprio questa dovrebbe essere la differenza decisiva dopo la decisione sbagliata sulla nona domanda. L’anno prima la squadra composta da Eric Maxim Choupo-Moting offriva solo una vera alternativa. Il camerunese ha giocato bene all’inizio, ma alla fine non è riuscito a colmare il gap di Lewandowski a causa di vari infortuni.

Il Bayern, che ha già speso circa 150 milioni di euro nell’attuale finestra di mercato, ha attualmente in rosa giocatori che hanno già dimostrato le loro capacità ai massimi livelli.

Resta da vedere se il Bayern avrà ragione nel non avere un centrocampista in più nei prossimi mesi. In caso contrario, un’altra costosa correzione di rotta minaccia la prossima estate.