Toscana Calcio

Informazioni sull'Italia. Seleziona gli argomenti di cui vuoi saperne di più su Toscana Calcio

Ucraina- Notizie ++ La Russia sta discutendo la divisione dell’Ucraina con l’UE ++

Ucraina- Notizie ++ La Russia sta discutendo la divisione dell’Ucraina con l’UE ++

SSecondo noi, la Russia sarà pronta a raggiungere una pace duratura in Ucraina solo dopo aver annesso la maggior parte del paese vicino attaccato. Il vicepresidente del Consiglio di sicurezza russo, l’ex presidente Dmitry Medvedev, ha delineato tre possibili scenari per l’esito della guerra. Nella sua alternativa preferita, le regioni occidentali dell’Ucraina sarebbero state cedute a diversi paesi dell’UE e le regioni orientali alla Russia, mentre i residenti delle regioni centrali avrebbero votato per unirsi alla Russia.

Con questo risultato, “il conflitto finirà con sufficienti garanzie che non riprenderà a lungo termine”, ha scritto Medvedev nel servizio online Telegram. D’altra parte, se la parte dell’Ucraina che è rimasta indipendente entra a far parte dell’Unione Europea o della NATO, ci si può aspettare che le ostilità scoppino di nuovo, “con il potenziale per trasformarsi rapidamente in una vera e propria Terza Guerra Mondiale”. Il presidente del Cremlino Vladimir Putin confidente.

Secondo l’agenzia di informazione russa, Medvedev ha affermato che la guerra in Ucraina potrebbe durare decenni. Potrebbero esserci “tre anni di cessate il fuoco, poi altri due anni di conflitto, e poi tutto si ripeterà”.

Secondo Medvedev, uno scenario “temporaneamente” accettabile per Mosca vedrebbe l’Ucraina divisa interamente tra Paesi Ue e Russia durante la guerra, mentre in Europa si formerebbe un governo ucraino in esilio. Variabili diverse da quelle tre non sono realistiche, “è ovvio per tutti”, ha affermato Medvedev, anche se alcuni in Occidente erano “a disagio” ad ammetterlo. Ha descritto l’Ucraina come un “paese morente” che crollerebbe a causa della perdita di un conflitto militare.

Qui è dove troverai i contenuti di terze parti

Per visualizzare i contenuti incorporati, è necessario il tuo consenso revocabile al trasferimento e al trattamento dei dati personali, poiché i fornitori di contenuti incorporati come fornitori di terze parti richiedono tale consenso [In diesem Zusammenhang können auch Nutzungsprofile (u.a. auf Basis von Cookie-IDs) gebildet und angereichert werden, auch außerhalb des EWR]. Impostando l’interruttore a levetta su ON, acconsenti a questo (che può essere revocato in qualsiasi momento). Ciò include anche il tuo consenso al trasferimento di determinati Dati personali in altri paesi, inclusi gli Stati Uniti d’America, in conformità con l’articolo 49 (1) (a) GDPR. Puoi trovare maggiori informazioni su questo. Puoi revocare il tuo consenso in qualsiasi momento tramite lo switch e la Privacy Policy in fondo alla pagina.

sviluppi attuali In diretta:

11:25 – Zelensky: una persona viene uccisa e 15 ferite in un attacco alla clinica

Almeno una persona è stata uccisa in un attacco missilistico russo contro un ospedale nella città di Dnipro, nell’est dell’Ucraina. Il presidente ucraino Volodymyr Zelensky ha dichiarato tramite Telegram che, secondo la situazione attuale, altre 15 persone sono state contagiate. Sono in corso i soccorsi. “I terroristi russi confermano ancora una volta il loro status di combattenti contro tutto ciò che è umano ed equo”.

Immagine che mostra l’ospedale ferito. La registrazione è stata distribuita dal governatore della regione, Serhiy Lysak

Fonte: via Reuters

11:08 – Governatore: l’ospedale di Dnipro è stato colpito da un attacco missilistico

Secondo il governatore della regione, Serhiy Lysak, un attacco missilistico russo alla città ucraina orientale di Dnipro ha colpito un ospedale. “Un attacco missilistico al Dnipro”, ha scritto Lysak sul servizio SMS di Telegram.

10:13 – Ucraina: il deposito petrolifero di Kharkiv è stato colpito da un attacco notturno

Secondo fonti ucraine, un deposito di petrolio alla periferia di Kharkiv è stato bombardato durante la notte durante gli attacchi russi. L’ufficio presidenziale di Kiev ha dichiarato che è scoppiato un incendio. Il campo è stato colpito due volte e le attrezzature di pompaggio sono state danneggiate. Kharkiv è la capitale dell’omonima regione e si trova nel nord-est dell’Ucraina.

9:41 – L’istituto americano non vede un aumento della minaccia delle armi nucleari in Bielorussia

Secondo gli esperti dell’American Institute for the Study of War (ISW), il trasferimento di armi nucleari russe in Bielorussia non rappresenta una minaccia crescente nel conflitto per l’Ucraina. Resta altamente improbabile che il presidente del Cremlino Vladimir Putin utilizzi armi nucleari in Ucraina o altrove, secondo un’analisi di ISW. Il governatore bielorusso Alexander Lukashenko ha dichiarato giovedì a Mosca, dopo un incontro con Putin, che i trasferimenti di armi annunciati nel paese erano già iniziati.

Leggi anche

La Russia mostra allegramente il suo sistema missilistico Iskander, che può anche essere armato con testate nucleari - qui a una parata militare che segna il 78° anniversario della vittoria nella seconda guerra mondiale

Gli esperti americani inoltre non vedono un aumento della minaccia perché la potenza nucleare russa potrebbe effettivamente raggiungere obiettivi ovunque con le sue armi nucleari. Secondo Mosca, le armi nucleari tattiche, che hanno una gittata inferiore rispetto ai missili nucleari strategici, saranno stazionate al confine con la Polonia.

08:25 – Attacchi di droni Kamikaze in Ucraina – Esplosione a Krasnodar, Russia

Ucraina e Russia hanno riportato nuovi attacchi da parti opposte e diverse esplosioni. Venerdì, a Kiev, l’aviazione russa ha dichiarato che la Russia ha lanciato sull’Ucraina 17 missili di vario tipo e 31 droni kamikaze iraniani Shahed-131/136. Ha aggiunto che sono stati abbattuti 10 missili da crociera, 23 droni e due aerei da ricognizione. Gli attentati, che hanno colpito nuovamente la capitale Kiev, sono proseguiti fino alle cinque del mattino. C’è stata un’allerta aerea in tutto il paese durante la notte.

DWO_AP_Ucraina_260523

La situazione attuale in Ucraina

Fonte: Infografica Mondo

Nuovi attacchi dal paese vicino sono stati segnalati sul territorio russo vicino al confine con l’Ucraina. Di conseguenza, si è verificata un’esplosione nella città di Krasnodar dopo un sospetto attacco di droni. Secondo le autorità, sono stati colpiti un edificio per uffici e un edificio residenziale. E nella regione di Belgorod, recentemente scossa dai combattimenti, è arrivata la notizia di un nuovo bombardamento della città di confine di Grivoron. Combattenti pesantemente armati dotati di tecnologia militare sono penetrati lì lunedì dalla parte ucraina. Il ministero della Difesa di Mosca ha annunciato la “distruzione” di oltre 70 aggressori.

READ  Schermaglie nel sud dell'Ucraina: Londra: gli elicotteri da combattimento danno un vantaggio ai russi

08:01 – Medvedev: un attacco preventivo se l’Ucraina acquisisce armi nucleari

L’ex presidente russo Dmitry Medvedev ha minacciato di lanciare un attacco preventivo se l’Ucraina occidentale dovesse fornire armi nucleari. Ci sono leggi di guerra immutabili. Quando si tratta di armi nucleari, ci deve essere un attacco preventivo”, dice, secondo diverse agenzie di stampa russe. Medvedev era un ex presidente della Russia ed è considerato un caro amico dell’attuale capo di stato, Vladimir Putin.

Leggi anche

Combattente della legione volontaria russa

7:10 – Schulz vuole parlare di nuovo con Putin “al momento giusto”.

Il cancelliere Olaf Scholz (Partito socialdemocratico) ha promesso di riprendere i contatti personali con il presidente russo Vladimir Putin. “È passato molto tempo dall’ultima telefonata. Ma Schulz ha detto al quotidiano Kölner Stadt-Anzeiger (edizione del venerdì) che intendo parlare di nuovo con Putin al momento opportuno. Visti i disaccordi all’interno del governo federale, Schulz ha insistito per un cambio di approccio tra i partner della coalizione.

Sulla guerra in Ucraina, Schultz ha detto al giornale che una “pace giusta” richiederebbe il ritiro delle forze russe. Alla domanda se questo includa anche il ritiro dalla Crimea, che la Russia occupa dal 2014, Scholz ha detto che “non è nostro compito formulare gli accordi che volete concludere al posto dell’Ucraina”.

Tuttavia, la Russia deve capire che non può essere una sorta di “pace fredda” con l’attuale linea del fronte come nuovo confine tra Russia e Ucraina.

03:12 – Gli Stati Uniti impongono sanzioni al gruppo mercenario Wagner in Mali

Gli Stati Uniti hanno imposto sanzioni al capo locale del famigerato gruppo mercenario russo Wagner in Mali per accuse di contrabbando di armi per la guerra di aggressione della Russia in Ucraina. Il Tesoro degli Stati Uniti ha affermato che il gruppo nazionale Wagner, guidato da Ivan Alexandrovich Maslov, “potrebbe cercare di dirigere i suoi sforzi per acquisire attrezzature militari per il dispiegamento in Ucraina” attraverso il Mali e altri paesi.

READ  Sparatoria negli USA: un proiettile attraversa il muro e uccide un astrofisico

Il gruppo mercenario dell’uomo d’affari russo e confidente del Cremlino Yevgeny Prigozhin potrebbe utilizzare documenti falsi per coprire l’acquisizione e il trasferimento di mine, veicoli aerei senza equipaggio, radar e sistemi di difesa da utilizzare in Ucraina in questo modo.

Leggi anche

Nell'attacco all'auto di Zakhar Prilepin, l'uomo a favore della guerra è rimasto gravemente ferito e il suo autista è morto

12:40 – Mosca minaccia di sospendere l’accordo sul grano

La Russia minaccia di non estendere oltre il 17 luglio l’attuale accordo sui cereali sulle esportazioni sicure in tempo di guerra da tre porti ucraini del Mar Nero. Affinché l’accordo possa continuare, devono essere prima soddisfatti alcuni requisiti, come spiegato dal ministero degli Esteri russo. Si tratta, nello specifico, della riapertura del gasdotto che porta l’ammoniaca russa al porto ucraino di Pevdenny sul Mar Nero e del ricollegamento della banca agricola russa Rosselkhozbank alla rete di pagamento internazionale SWIFT.

Puoi ascoltare il podcast di WELT qui

Per visualizzare i contenuti incorporati, è necessario il tuo consenso revocabile al trasferimento e al trattamento dei dati personali, poiché i fornitori di contenuti incorporati come fornitori di terze parti richiedono tale consenso [In diesem Zusammenhang können auch Nutzungsprofile (u.a. auf Basis von Cookie-IDs) gebildet und angereichert werden, auch außerhalb des EWR]. Impostando l’interruttore a levetta su ON, acconsenti a questo (che può essere revocato in qualsiasi momento). Ciò include anche il tuo consenso al trasferimento di determinati Dati personali in altri paesi, inclusi gli Stati Uniti d’America, in conformità con l’articolo 49 (1) (a) GDPR. Puoi trovare maggiori informazioni su questo. Puoi revocare il tuo consenso in qualsiasi momento tramite lo switch e la Privacy Policy in fondo alla pagina.

“Kick-off Politics” è il podcast di notizie quotidiane di WELT. Argomento principale analizzato dagli editori WELT e le date di oggi. Iscriviti al podcast su SpotifyE Podcast AppleE Musica Amazon o direttamente tramite un feed RSS.