Toscana Calcio

Informazioni sull'Italia. Seleziona gli argomenti di cui vuoi saperne di più su Toscana Calcio

Regione di Düsseldorf: diverse migliaia di aziende sono a rischio

Regione di Düsseldorf: diverse migliaia di aziende sono a rischio

Da sinistra, Karsten Nicklaus e Thomas Jarzombek, membro del Parlamento (foto: esclusiva)
annuncio

Dusseldorf. Il termine per la presentazione della fattura finale per le aziende che hanno ricevuto aiuti di Stato durante il periodo Corona scade alla fine di marzo. A livello nazionale sono state colpite 70.000 aziende, a Düsseldorf e nella regione un gran numero di aziende sono a rischio. Nello specifico, tutti gli aiuti dovranno essere versati per intero se ricevuti entro il 31 marzo. La fattura finale non è stata fornita. Ora è necessario agire rapidamente: “Ci sono ancora un gran numero di fatture finali a quattro cifre in sospeso nell'area di Düsseldorf. Se la scadenza scade, c'è il rischio di un pagamento completo, che metterà a dura prova l'esistenza di queste aziende di nuovo a rischio Senza una proroga dei termini ci saranno in definitiva notevoli danni economici alla nostra sede e il rischio di perdere molti posti di lavoro.

La pandemia di Corona ha posto la nostra economia di fronte a sfide senza precedenti negli ultimi anni. Per aiutare le aziende colpite in questo momento difficile, nell’ultima legislatura il governo federale guidato dall’Unione ha previsto diversi programmi di sostegno al coronavirus. È scaduto dopo oltre due anni, il 30 giugno 2022. Sono state presentate quasi cinque milioni di domande di contributo e il valore dell’erogazione degli aiuti economici ha raggiunto i 130 miliardi di euro. Le aziende devono ora presentare i conti definitivi. Nonostante la proroga del termine per la presentazione delle domande e dei solleciti, all’inizio di febbraio 2024 mancano ancora circa 70.000 fatture definitive, secondo le informazioni del Ministero federale dell’economia.

Il deputato del Bundestag Thomas Jarzombek ritiene opportuno un approccio orientato alla soluzione: “Durante il periodo del Corona virus, le leggi relative ai programmi di sovvenzione dovevano essere attuate rapidamente a causa dei termini molto brevi. Con le conoscenze odierne sono necessarie soluzioni pratiche e le modifiche necessarie.

READ  Scadenza aziendale: GDL decide scioperi sulle ferrovie

Ciò vale anche per la notevole burocrazia coinvolta negli esami. “I presidenti di tutte le 21 camere dei consulenti fiscali chiedono attualmente al governo federale di semplificare il processo di verifica dei conti finali degli aiuti economici al coronavirus”, così il deputato di Düsseldorf riassume la situazione attuale.

Carsten Nicklaus, presidente dell'Associazione dei consulenti fiscali di Düsseldorf, sottolinea l'arretrato e l'enorme carico di lavoro difficile da gestire. “Stiamo parlando di un onere enorme per un'intera professione. Senza una guida adeguata durante il processo di audit e con una carenza di lavoratori qualificati, noi consulenti fiscali siamo esposti a potenziali azioni legali per danni allo scadere del termine. Ciò avviene dopo che la professione è intervenuta come un organo di revisione per le richieste di aiuto durante la crisi del Corona. Pertanto una proroga generale del termine fino al 31 dicembre 2024 e, in singoli casi giustificati, adeguati termini di grazia (ad esempio in caso di malattia) sarebbero utili e attenuanti.

Thomas Jarzombek chiede una pianificazione della sicurezza per supportare gli enti di controllo: “L'approccio precedente del Ministero federale dell'economia di rinviare la scadenza per le domande di due o tre mesi non si è dimostrato efficace. È quindi necessario dare agli imprenditori, ai terzi e alle autorità preposte al rilascio delle licenze un prospettiva praticabile per pianificare ed estendere la scadenza.” Scadenza per le domande fino al 31 dicembre 2024.

Visualizza