Toscana Calcio

Informazioni sull'Italia. Seleziona gli argomenti di cui vuoi saperne di più su Toscana Calcio

Cambiamento in TV: 12 milioni di famiglie colpite

Cambiamento in TV: 12 milioni di famiglie colpite

Hai una connessione TV via cavo? Allora sei in buona compagnia e più di 12 milioni di famiglie tedesche pagano con la bolletta elettrica. Ma questo cosiddetto franchising cost-plus scomparirà entro un anno. Spieghiamo cosa significa per i costi e per l’utilizzo di TV e Internet.

Un sondaggio ha mostrato che la maggior parte delle persone non ha familiarità con il termine franchising “cost-plus”, anche se lo pagano. Contesto: nel caso di condomini con collegamento via cavo condiviso, i proprietari possono addebitare il relativo canone agli inquilini, indipendentemente dal fatto che utilizzino o meno il collegamento per la televisione.

Poiché il cavo di ricarica è acceso Sorgono costi aggiuntiviQuesto è chiamato franchising cost-plus. Con la fine del 2021 aggiornato Diritto delle comunicazioni Tuttavia, questa regola è stata abolita. Tuttavia, ce n’è uno Fase transitoria Fino alla fine di giugno 2024.

Dal 1 luglio 2024 Più di 12 milioni di famiglie colpite possono scegliere liberamente il tipo di ricezione televisiva o decidere come vogliono ricevere la televisione in futuro.

Cosa devono sapere gli utenti via cavo

Se guardi solo serie su Netflix & Co. Puoi risparmiare sulla TV via cavo.

Foto: battaglia CHIP/Marcus

In sostanza, l’eliminazione del privilegio del costo maggiorato è una costante, perché i consumatori dovrebbero essere liberi di scegliere come vogliono ricevere la televisione. Se stai comunque pagando la connessione via cavo tramite i costi aggiuntivi, spesso ti atterrerai piuttosto che scegliere un percorso di trasmissione diverso e poi pagare due volte.

Un punto importante relativo ai costi. I collegamenti via cavo possono essere offerti a un costo inferiore ai singoli attraverso contratti collettivi. Se ciò svanisce e gli utenti devono pagare individualmente la connessione via cavo, gli esperti presumono che i prezzi aumenteranno. I sostenitori dei consumatori stimano che questi vadano da 2-3 euro al mese mentirà.

a caro prezzo Da 8 a 10 euro al mese I consumatori devono tenere conto della connessione via cavo. Tuttavia, dalla metà del 2024 saranno liberi di utilizzare altri metodi di accoglienza e quindi, ovviamente, di confrontare i prezzi.

Sono interessato dall’annullamento del privilegio a pagamento?

Puoi scoprirlo facilmente. Guarda la tua bolletta più recente e trova un articolo per le spese via cavo. Puoi anche controllare il contratto di locazione. In caso di dubbio, basta contattare il proprietario. Importante: anche se stai guardando la TV tramite un diverso tipo di ricevitore, ti potrebbe essere richiesto di pagare per la TV via cavo.

Devo agire in fretta adesso?

No, c’è ancora circa un anno per chiarire. Tuttavia, come affittuario, devi tenere l’argomento nella parte posteriore della tua mente. Proprietari e fornitori di servizi via cavo ti contatteranno nei prossimi mesi. È meglio pensare in anticipo a come si desidera procedere con la ricezione televisiva. Prenditi il ​​tuo tempo per confrontare le alternative e non lasciarti costringere a firmare alcun contratto. Se vuoi chiarire rapidamente il problema, puoi comunicare attivamente con il proprietario.

Questo cambia anche il mio contratto di noleggio?

No, ma a partire da luglio 2024, le bollette per la connessione della TV via cavo potrebbero non essere considerate costi aggiuntivi.

La mia connessione via cavo potrebbe disconnettersi improvvisamente?

No, ma questo è esattamente ciò che viene minacciato di vendita sulla soglia. Secondo il contratto di locazione, il proprietario è obbligato a fornire la TV via cavo. Se qualcosa cambia, devi essere informato in anticipo. Nessuno può tagliare il cavo TV in questo modo.

Internet e telefono tramite TV via cavo

Internet e telefono tramite TV via cavo non sono interessati dal vantaggio del supplemento.

Foto: Foto: AVM

La ricezione televisiva è ancora importante, ma molti utenti si affidano al cavo anche per Internet e telefono. Puoi ancora fare a meno di un contratto TV, perché stai pagando un extra per internet e telefono con il provider.

Per quanto riguarda la ricezione televisiva, le famiglie colpite devono prendere una decisione. I fornitori di servizi via cavo probabilmente scriveranno comunque ai clienti esistenti nei prossimi mesi e offriranno offerte. Dai un’occhiata e decidi se vuoi o meno restare con il cavo.

I proprietari devono anche comunicare con gli inquilini nei prossimi mesi e informarli dei cambiamenti.

Oltre al cavo, esiste anche un percorso di ricezione TV terrestre (DVB-T2), così come TV satellitare (DVB-S2) o IP-TV in alternativa. Ti abbiamo fornito i vantaggi e gli svantaggi dei diversi metodi in questo post riepilogo. Se desideri eseguire lo streaming solo tramite Netflix & Co. , puoi risparmiare completamente sui costi di ricezione TV classici.

  • Fonte: Waipu.tv

    Tutti i canali sono gratuiti per 30 giorni: Waipu.TV Premium gratis

    Attualmente puoi utilizzare Waipu.tv Premium gratuitamente per 30 giorni

  • Trasmissione in diretta dell’ARD

    Con ARD Live Streaming, puoi guardare l’intero programma dell’emittente online da qualsiasi luogo utilizzando i tuoi dispositivi mobili.

  • Trasmissione in diretta ZDF

    Grazie alla trasmissione in diretta, puoi ricevere il programma completo in qualsiasi momento tramite Internet e non devi aspettare di essere a casa davanti alla TV.

  • ProSieben trasmissione in diretta

    Con ProSieben Live Stream non perderai mai più una serie. Trasmetti facilmente in streaming il programma corrente in movimento tramite l’app Web.

  • Trasmissione in diretta RTL

    RTL Live Streaming ti consente di guardare le tue serie preferite mentre sei in movimento, semplicemente online.

  • Sabato 1 trasmissione in diretta

    Con la trasmissione in diretta di Sat1 ora puoi guardare il programma della stazione dal tuo smartphone, tablet e computer.

READ  Aree aggiuntive della mensa: Bayer separa i vaccinati dai non vaccinati