Toscana Calcio

Informazioni sull'Italia. Seleziona gli argomenti di cui vuoi saperne di più su Toscana Calcio

Rinnovo a spese del partito ?: Johnson potrebbe aver sottratto le donazioni

Rinnovo a spese della festa?
Johnson potrebbe essersi appropriato indebitamente delle donazioni

Boris Johnson ha preso donazioni dalle casse del partito per rinnovare la sua residenza ufficiale di Downing Street? Almeno questo è ciò che suggerisce Dominic Cummings, ex confidente del primo ministro britannico. L’opposizione chiede che la questione venga chiarita completamente.

Dopo le diffuse accuse del suo ex fidanzato Dominic Cummings, il primo ministro britannico Boris Johnson è sotto pressione, tra le altre cose, per la ristrutturazione della sua residenza ufficiale. Il partito laburista di opposizione ha chiesto al primo ministro di chiarire la questione.

Il parlamentare laburista Steve Reid ha detto a BBC Radio 4. “Dobbiamo conoscere l’intero importo che è stato speso e abbiamo bisogno di sapere chi ha pagato per il lavoro e chi il primo ministro si propone ora di pagare” a BBC Radio 4. Il governo deve fare tutto. Informazioni su pagamenti o donazioni relative al rifornimento.

Diversi media britannici avevano precedentemente riferito, citando fonti di Downing Street, che Cummings era dietro la pubblicazione di un messaggio di testo segreto tra Johnson e l’uomo d’affari James Dyson. L’ex consigliere di Johnson, che ha lasciato l’incarico dopo un’aspra disputa a dicembre, ha risposto venerdì con le critiche del primo ministro sul suo blog.

Trasferimento a 230.000 €

In esso, Johnson è stato accusato di numerosi comportamenti scorretti, inclusa la ristrutturazione ufficiale dell’appartamento 11 di Downing Street, e Cummings ha scritto che il primo ministro non gli ha parlato della questione dal 2020. Johnson aveva precedentemente detto a Johnson che credeva ai suoi “piani per I donatori per pagare le spese di ristrutturazione in segreto hanno cambiato morale, stupido e forse illegale, e quasi certamente in violazione della corretta divulgazione delle donazioni politiche “. Ha notato che una volta Johnson aveva pianificato di convincere i donatori del partito a pagare per il rinnovo.

Come riportato dalla BBC e dalla Palestine News Agency, venerdì il governo ha annunciato per la prima volta che Johnson aveva pagato di tasca propria le spese di rinnovo. Il governo ei ministri hanno sempre aderito al codice di condotta e alla legge elettorale. Si dice che il trasferimento sia costato l’equivalente di circa 230.000 euro.

READ  Corridoio Corona per i lavoratori: dopo il decreto gli italiani spingono per le vaccinazioni