Toscana Calcio

Informazioni sull'Italia. Seleziona gli argomenti di cui vuoi saperne di più su Toscana Calcio

Arresto e incriminazione dopo 27 anni

Arresto e incriminazione dopo 27 anni

Quasi 27 anni dopo l’omicidio del famoso rapper americano Tupac Shakur (“All Eyez on Me”), un uomo di 60 anni è stato arrestato a Las Vegas, Nevada. La polizia e i pubblici ministeri hanno detto venerdì (ora locale) a Las Vegas che l’ex leader della banda è stato accusato da una giuria del tribunale, tra le altre cose, di omicidio con un’arma mortale. È detenuto e il giudice ha rifiutato di rilasciarlo temporaneamente su cauzione.

Il sessantenne era sospettato da anni di essere collegato all’omicidio del pluripremiato venticinquenne Tupac Shakur o di essere la mente del crimine. Lo stesso imputato aveva parlato più volte pubblicamente negli ultimi anni del fatto che sedeva nella Cadillac bianca dalla quale Shakur fu ucciso nel 1996. Nelle interviste e nella sua autobiografia ha affermato di essere l’unico occupante ancora in vita dell’auto. vivo.vita. Il 60enne ha confermato che è stato il nipote a sparare lui stesso il colpo mortale. Lui stesso morì in un incidente di sparatoria nel 1998.

Nel 2018 ci fu un nuovo tentativo di indagine, ma secondo i media americani non c’erano prove sufficienti contro il 60enne. Il Washington Post ha riferito che la perquisizione di una casa nella città di Henderson, Nevada, USA, attribuita alla moglie dell’imputato, ha creato un punto di svolta nelle indagini lo scorso luglio. Tra le altre cose sono stati scoperti documenti incriminanti. Tra gli oggetti sequestrati c’erano bossoli di proiettili e una copia del suo diario.

Tutto ciò conferma le informazioni ottenute dalla polizia durante le indagini, secondo la conferenza stampa di venerdì. La CNN ha citato l’agente della omicidi Jason Johansson che ha affermato che l’imputato si era procurato una pistola la sera del delitto e poi l’aveva data agli uomini seduti sul retro della Cadillac bianca. Secondo lui si è trattato di un atto di vendetta dopo un conflitto tra due gruppi, il 60enne appartiene all’uno e Tupac Shakur all’altro. La CNN non ha scritto nulla sullo sfondo esatto di queste competizioni.

READ  Mandato d'arresto per Michael Wendler: porrà fine al futuro di Laura? - Persone

Shakur è stato uno degli artisti rap di maggior successo degli anni ’90. Nel settembre 1996, quando gli spararono mentre era seduto in macchina a Las Vegas e morì pochi giorni dopo, ci fu un conflitto tra rapper rivali sulla costa orientale e occidentale. Solo pochi mesi dopo la sparatoria di Shakur, fu ucciso il musicista The Notorious B.I.G. e, secondo i media, la sua morte rimane irrisolta fino ad oggi.

I familiari del rapper erano cauti sul fatto che l’omicidio del musicista sarebbe stato risolto dopo l’arresto e se avrebbero potuto trovare la pace dopo 27 lunghi anni. La CNN ha citato il fratello di Tupac, Moprime Shakur, che ha affermato che la notizia dell’arresto dell’uomo è stata “dolce e amara”. La CNN lo ha citato mentre diceva: “Perché adesso?” “Per noi non è ancora finita. Vogliamo sapere perché e se ci sono dei complici”.

Secondo i media statunitensi, la sorella di Tupac, Sekiwa “Set” Shakur, ha descritto l’accusa come un “momento cruciale”. Ha aggiunto: “La sua vita e la sua morte sono importanti e non devono rimanere irrisolte (…). Quindi sì, oggi è una vittoria, ma mi riserverò il giudizio fino a quando tutti i fatti e le procedure legali non saranno completati”.