Toscana Calcio

Informazioni sull'Italia. Seleziona gli argomenti di cui vuoi saperne di più su Toscana Calcio

Siemens vuole portare l'industria nel "Metaverso" con Nvidia

Siemens vuole portare l’industria nel “Metaverso” con Nvidia

Monaco Roland Bosch, Presidente di Siemens, ha appena annunciato un accordo di acquisizione di software multimiliardario negli Stati Uniti d’America. Ora vuole accelerare la trasformazione dell’azienda tradizionale in un gruppo IT con una nuova piattaforma digitale, con l’aiuto dello specialista americano della grafica Nvidia.

Dopo un buon anno in carica, mercoledì Bush ha presentato la strategia digitale che gli investitori richiedevano. Con Xcelerator, Siemens vuole creare una piattaforma digitale leader del settore. In futuro, i moduli hardware e software Siemens verranno venduti qui e migliaia di partner esterni saranno collegati contemporaneamente. Ciò dovrebbe creare un ecosistema digitale e un mercato con interfacce aperte. “Nessuno può farcela da solo”, ha detto Bush, riferendosi alla trasformazione digitale del settore.

Siemens ha trovato un partner eccezionale in Jensen Huang. Il fondatore e CEO di Nvidia, una delle aziende di maggior valore al mondo, si è recato a Monaco per annunciare l’alleanza con Siemens.

“Siemens sarà una delle più grandi aziende tecnologiche del mondo”, ha affermato con convinzione. Il gruppo ha gettato le basi per la digitalizzazione di molti settori. Se si aggiungerà l’intelligenza artificiale – anche direttamente sul dispositivo – inizierà una nuova era.

I migliori lavori di oggi

Trova i migliori lavori ora e
Sei avvisato via e-mail.

Insieme, Siemens e Nvidia vogliono portare le aziende nel “metaverso”, ovvero connettere i mondi offline e online e abilitare simulazioni in tempo reale con una grande potenza di calcolo. A tal fine, l’ecosistema Siemens Xcelerator e la piattaforma “Omniverse” di Nvidia saranno collegati. “Questo è solo il primo passo del nostro sforzo congiunto per realizzare questa visione per i nostri clienti e l’industria manifatturiera globale”, ha affermato Huang.

READ  Smartphone premium: dall'auto al mercato degli smartphone: il CEO di Geely fonda una nuova società | newsletter

Siemens e Nvidia: il “gemello digitale” mira a rendere il settore efficiente

Al centro, la collaborazione ruota attorno al gemello digitale. Nvidia fornisce grafica fotorealistica e intelligenza artificiale in modo che i clienti abbiano un’immagine digitale in tempo reale dei loro sistemi ed edifici. “Possono utilizzare il gemello digitale quando ne hanno bisogno e pagarlo”, ha detto Bush. Quindi, ad esempio, un robot può essere eseguito con intelligenza artificiale ottimizzando le impostazioni e ottimizzando il sistema.

Huang è convinto che il gemello digitale sarà presto l’applicazione più utilizzata nel settore. Dopotutto, si tratta sempre di migliorare l’efficienza nella produzione e nelle operazioni.

Jensen Huang e Roland Busch

Il Presidente e CEO di Nvidia Siemens ha annunciato una collaborazione per la piattaforma digitale “Xcelerator”.

(Foto: Siemens)

Negli ambienti del settore, questo è stato sottolineato con l’obiettivo di “Xcelerator”: “Questo è un passo da gigante per Siemens”. Il gruppo sta cambiando il suo intero modello di vendita e spingendo gli sviluppatori fuori dai loro silos.

Ad esempio, i protocolli software dovrebbero essere trasparenti in modo che terze parti possano sviluppare soluzioni digitali a cui si associano. È vero che nessun prodotto concorrente sarà venduto direttamente attraverso il Marketplace di Xcelerator. Tuttavia, è ipotizzabile che siano consentiti prodotti complementari di concorrenti diretti.

Tuttavia, Siemens è lasciata aperta a esattamente ciò che si aspetta dalla nuova piattaforma in termini di economia e anche la forma del modello di business. Neanche nuovi obiettivi di crescita erano legati ad esso.

Siemens Xcelerator deve guidare la crescita del business digitale

Il capo della strategia, Peter Kurt, ha affermato che Xcelerator dovrebbe aiutare a realizzare le ambizioni che sono già state annunciate. In una giornata del mercato dei capitali dello scorso anno, Siemens ha annunciato che il business con software e soluzioni digitali dovrebbe aumentare a un tasso medio di raddoppio ogni anno. Nelle industrie digitali, Siemens ha recentemente generato vendite di software per 4,3 miliardi di euro. In generale, Siemens stima le vendite digitali a 5,6 miliardi di euro.

All’inizio di questa settimana, Siemens ha annunciato che avrebbe acquisito la società di software statunitense Brightly per oltre 1,5 miliardi di dollari come parte della sua nuova strategia. L’azienda è specializzata, ad esempio, in software per il funzionamento e la manutenzione di edifici e sistemi di alimentazione. Anche i gemelli digitali svolgono un ruolo importante negli edifici. Molti dati come temperatura, consumo energetico e utilizzo della capacità vengono utilizzati per rendere le operazioni più efficienti.

Con gli ultimi annunci, il CEO Busch sta sviluppando ulteriormente il gruppo nella direzione del gruppo IT e software. I dispositivi connessi alla rete, ad esempio dentro e sui treni, devono rimanere nel gruppo. Bosch è convinto che nessun’altra azienda possa combinare così bene il mondo reale e quello digitale.

Non è prevedibile se i professionisti dell’automazione come Siemens e Rockwell o i grandi gruppi IT statunitensi come Microsoft e Amazon con i suoi servizi cloud Azure e AWS nella digitalizzazione del settore siano imprevedibili al momento.

Per unire le proprie forze per competere, Siemens sta lanciando la nuova piattaforma in stretta collaborazione con clienti e partner tecnologici. Il software sarà offerto dal Gruppo di Monaco, ma anche da altre società, in un modello di leasing in cloud. Secondo gli ambienti dell’azienda, i dispositivi saranno venduti anche “come servizio” nel lungo periodo. I clienti possono quindi pagare regolarmente per utilizzare il treno, ad esempio, invece di dover convertire il prezzo di acquisto tutto in una volta.

Gli investitori aumentano la pressione su Siemens

Negli ultimi mesi gli investitori hanno spinto per una strategia digitale più chiara. Perché Siemens non è apprezzata dai mercati azionari come un’azienda IT, anche dopo aver offerto una tecnologia energetica a basso margine. Sotto Busch, il gruppo deve finalmente compensare gli sconti di valutazione ai concorrenti, ha chiesto Ingo Speich di Deka Investment. “Questa sarà la norma per il suo primo mandato come CEO”.

Operativamente, Siemens sta andando bene nel software e nell’automazione. La divisione “Digital Industries” di Siemens ha aumentato le sue entrate da gennaio a marzo del 9% a quasi 4,6 miliardi di euro. Il margine è diminuito dal 20,1 al 18,1 percento, principalmente a causa del passaggio a un modello di leasing “software as a service” (SaaS), ma è comunque impressionante in un confronto di settore.

>>Leggi anche: Dieci strategie esso Porta la Germania in cima al mondo

Busch ha annunciato il passaggio a SaaS un anno fa. Questi modelli, in cui viene pagata una tariffa regolare per l’utilizzo di software nel cloud, stanno diventando sempre più popolari nell’industria del software. Con SaaS è possibile stabilizzare le vendite e ottenere margini più elevati nel lungo periodo.

Tuttavia, anche i giganti del settore come SAP hanno avuto difficoltà a effettuare il passaggio. “Una tale trasformazione è già una sfida enorme e altri l’hanno superata”, ha affermato Ralph Thomas, CFO di Siemens in un’intervista con Handelsblatt. “La rispettiamo molto”.

Partner principale Nvidia

Siemens ha già deciso di cercare di assicurarsi una posizione chiave nella digitalizzazione del settore. Alcuni nel gruppo sperano che la piattaforma Mindsphere diventi il ​​sistema operativo centrale del settore per l’Internet delle cose.

Tuttavia, divenne presto evidente che MindSphere sarebbe stato solo un componente di molti in un mondo dominato da interfacce aperte e collaborazione. Milioni di dispositivi sono stati collegati nel tempo ed è stato creato un club di utenti. Tuttavia, Mindsphere è rimasto un elemento costitutivo tra i tanti e raramente è stato venduto come prodotto autonomo.

La strategia di Xcelerator ora si basa radicalmente sull’apertura. “Nessuna singola azienda può risolvere la sfida che i nostri clienti devono affrontare”, ha affermato il direttore della strategia Körte. Sulla piattaforma dovrebbe esserci un set curato di hardware e software di Siemens, ma anche un mercato aperto per i partner.

Nvidia è stata presentata come il partner più importante. Il produttore di hardware si avvicina così a un’altra gamma Dax dopo Mercedes. Nello stabilimento automobilistico di Stoccarda, Nvidia è principalmente coinvolta nella guida autonoma e riceve oltre il 40% delle entrate tramite un modello di “ripartizione dei ricavi”. Questa è una novità nel settore automobilistico ed è considerata controversa all’interno della Mercedes.

Di più: Il presidente di Nvidia Huang parla della partnership con Mercedes