Toscana Calcio

Informazioni sull'Italia. Seleziona gli argomenti di cui vuoi saperne di più su Toscana Calcio

Dati spazzatura: la NASA vuole riparare la Voyager 1

Dati spazzatura: la NASA vuole riparare la Voyager 1

Voyager 1 è la navicella spaziale più lontana dalla Terra nella storia umana. Può rimanere così per molti anni, almeno in uno stato attivo e prima che si perda completamente il contatto con esso. Ma tre mesi fa, uno dei tre computer della navicella spaziale non inviava altro che dati spazzatura.






“Gli ingegneri stanno ancora risolvendo il problema dei dati sulla Voyager 1. Possiamo parlare con la sonda e lei può sentirci, ma è un processo lento data l'incredibile distanza della sonda dalla Terra.”, dice un post sulla piattaforma di social media X.

Nel dicembre 2023, la NASA ha annunciato pubblicamente il problema. Da allora, il Flight Data System (FDS) ha smesso di trasmettere dati scientifici e tecnici alla Terra. Ci arriva solo il segnale della portante. Almeno sembra che la navicella spaziale sia ancora attiva. La Voyager 1 può anche ricevere comandi dalla Terra e finora non sembrano esserci altri problemi.

Nessun backup possibile: la modalità di lavoro potrebbe essere la soluzione

La NASA sta lavorando per trovare una soluzione a questo problema. L'agenzia ritiene che il problema risieda nella memoria della Voyager 1. Ma la sua copia di backup è inutilizzabile dal 1981, ovvero quattro anni dopo la sua partenza nel 1977.

READ  Annuncio della nuova serie anime "Pokemon: Paldean Winds" + Trailer




Tuttavia, la sonda può essere posizionata in una posizione diversa. Questo può essere utilizzato per restringere il tipo o la posizione dell'errore. L'ultima volta che la navicella spaziale ha operato in questa modalità è stata nel 1979 e nel 1980, quando è passata accanto ai pianeti giganti gassosi Giove e Saturno.

Tuttavia, sulla Terra non esiste un simulatore per le sonde spaziali Voyager 1 e 2. Ciò rende difficile la risoluzione dei problemi. Non ci sono nemmeno dieci persone alla NASA responsabili della missione Voyager, che dura da più di 46 anni. Dopo i recenti problemi, la squadra è cresciuta parecchio.

I funzionari della NASA divennero archeologi investigativi

Per risolvere il problema, devono scavare tra istruzioni cartacee vecchie di decenni. La responsabile del progetto Susan Dodd ha spiegato che molti dei precedenti astronauti della Voyager sono ormai morti In un'intervista ad Arstechnica. L’opera somiglia quindi ad un progetto archeologico.

Data l'età della sonda spaziale, un altro dispositivo potrebbe guastarsi in qualsiasi momento. Ecco perché la decisione deve essere presa adesso, spiega Dodd. Un nuovo tentativo di dare nuova vita alla Voyager 1 verrà lanciato nelle prossime settimane. La sonda dovrebbe passare alla posizione di lavoro. Il team spera di riuscire a identificare il difetto di memoria.

Per l'invio dell'ordine sono necessarie 22 ore e 35 minuti. Una sonda spaziale impiega lo stesso tempo per rispondere alla Terra. Esiste attualmente Dista da noi circa 24,3 miliardi di chilometri. “Sarà il miracolo più grande se lo recupereremo”.Ma lei rimane ottimista, dice Dodd, che è il project manager della Voyager 1 dal 2010. Il team continua a lavorare per trovare una soluzione al problema più grave.

READ  Windows 365 Business - Nuove funzionalità per piccole e medie imprese e aziende miste