Toscana Calcio

Informazioni sull'Italia. Seleziona gli argomenti di cui vuoi saperne di più su Toscana Calcio

Demenza reversibile: cause curabili dei sintomi della demenza

Demenza reversibile: cause curabili dei sintomi della demenza

Düsseldorf (OT)

Quando i problemi di memoria si verificano frequentemente, le persone colpite e i loro parenti spesso si preoccupano perché potrebbe trattarsi di una demenza come il morbo di Alzheimer. Ciò che molti non sanno: i sintomi tipici della demenza possono avere cause curabili e spesso sono completamente reversibili (“reversibili”). Si parla anche di “demenza reversibile”.

L'Alzheimer's Research Initiative senza scopo di lucro raccomanda di non ignorare i sintomi della demenza, ma di farli sempre controllare da un medico. Le malattie sottostanti e curabili possono quindi essere identificate e trattate.

1. Pressione cerebrale legata all'età (idrocefalo a pressione normale)

Con la pressione intracranica legata all'età, il deflusso delle acque nervose nella testa è disturbato. Il risultato: troppa acqua nervosa mette sotto pressione il cervello e può danneggiarlo a lungo termine. I problemi di memoria sono tipici delle persone con pressione intracranica dovuta all'invecchiamento, motivo per cui spesso si sospetta la demenza nelle persone colpite. Inoltre, si verifica debolezza della vescica e instabilità quando si cammina.

La pressione intracranica legata all'età può essere trattata con piccoli interventi chirurgici e, insieme ad essa, problemi di memoria. Vale il principio: quanto prima la malattia viene individuata e trattata, tanto migliori saranno i risultati.

2. Delirio

Il delirio (o delirio) è uno stato temporaneo e acuto di confusione con una varietà di sintomi, come compromissione della coscienza, dell'attenzione o della memoria. La principale differenza tra delirio e demenza è che il delirio si manifesta all'improvviso ed è temporaneo, mentre la demenza si sviluppa lentamente e non migliora.

I fattori scatenanti del delirio possono essere:

  • Fattori di stress fisico, come interventi chirurgici gravi, assunzione di farmaci errati, disidratazione, infezioni, ictus, infarto o
  • Fattori di stress emotivi, come dolore o esperienza traumatica.
READ  Con le varianti Sars-CoV-2: il nuovo principio attivo può prevenire l'infezione

IMPORTANTE: poiché il delirio può essere pericoloso per la vita, dovresti sempre chiamare immediatamente i servizi medici di emergenza se sospetti che ciò accada. In linea di principio, il delirio può essere trattato bene in modo che le persone colpite possano riprendersi completamente.

3. Tumori al cervello

Un tumore al cervello è un tumore al cervello le cui cellule si dividono e si moltiplicano in modo incontrollabile. I tumori al cervello possono colpire il tessuto cerebrale, le meningi e i nervi cranici e causare un’ampia gamma di sintomi a seconda della loro localizzazione.

I sintomi che possono verificarsi sia con i tumori cerebrali che con la demenza includono problemi di memoria, concentrazione e cambiamenti di personalità. L’apatia e la depressione possono anche essere il risultato di un tumore al cervello.

I tumori al cervello sono curabili. Molti di essi possono essere trattati con resezione chirurgica completa, in modo che le persone possano vivere una vita senza sintomi.

4. Malattie da carenza vitaminica

Le malattie da carenza vitaminica, in particolare la carenza di vitamina B12, possono causare sintomi molto simili alla demenza, come problemi di memoria, cambiamenti comportamentali o insonnia. Soprattutto gli anziani spesso assumono troppe o troppo poche vitamine, causando una maggiore frequenza dei sintomi di carenza.

Le carenze vitaminiche possono essere facilmente diagnosticate con un esame del sangue e possono essere facilmente trattate modificando la dieta o assumendo pillole o iniezioni. Una volta corretta la carenza, anche i sintomi della demenza regrediscono.

5. Depressione

Un’altra malattia i cui sintomi sono spesso molto simili a quelli della demenza è la depressione. I segnali più noti sono l'umore depresso e la mancanza di motivazione, ma sono soprattutto i segnali subdoli a far sospettare una demenza in una persona depressa, ad esempio:

  • Mancanza di concentrazione
  • Dimenticare o
  • Difficoltà nel prendere decisioni
READ  Problemi della pelle causati dal colesterolo alto: comparsa di vesciche gialle sul viso

In entrambe le malattie si verificano anche insonnia e insonnia.

Ora la depressione può essere trattata con successo con farmaci e/o psicoterapia, in modo che i sintomi possano essere alleviati e la qualità della vita possa migliorare nuovamente.

6. Altri motivi

Le possibili cause dei sintomi della demenza sono varie. Ad esempio, le interazioni tra diversi farmaci possono causare confusione, così come la disidratazione, cioè una mancanza di liquidi nel corpo dovuta al non bere abbastanza liquidi. Anche malattie della tiroide, dei reni o del fegato, nonché danni cerebrali causati da avvelenamento, possono causare sintomi simili alla demenza.

Se si sospetta una demenza è sempre importante chiarire i sintomi. Nel caso di demenze come il morbo di Alzheimer e di demenza reversibile, un intervento tempestivo porta rapidamente chiarezza e migliora le opzioni di trattamento.

Materiali fotografici gratuiti

www.alzheimer-forschung.de/presse/pressereleases/melde/reversible-demenzen/

Maggiori informazioni sulla malattia di Alzheimer

www.alzheimer-forschung.de/alzheimer

Informazioni sull'iniziativa di ricerca sull'Alzheimer eV

L'eV Alzheimer's Research Initiative (AFI) è un'organizzazione senza scopo di lucro che possiede un certificato di donazione del Consiglio tedesco per le donazioni eV. Dal 1995, l'AFI utilizza le donazioni per sostenere progetti di ricerca di ricercatori impegnati nella malattia di Alzheimer e fornisce materiale informativo gratuito al pubblico. Grazie a numerosi donatori privati, l'Istituto e la sua Fondazione hanno potuto finora sostenere complessivamente 390 attività di ricerca con oltre 16,2 milioni di euro. Coloro che sono interessati e colpiti possono fare riferimento www.alzheimer-forschung.de Scopri di più sulla malattia di Alzheimer e richiedi materiale didattico. Il sito web contiene anche informazioni sul lavoro dell'associazione e tutte le opzioni di donazione. L'ambasciatore dell'AFI è il giornalista sportivo e presentatore Oka Gundel.

READ  Corona in NRW: il valore degli infortuni è sulla buona strada?

Contatto con i media:

Iniziativa di ricerca Volt sull'Alzheimer (AFI)
Astrid Marxsen
Via Cruz. 34
40210 Dusseldorf
0211-86 20 66 28
[email protected]
www.alzheimer-forschung.de/presse

Contenuto originale da: Alzheimer's Research Initiative e. V., trasmesso da Aktuell News