Toscana Calcio

Informazioni sull'Italia. Seleziona gli argomenti di cui vuoi saperne di più su Toscana Calcio

Berlino rimane nelle scuole con regole Corona più severe

Corona è ancora onnipresente, ma è diventato possibile controllarla. Berlino ha avuto il tasso più basso tra tutti gli stati federali in settimane e gli ospedali e le unità di terapia intensiva della città possono facilmente gestire il numero di pazienti. Tuttavia, il Senato sta creando grande confusione con la sua politica su Corona. Di recente, i membri del governo statale di Berlino hanno rilasciato varie dichiarazioni sulle regole di quarantena e sul sistema di test nelle scuole. Martedì si è tenuta una riunione regolare del comitato. Alla fine si è deciso: quasi niente! Ha detto alla successiva conferenza stampa che c’era ancora bisogno di coordinamento.

Il senatore della salute Ulrike Gott (The Greens) ha dichiarato lunedì che il periodo di isolamento per le persone infette sarà ridotto. Devono solo autoisolarsi per altri cinque giorni. Tuttavia, questo dovrebbe applicarsi solo se è stata priva di sintomi per 48 ore. Finora, sono stati descritti da sette a dieci giorni di isolamento dopo l’infezione da corona in base a vari criteri.

La senatrice del Comitato per la salute della Camera dei rappresentanti ha affermato di vedere questo come un altro passo verso la normalizzazione nel trattare con Corona. Ciò include anche fare più affidamento sul campionamento casuale in futuro. “Proprio come si fa con l’influenza”, ha detto Gotti. Poi ha detto: Tutti gli stati federali vogliono decidere questo.

Guidato da Gott, il senatore alla cultura Klaus Lederer (a sinistra) si è pronunciato a favore dell’abbreviazione del periodo di isolamento, anche se con maggiore cautela. “È una considerazione difficile, devi davvero dirlo a questo punto. Ma almeno con Omikron, le conseguenze sembrano essere gestibili in modo diverso rispetto alle varianti precedenti”, ha detto martedì il vicepremier a RBB-Inforadio. continuare a stare attenti nella cultura”.

READ  Denti di gesso: la nuova malattia diffusa

Corona non è ancora finita, e questo vale anche per le istituzioni culturali. “C’è ancora molta preoccupazione che le persone che partecipano agli eventi siano al sicuro”, ha detto. D’altra parte, gli artisti gli hanno chiesto come si potessero cancellare interi eventi se qualcuno della squadra fosse risultato positivo ma non mostrasse sintomi. “È un disastro morale ed emotivo”, afferma Lederer.

Le persone colpite dovranno probabilmente sopportare questo disastro, come lo chiama Lederer, per molto più tempo. Martedì è stato annunciato che non tutti gli stati federali avevano deciso di rilassarsi. Questo perché, come in tutta la pandemia, ognuno ha prerequisiti completamente diversi. Nel paese del leader dell’infezione Schleswig-Holstein (1347.1), ad esempio, l’epidemia e la potenziale mitigazione sono certamente discusse in modo diverso rispetto a Berlino (519.1).

Ma. In ogni caso, martedì il governo dello stato di Berlino non è stato in grado di modificare la legge sulla protezione dalle infezioni nel modo proposto dal senatore. Si spera ancora in un “approccio nazionale”, ha detto la portavoce de facto del Senato Lisa Frerich, e certamente vuole aspettare la conferenza dei ministri della salute di giovedì. Ha detto che le regole di isolamento potrebbero quindi essere modificate nella prossima settimana circa.

Il Senato, inoltre, non parla una lingua quando si tratta della questione di più esami obbligatori nelle scuole. Ad esempio, il senatore per la salute Ulrike Gote ha annunciato lunedì al gruppo di esperti che l’obbligo di test sarebbe presto scaduto. La politica del Partito dei Verdi ha affermato di presumere che il Dipartimento dell’Istruzione responsabile della questione seguirà questa strada in modo simile ad altri stati federali. Da un punto di vista tecnico, abbandonare i test senza motivo è la cosa giusta da fare.

READ  Telescopio spaziale di Webb: la ricerca delle grandi risposte

“Interrompere i test non significa in alcun modo rinunciare alle misure preventive”, ha affermato Gotti. Tuttavia, qui è richiesta una maggiore responsabilità personale. “Posso solo raccomandare a tutti di aderire alle misure preventive che ora sono ben praticate individualmente e a proprio rischio”. Ciò include, ad esempio, indossare volontariamente una maschera protettiva.

Inoltre, i futuri genitori continueranno a essere tenuti a sottoporre a screening i propri figli se sospettano di avere il coronavirus e a non mandarli a scuola, afferma Gotti. Un tale approccio sotto la propria responsabilità è “ragionevole e necessario”.

Le associazioni genitori-insegnanti richiedono il test del bus

Questa esperienza è stata facilmente lasciata svanire nel Dipartimento dell’Istruzione del Senato. Sono impegnati in un piano per testare studenti e personale delle scuole ogni giorno nella prima settimana dopo le vacanze di Pasqua, iniziate lunedì, cinque volte. Almeno la settimana successiva, tutti dovranno mettersi alla prova altre tre volte. Un portavoce per l’istruzione, il senatore Astrid Sabine Posey (SPD) ha affermato che come andranno le cose dopo che sarà discusso solo nello scambio con il comitato consultivo per l’igiene, i rappresentanti dei genitori e le associazioni dei presidi.

È sotto una fortissima pressione da parte delle associazioni dei genitori e del sindacato degli insegnanti GEW. Entrambi richiedono che gli esami rimangano obbligatori nelle scuole. Il vicino Brandeburgo ha dimostrato che c’era un altro modo. Martedì pomeriggio, il governo statale porrà fine al suo impegno per testare gli scolari e gli asili nido.

L’alternativa per la Germania vede Berlino come un “autista a guida nazionale”

I critici, come l’esperto di istruzione di Alternative for Germany Thorsten Weiss, considerano il percorso di Berlino sbagliato. “Nella settimana che precede le vacanze di Pasqua, il tasso di test positivi è stato dello 0,22% degli studenti e dello 0,51% degli insegnanti. Questo piccolo tasso di positività mostra chiaramente che non c’è più bisogno di test medici o epidemiologici”, Weiss ha scritto In un comunicato stampa.

READ  Quanto sono pericolose le bevande analcoliche zuccherate a basso contenuto calorico?

In quasi tutti gli altri paesi, l’obbligo del test è già terminato. Il politico dell’AfD ha affermato che se, come annunciato, la Turingia non fosse tornata ai test dopo il 7 maggio, Berlino “starebbe lì come pilota nazionale nel modo sbagliato”. “Si tratta di imporre un principio alla realtà. Alla fine la ragione cade nel dimenticatoio”.