Toscana Calcio

Informazioni sull'Italia. Seleziona gli argomenti di cui vuoi saperne di più su Toscana Calcio

Perché la vitamina D è così importante: effetto e funzione

Perché la vitamina D è così importante: effetto e funzione


Tra le vitamine liposolubili la vitamina D occupa un posto speciale: il corpo può produrla da solo. Ma cos’è realmente la vitamina D e come funziona nel corpo?

vitamina La D è una delle vitamine liposolubili ed è essenziale per l’organismo. Può essere immagazzinato dall’organismo e, a differenza della maggior parte delle vitamine, viene prodotto dall’organismo stesso. La luce solare è importante per la produzione di vitamina D. Puoi leggere tutte le informazioni sulla vitamina D qui.

Cos’è la vitamina D?

Il termine vitamina D si riferisce a un gruppo di vitamine liposolubili Vitamine insieme. Questi composti sono scientificamente conosciuti come calciferolo e appartengono al gruppo dei secosteroidi. Secondo l’Istituto Robert Koch (RKIDi questi composti, la vitamina D2 (ergocalciferolo) e la vitamina D3 (colecalciferolo) sono le forme più importanti del gruppo.

La vitamina D è prodotta dal corpo stesso, con l’aiuto della radiazione solare. La vitamina poi raggiunge il fegato e i reni attraverso la pelle e viene trasformata nella sua forma biologicamente attiva.

La vitamina D ha questo effetto nel corpo

La vitamina D, tra le altre cose, è importante per il metabolismo osseo. Secondo la Società Tedesca di Nutrizione (DGE), regola l’equilibrio di calcio e fosfato e contribuisce quindi a una migliore stabilità ossea. La vitamina D può anche contribuire alla salute di ossa, denti e muscoli.

Sono disponibili per l’acquisto numerosi integratori di vitamina D. Per garantire che non compaiano sul mercato prodotti contenenti indicazioni nutrizionali errate, l’Autorità europea per la sicurezza alimentare (EFSA) ha stilato un elenco delle cosiddette “asserzioni sulla salute”. Contiene dati relativi alla salute per alcuni ingredienti, inclusa la vitamina D. Secondo la Society for Applied Vitamin Research, queste affermazioni sono state approvate:

  • vitamina D contribuisce al normale assorbimento/utilizzo di calcio e fosforo
  • vitamina D contribuisce ai normali livelli di calcio nel sangue
  • vitamina D contribuisce al mantenimento di ossa normali
  • vitamina D contribuisce al mantenimento della normale funzione muscolare
  • vitamina D- Contribuisce alla preservazione dei denti naturali
  • vitamina D Contribuisce al normale funzionamento del sistema immunitario
  • vitamina D ha una funzione nella divisione cellulare
READ  E-bike: cosa vorrei sapere prima di acquistarla

È importante notare: sebbene la vitamina D sia benefica per il sistema immunitario e il suo effetto sia scientificamente provato, ciò non significa che gli integratori alimentari con questa vitamina abbiano automaticamente un effetto positivo sul sistema immunitario. Se il corpo è già fornito di sufficiente vitamina D, assumerla potrebbe effettivamente essere dannoso.

vitamina D: Quali sintomi possono manifestarsi in caso di sovradosaggio?

Secondo l’RKI, la vitamina D può essere immagazzinata nel tessuto muscolare e adiposo. Non è possibile assumere una dose eccessiva di vitamina D a causa della produzione propria dell’organismo, ma gli integratori alimentari possono causare sintomi di tossicità. Secondo l’RKI, questi sintomi includono i seguenti sintomi:

  • nausea
  • Anoressia
  • Crampi allo stomaco
  • Vomito

Nei casi più gravi, il sovradosaggio può portare alla morte, scrive RKI.

C’è una carenza di vitamina D in Germania?

Sono relativamente pochi gli alimenti in cui è possibile trovare la vitamina D. Un mito in particolare persiste: che gli avocado contengano vitamina D. Questo non è il caso. I valori sono stati pubblicati dal Max Rubner Institute e si basano su misurazioni di laboratorio. I valori ora sono stati modificati.

La principale fonte di vitamina D arriva attraverso la pelle. Ma questo richiede la luce solare. Tuttavia, secondo la Direzione generale delle statistiche, “la maggior parte della popolazione non soffre di carenza di vitamina D”. secondo Pubblicato da RKI Secondo il 2016, circa il 30,2% degli adulti non ha abbastanza vitamina D. Il 38,4% dei tedeschi, invece, ha riserve sufficienti nel proprio corpo. La carenza può essere determinata dai valori del sangue e trattata di conseguenza con i preparati.

READ  Vaccinazione contro l'infezione da virus respiratorio sinciziale nei neonati e negli anziani

I sintomi della carenza di vitamina D includono:

  • Debolezza muscolare
  • Disturbi della crescita ossea
  • Maggiore suscettibilità alle infezioni

Quanto vitamina d al giorno di cui il corpo ha bisogno?

Il DGE consiglia di rimanere fuori dai cinque ai 25 minuti al giorno. Per la formazione della vitamina D è importante che il viso, le mani e le braccia siano quanto più esposti possibile. Tuttavia, il fabbisogno di vitamina D varia a seconda del tipo di pelle, quindi è necessario prestare attenzione quando si prende il sole. IL Ufficio federale per la radioprotezione Afferma di esporre la pelle solo alla metà della “dose UV efficace per le scottature solari”. Pertanto si prende come valore di riferimento il tempo durante il quale la pelle è esposta alle scottature solari e si dimezza il valore. Per i tipi di pelle più chiari (da 1 a 3) si applicano tempi diversi rispetto a quelli più scuri (da 4 a 6). IL DGE Fornisce una panoramica dell’assunzione giornaliera in base all’età:

vecchio vitamina D Se la radiazione solare è molto bassa µg/giorno
Neonati (da 0 a meno di 12 mesi) 10*
Bambini (da 1 a meno di 15 anni) 20*
Giovani e adulti (dai 15 ai 65 anni) 20*
Adulti (dai 65 anni) 20*
donne incinte 20*
Allattamento al seno 20*

* Stime