Toscana Calcio

Informazioni sull'Italia. Seleziona gli argomenti di cui vuoi saperne di più su Toscana Calcio

Sintomi corona: l’uomo soffre di disagio “anale” dopo la malattia di Covid 19

sindrome di irrequietezza anale
I sintomi del Corona sono strani: l’uomo soffre di disagio “anale” dopo il morbo di Covid 19

Dopo la malattia di Covid-19, l’area anale è improvvisamente impazzita.

© RapidEye / Getty Images

Il 77enne giapponese era già sopravvissuto al Covid 19. Ma settimane dopo è finito di nuovo in ospedale. I medici diagnosticano la sindrome anale senza riposo. caso clinico.

Il Covid-19 ha molti sintomi ed è versatile come un camaleonte. Tosse e febbre sono i disturbi più comuni, ma ci sono anche disturbi rari e talvolta strani come “fungo nero” o dita dei piedi covid. Ora c’è il caso di un giapponese di 77 anni, che ha improvvisamente sviluppato problemi anali dopo essersi ammalato di Covid-19.

L’uomo ha dovuto essere curato in ospedale a causa del COVID-19, aveva mal di gola, tosse, febbre e lieve polmonite. Dopo che il suo respiro è tornato alla normalità, ha lasciato andare. Tuttavia, secondo il rapporto, ha continuato a soffrire di sintomi di insonnia e ansia. Diverse settimane dopo, sono comparsi sintomi insoliti nell’area anale. Sintomi descritti dall’uomo come sensazione di ansia e associati a un bisogno irrefrenabile di defecare. Andare in bagno non gli dava alcun sollievo.

Diagnosi: sindrome anale senza riposo

Dopo che i medici hanno condotto una serie di test, non sono riusciti a trovare alcuna anomalia e potrebbero essere escluse altre possibili cause come diabete e anemia sideropenica, i medici dell’ospedale universitario di Tokyo sono sicuri: l’uomo soffre di sindrome da irrequietezza anale, uno dei tipi di sindrome delle gambe senza riposo (RLS). Il caso è stato ora annunciato su BMC Infectious Diseases.

La RLS è un disturbo sensomotorio che induce i malati a sentire un bisogno doloroso di muoversi. I sintomi possono essere accompagnati da effetti come formicolio e dolore e di solito si manifestano principalmente durante i periodi di riposo e la sera. L’esercizio allevia i sintomi. Le lamentele del 77enne coincidevano con queste caratteristiche. È stato quindi trattato con clonazepam, che viene utilizzato per le convulsioni. I sintomi sono migliorati.

Un tipo di sindrome delle gambe senza riposo

Non è ancora noto quale sia la causa della sindrome delle gambe senza riposo (RLS). Una predisposizione genetica, un metabolismo del ferro alterato o uno squilibrio nel neurotrasmettitore dopamina nel cervello possono svolgere un ruolo. Secondo l’Associazione tedesca delle gambe senza riposo, dal 7 al 10 percento della popolazione soffre di sindrome delle gambe senza riposo. La sindrome delle gambe senza riposo (RLS) è una delle malattie neurologiche più comuni nei paesi industrializzati occidentali ed è comune quanto l’emicrania. La malattia si verifica indipendentemente dall’età.

"Il Covid ha voce"L'infermiera richiama l'attenzione sul numero crescente di pazienti non vaccinati

Le persone con RLS si lamentano principalmente di fastidio alle gambe, ma possono essere colpite anche altre parti del corpo. Varianti della sindrome delle gambe senza riposo sono già state osservate nell’addome e nella bocca, tra le altre. Il case report giapponese è ora la prima forma anale della malattia descritta nella letteratura medica. Poiché i sintomi sono comparsi per la prima volta dopo la malattia di Covid-19, i medici hanno considerato una possibilità di contatto. Poiché attualmente esiste un solo caso clinico, il nesso di causalità rimane poco chiaro.

È noto che il COVID-19 può essere accompagnato da sintomi neurologici. I più comuni sono la sindrome da stanchezza cronica, problemi di memoria e difficoltà di concentrazione. Secondo la Società tedesca di neurologia, si verificano anche la cosiddetta encefalopatia, disturbi della coscienza e disturbi della funzione cerebrale, specialmente nei casi più gravi. Complicazioni neurologiche potenzialmente letali come ictus o sindrome di Guillain-Barré possono verificarsi anche durante o subito dopo il COVID-19. Finora sono stati segnalati sporadicamente casi di sindrome delle gambe senza riposo (RLS) in relazione a Covid-19. I paramedici segnalano altri due casi noti.

Risorse:BMCe DGN RLSe Forbese interessato al commercio

tpo

READ  Carenza di vitamina D: l'assunzione industriale può essere dannosa per la salute