Toscana Calcio

Informazioni sull'Italia. Seleziona gli argomenti di cui vuoi saperne di più su Toscana Calcio

Cerca Amelia Earhart: possibile relitto aereo trovato nell'Oceano Pacifico

Cerca Amelia Earhart: possibile relitto aereo trovato nell'Oceano Pacifico

Un mistero che dura da quasi 90 anni potrebbe presto essere risolto. La pilota Amelia Earhart scomparve nel 1937 mentre cercava di fare il giro del mondo in volo. Le circostanze della sua scomparsa rimangono poco chiare. Un drone sottomarino potrebbe aver trovato il relitto del loro aereo. Almeno questo è ciò che suggeriscono le immagini del sonar.






Secondo il Wall Street Journal (WSJ) L'investitore immobiliare della Carolina del Sud Tony Romeo ha intrapreso una costosa ricerca per il pilota. Ha utilizzato quasi tutta la sua fortuna. Basandosi sui calcoli del carburante e sugli ultimi messaggi radio, l'ex pilota dell'aeronautica americana è riuscito a restringere il campo da perquisire.

Cerca l'aereo Lockheed 10-E-Electra scomparso

Il drone Hugin (della compagnia norvegese Kongsberg) ha scoperto sul fondale marino la sagoma sospetta di un possibile velivolo. L'oggetto precedentemente non identificato si trova sul fondo dell'Oceano Pacifico. Inoltre, il luogo dista solo circa 160 chilometri dall'isola disabitata di Howland.

L'isola si trova circa a metà strada tra l'Australia e le Hawaii, a circa 3.000 chilometri a sud-ovest di Honolulu. Ciò colloca l'oggetto all'interno della vasta area in cui Earhart e il copilota Fred Noonan scomparvero nel 1937.

READ  Dopo il crollo parziale della Florida: in corso i preparativi per far saltare in aria un grattacielo distrutto




Poco prima, Earhart ha inviato alcuni messaggi radio finali dal suo aereo Lockheed 10-E-Electra a una nave della Guardia costiera degli Stati Uniti. Ciò non indica una potenziale emergenza. Nel suo viaggio dalla Papua Nuova Guinea all'isola Howland, l'aereo aveva già completato gran parte della sua orbita attorno al mondo.

Un oggetto è stato scoperto a una profondità di 5000 metri

Le precedenti spedizioni per cercare il relitto non hanno avuto successo. Il sonar subacqueo del drone ha scansionato un totale di 13.500 chilometri quadrati del fondale oceanico. Ho registrato 36 ore operative in diverse missioni. Già dopo 30 giorni Possibili detriti sono apparsi sulle immagini del sonar – Ma all'inizio passò inosservato. La squadra non ha identificato il possibile relitto fino a 90 giorni dopo. Ma a questo punto era già troppo tardi per tornare indietro.


L'oggetto si trova ad una profondità di circa 5.000 metri sotto il livello del mare. Ciò significa che è andato perduto a una profondità maggiore rispetto al Titanic, che si trova a 3.800 metri di profondità. Proprio l'anno scorso, un gruppo di turisti delle profondità marine scomparve mentre visitava il Titanic. Il sottomarino Titan è esploso. Certamente, le missioni a questa profondità hanno i loro rischi.

A questa profondità si capisce anche che il relitto dell'aereo di Earhart avrebbe potuto essere trovato solo utilizzando la tecnologia più avanzata, se quello era davvero il relitto. Ma per riuscirci Romeo deve finanziare una nuova spedizione.

READ  Comitato Anp: destituzione del ministro degli Esteri cinese Qin Gang

Solo allora si potrà sapere se si trattava di un Lockheed 10-E-Electra e in quali circostanze l'aereo è scomparso. Earhart era un'aviatrice esperta e fu la prima donna a volare attraverso gli Stati Uniti continentali e l'Oceano Atlantico. Prima di lei nessuno aveva completato il viaggio dalle Hawaii alla terraferma degli Stati Uniti.