Toscana Calcio

Informazioni sull'Italia. Seleziona gli argomenti di cui vuoi saperne di più su Toscana Calcio

Come i lavoratori in outsourcing possono supportare le aziende

  1. Home page
  2. Castello

Se un’azienda ha bisogno di un nuovo sito web, non è necessario assumere subito uno specialista IT. Forze esterne, chiamate lavoratori della folla, intraprendono questi compiti una tantum. © Panther Media/Belshonok

Nella nostra serie Modern Worlds of Work, esaminiamo il mondo del lavoro in evoluzione. Oggi è tutto crowdsourcing.

KASEL – Le grandi aziende stanno già aprendo la strada: per compiti che non hanno le competenze per svolgere nelle proprie aziende, esternalizzano i cosiddetti “crowdworker” che possono essere utilizzati come lavoratori in outsourcing. Abbiamo chiesto a Ulrich Bretschneider e Anna Heub se questo modello di business sia interessante anche per le PMI. I due stanno studiando il tema del “crowdsourcing” all'Università di Kassel. Parlano dei vantaggi, ma anche dei rischi, di questo modello di business per i lavoratori della folla.

Cosa si intende con il termine “crowdsourcing”?

Ulrich Bretschneider: Ciò significa sostanzialmente esternalizzare il lavoro al pubblico, cioè al grande pubblico.
Anna Speranza: Si tratta principalmente di compiti che non rientrano nell'ambito delle competenze chiave della vostra azienda.

Qual è il classico lavoro di crowdsourcing?

tromba: Si tratta principalmente di attività creative, ad esempio la creazione di un logo, ma anche di attività di programmazione o di creazione di un sito web.
tagliere: Il mio esempio preferito è questo: immagina un’azienda farmaceutica di medie dimensioni che si espande nel mercato cinese. Successivamente i volantini interni dei prodotti medici dell'azienda devono essere tradotti in cinese. Questa traduzione è un compito tipico che può essere affidato a lavoratori in crowdsourcing, perché probabilmente non c'è nessuno nella tua azienda che può farlo, e non vale la pena per l'azienda assumere una nuova persona per farlo.

Quindi il crowdsourcing viene utilizzato principalmente dalle aziende per compiti una tantum?

tagliere: esattamente. Se utilizzato correttamente, cioè per compiti che non rientrano nel core business dell'azienda, il crowdsourcing può rappresentare un vero aiuto per l'azienda. Le grandi aziende che da tempo si affidano al crowdsourcing stanno dimostrando che questo tipo di lavoro ha un potenziale reale.

READ  dpa-AFX Panoramica: Società - I migliori rapporti del fine settimana

Quanto è diffuso il crowdsourcing?

tagliere: Purtroppo non abbiamo numeri esatti. Ma: il crowdsourcing è sempre più popolare. Certo, la crescita significativa osservata inizialmente non c’è più, ma la crescita c’è ancora.

Nel tuo progetto di crowdsourcing ti sei concentrato principalmente sulle piccole e medie imprese, quelle che in breve chiami PMI. Perché?

tagliere: Abbiamo intervistato circa 30 PMI sui loro pensieri, esperienze e preoccupazioni riguardo al crowdsourcing. Abbiamo notato che, a differenza delle grandi aziende, molte PMI non utilizzano per sé una strategia di crowdsourcing.

Perché soprattutto le piccole imprese esternalizzano meno lavoro a terzi?

tagliere: Molte di queste aziende sono molto scettiche nei confronti dell’idea del crowdsourcing. Abbiamo scoperto che non osano assegnare un compito a persone che non conoscono affatto. Inoltre molte PMI non vogliono rivelare i dettagli interni dell’azienda. Dal lato della forza lavoro, c’è anche il timore che la loro forza lavoro diventi obsoleta a causa dei lavoratori esterni.
tromba: Su molte piattaforme in cui lavoratori e aziende si incontrano, le attività lavorative sono richieste in inglese. Ciò rappresenta un ostacolo linguistico, soprattutto per le PMI.

I timori sono giustificati?

tromba: Molti crowdworker svolgono il loro lavoro principalmente per fare soldi. Non ti identifichi con l'azienda. Ciò a volte si traduce in risultati di lavoro meno affidabili. Durante la nostra ricerca, abbiamo anche sentito parlare di errori inseriti intenzionalmente nei post di gruppo.

Come si possono ridurre questi rischi?

tromba: Per le diverse attività di crowdsourcing, esistono molte piattaforme su cui crowdsourcer e aziende possono incontrarsi. Queste piattaforme devono disporre di meccanismi di monitoraggio per poter ridurre questi rischi, ad esempio verificando i certificati, le prove e i compiti precedenti dei crowdworker.
tagliere: La piattaforma controlla anche il flusso di pagamento. Solo quando l'ordine viene evaso in modo soddisfacente la piattaforma inizia a pagare i lavoratori del coworking. Ciò garantisce anche un lavoro di qualità.

READ  Frazionamento azionario 20 per 1: il titolo Amazon aumenta: Amazon annuncia il frazionamento azionario e il programma di riacquisto | newsletter

Tuttavia, questo a sua volta crea una forte dipendenza dei lavoratori crowd dall’azienda.

tagliere: In effetti, i crowdworking sono incredibilmente dipendenti dalle aziende. Un collega una volta descrisse addirittura i lavoratori dell’adunata come schiavi dei giorni nostri. Non esiste un accordo di contrattazione collettiva, nessun sindacato e talvolta le persone lavorano effettivamente per abbassare i salari.
tromba: È quindi importante che il compito sia formulato in modo molto preciso all'inizio. In caso di controversia, la piattaforma può utilizzare questo per determinare se il pubblico deve apportare ulteriori miglioramenti o se l'azienda successivamente avanza richieste che non rientrano nel compito.

Quali sono le conseguenze per le aziende che non rispettano gli accordi?

tagliere: Succede che le aziende vengono espulse dalla piattaforma. Il lavoro dei crowdworker non si basa su alcuna base contrattuale. L’intero business del crowdsourcing è in qualche modo un vuoto giuridico. Se sorgono disaccordi, la piattaforma spesso funge da mediatore tra lavoratori e aziende.

Considerati tutti questi potenziali inconvenienti, il crowdsourcing può essere considerato un modello di business progressista?

tromba: Ci sono sicuramente anche dei vantaggi. I lavoratori collettivi hanno la possibilità di rifiutare le richieste se non lo desiderano. Di conseguenza, è un atto molto autodeterminato. Ciò non è possibile nei normali rapporti commerciali. Inoltre, indipendentemente da dove svolgano il loro lavoro, i lavoratori godono anche della massima flessibilità. Questi sono gli aspetti che motivano le persone ad agire in mezzo alla folla.
tagliere: Recentemente è entrata in vigore la cosiddetta legge sui servizi digitali, che mira a tutelare meglio gli utenti di piattaforme di ogni tipo nei loro diritti fondamentali su Internet. Poiché ciò influisce anche sul lavoro di squadra, si può presumere che ciò possa aumentare la popolarità del lavoro di squadra da parte dell'utente ma anche dal punto di vista dell'azienda.

READ  Le monete stabili perdono fiducia: quali monete saranno interessate da Crypto Crash
Ulrich Bretschneider dell'Università di Kassel
Ulrich Bretschneider dell'Università di Kassel © Privato

Alle persone

medico. Ulrich Bretschneider (50 anni) è nato a Bielefeld. Dopo aver studiato economia all'Università di Paderborn, ha conseguito il dottorato presso l'Università Tecnica di Monaco nel 2012 e ha completato la sua qualificazione presso l'Università di Kassel nel 2019. Dal 2012 lavora prima come candidato all'abilitazione e poi come docente nel campo dell'informatica aziendale sotto la supervisione del Professor Leimeister presso l'Università di Kassel. Lì guida un gruppo di ricerca che studia, tra le altre cose, il crowdsourcing e il lavoro di squadra. È sposato e ha due figli.

Anna Hube (28 anni) è nata a Darmstadt. Dopo aver conseguito una laurea in economia internazionale presso l'Università di Pforzheim e la Grenoble School of Management in Francia, ha conseguito un master in strategia e organizzazione presso l'Università della Danimarca meridionale. Da settembre 2021 Anna Heube lavora come assistente di ricerca presso il Dipartimento di informatica aziendale del Professor Leimeister presso l'Università di Kassel. I suoi interessi di ricerca includono meccanismi basati sulla folla come il crowdsourcing e il lavoro di squadra.

Anna Hope dell'Università di Kassel
Anna Hope dell'Università di Kassel © Private

Cosa modella il mondo del lavoro moderno? Alcune aziende di Kassel offrono ai propri dipendenti un asilo nido per i propri figli.