Toscana Calcio

Informazioni sull'Italia. Seleziona gli argomenti di cui vuoi saperne di più su Toscana Calcio

Taglio netto in un gigantesco grande magazzino: possibili chiusure di filiali

Taglio netto in un gigantesco grande magazzino: possibili chiusure di filiali

  1. Home page
  2. un lavoro

Insiste

La Galeria Karstadt Kaufhof si trova ad affrontare il suo terzo fallimento. Si profilano tagli di posti di lavoro e chiusure di filiali. Inizia un periodo di incertezza per la forza lavoro.

Essen – Il terzo fallimento mette inquietudine nella sede della Galleria Karstadt Kaufhof. La catena di grandi magazzini continua a incontrare notevoli difficoltà finanziarie. La pressione sull’azienda e sui suoi dipendenti aumenta. Secondo il Giornale alimentare Nella terza procedura di insolvenza, i funzionari lavorano per sviluppare un piano sociale e conciliare gli interessi. In questo approccio, ulteriori tagli sono inevitabili. I dipendenti della Galeria Karstadt Kaufhof sono già stati informati della possibilità di significativi tagli di posti di lavoro presso la sede centrale. Anche i rami sono colpiti: è possibile Nuove chiusure imminenti.

Chiusura delle filiali in futuro

Gli amministratori, tra cui il curatore fallimentare Stefan Dinkhaus, l'amministratore delegato Olivier van den Bosch e Guido Mager, si occupano attualmente dei problemi dell'azienda e sono responsabili della comunicazione con i dipendenti. In un messaggio ai dipendenti della Galeria Karstadt Kaufhof hanno annunciato la chiusura delle filiali.

Dopo il fallimento del Banco: tra i dipendenti della Galleria Kaufhof si diffonde un clima cupo. © Jörg Carstensen/DPA

Nelle due precedenti procedure concorsuali si è fatto ricorso anche alla chiusura di filialiCiò ha comportato una diminuzione del numero dei punti vendita da circa 170 a 92. Misure di ristrutturazione e riduzione del personale È anche tra i cambiamenti previsti. Per raggiungere un successo commerciale a lungo termine, una catena di supermercati necessita di diverse misure di ristrutturazione. La riprogettazione della Galeria Karstadt Kaufhof ha richiesto un aggiornamento del concetto di grande magazzino, compresi maggiori investimenti nell'infrastruttura IT e una migliore logistica.

READ  Ecco perché gli esperti chiedono di fermare lo sviluppo dell'intelligenza artificiale

I radicali tagli e la chiusura delle filiali sono dovuti al fallimento della Signa Holding dell'imprenditore René Benco. Signa-Holding GmbH è una società immobiliare austriaca e possiede il 51,01% delle azioni della Galeria Karstadt Kaufhof. Nel dicembre 2023, Signa-Holding ha dichiarato fallimento, che ha portato anche al terzo fallimento della catena di grandi magazzini. Da mesi si registrano diversi fallimenti all'interno del Gruppo Signa.

Nuovo investitore in prospettiva?

La catena di grandi magazzini aspetta attualmente un nuovo investitore. Tuttavia, ciò non può includere tutti i rami. Il contratto di acquisto dovrebbe essere stipulato nel mese di marzo, con scadenza il 22 marzo. In questo giorno scade il termine per presentare offerte vincolanti alla società.

Nel gennaio 2024, la Società ha avviato un processo di investimento strutturato con l'approvazione dell'amministratore provvisorio delle procedure di insolvenza Stefan Dinckhaus e del Comitato dei creditori ad interim. A questo scopo si è avvalsa dell'aiuto di banche d'investimento esperte. COME Le notizie del GIORNO Si precisa che gli interessati devono presentare alla catena di supermercati un progetto commerciale dettagliato. Nel processo di selezione vengono prese in considerazione solo le parti interessate che hanno un interesse operativo in Galeria e che stanno cercando una soluzione sostenibile per i grandi magazzini.