Toscana Calcio

Informazioni sull'Italia. Seleziona gli argomenti di cui vuoi saperne di più su Toscana Calcio

Lampedusa: Più di 2.000 immigrati arrivano su un’isola in Italia

Paesi esteri Il Mar Mediterraneo

Più di 2.000 migranti su una barca arrivano a Lampedusa – l’Italia sta cercando di distribuirlo all’Unione Europea

La Guardia Costiera italiana accoglie gli immigrati in barca a Lampedusa

La Guardia Costiera italiana accoglie i migranti in barca a Lampedusa

Cosa: Reuters

A questo punto troverai i contenuti di Podigee

Per interagire o visualizzare i contenuti di Podigee e altri social network, abbiamo bisogno del tuo consenso.

Migliaia di immigrati sono arrivati ​​sull’isola italiana di Lampedusa in breve tempo e il loro numero è triplicato rispetto allo stesso periodo dell’anno precedente. Nel frattempo, i bagnini marini criticano la disabilità da parte delle autorità.

unLa piccola isola italiana di Lampedusa sul Mediterraneo ha portato in barca più di 2.000 migranti in un breve periodo di tempo e il numero di barche dovrebbe aumentare lunedì. Lo riporta l’agenzia di stampa ANSA. In Italia le chiamate di allerta sono aumentate dopo che il numero degli arrivi è triplicato rispetto all’anno precedente.

Lunedì notte, le navi pattuglia al largo di Lampedusa hanno prelevato diverse centinaia di persone da piccole imbarcazioni e le hanno portate a terra. Altri, secondo l’Ansa, sarebbero arrivati ​​sulla costa da soli. Ciò significa che il numero di uomini, donne e bambini registrati sull’isola di 20 diminuisce nell’arco di 24 ore, è salito a 2128. Lampedusa si trova tra il Nord Africa e l’isola principale della Sicilia, a cui l’isola appartiene amministrativamente. Di solito a Lampedusa vivono circa 6000 persone.

Leggi anche

Tra il 18 marzo 2016 e il 31 maggio 2020, solo 151.755 persone sono arrivate sulle isole greche

Accordo sui rifugiati con la Turchia

Il presidente regionale della Sicilia, Nilo Musomisi, ha parlato di “una tragedia umanitaria irrisolta dei migranti nella regione del Mediterraneo”. Tutti sanno che molti migranti moriranno in mare nelle prossime settimane. Ha scritto su Facebook: “Ma nessuno alza il dito, né a Roma né a Bruxelles”.

Sono arrivati ​​in Italia 12.900 immigrati

Nelle ultime settimane, i soccorritori marittimi nel Mediterraneo hanno anche notato che un gran numero di migranti sta nuovamente compiendo il pericoloso viaggio verso l’Europa su gommoni e piccole navi di legno, spesso dalla Libia e dalla Tunisia. Uno dei motivi, ha detto, è il bel tempo di maggio con le onde spesso calme.

Secondo le statistiche del ministero dell’Interno di Roma, lunedì mattina dall’inizio dell’anno erano arrivati ​​in Italia quasi 12.900 immigrati. Un anno fa erano 4.180 contemporaneamente, con un numero particolarmente elevato proveniente da Tunisia, Costa d’Avorio e Bangladesh. I partiti di destra, tra cui Lega, l’ex ministro dell’Interno Matteo Salvini, hanno messo in guardia nel fine settimana “migliaia di immigrati clandestini”. Il leader del partito ha convocato un incontro con il premier Mario Draghi. “Con milioni di italiani in difficoltà, non possiamo pensare a migliaia di immigrati clandestini”, ha detto Salvini.

Salvini ha annunciato domenica sera che cercherà soluzioni con il ministro dell’Interno Luciana Lamorghese. Lamorgues è già stato in contatto con Draghi a causa del crescente numero di migranti in barca, secondo l’ANSA. Il governo italiano sta cercando di ridistribuire rapidamente i migranti in barca all’interno dell’Unione europea (UE) in altri paesi. Tuttavia, molti di questi paesi gli resistono.

Leggi anche

Rifugiati e altri migranti hanno protestato ad Agios Theodoros, in Grecia, a metà febbraio perché hanno dovuto lasciare i loro luoghi di residenza.

Altre persone stanno arrivando anche dall’isola mediterranea di Malta. Alarm Phone ha chiesto l’aiuto di cinque barche con più di 400 passeggeri nelle acque maltesi. “La situazione a bordo della nave è critica”, ha detto l’organizzazione. “Il salvataggio è necessario ora!”

La nave di soccorso “Sea Watch 4” è stata arrestata in Sicilia

Nel frattempo, i soccorritori marini hanno riferito di essere stati ostacolati dalle autorità italiane. Lunedì, i soccorritori marini hanno detto all’organizzazione umanitaria tedesca Sea-Watch che temevano che la loro nave “Sea-Watch 4” sarebbe stata detenuta per un periodo più lungo nella città portuale siciliana di Trapani a causa di un ordine ufficiale. I soccorritori sono arrivati ​​lì la scorsa settimana con più di 450 migranti su una barca.

Una portavoce di Sea Watch ha detto che l’equipaggio è attualmente in quarantena per 14 giorni. Dopo di che, tuttavia, non era chiaro se alla nave sarebbe stato consentito di salpare di nuovo. Secondo l’organizzazione, “Sea-Watch 4” è stato nuovamente arrestato sulla base di un ordine emesso nel settembre 2020 e per questo motivo era già stato arrestato al porto.

Questo, nel frattempo, è stato revocato fino a quando la Guardia Costiera italiana non ha recentemente presentato un’intercettazione. Le autorità giudiziarie siciliane hanno affermato che durante una perquisizione di “Sea-Watch 4”, a bordo sono stati trovati un gran numero di giubbotti di salvataggio. L’autorità ha detto che il sistema fognario della nave non è stato progettato per un numero così elevato di persone che erano state salvate.

La Guardia Costiera italiana ha sequestrato a marzo un’altra nave dell’organizzazione, la “Sea Watch 3”, nel porto siciliano di Augusta. Anche in questo caso l’autorità si è avvalsa di violazioni delle norme di sicurezza. Ciò significa che nessuna delle navi dell’organizzazione può attualmente lasciare il porto.

Leggi anche

Migranti a Lesbo.  I negoziati sulla riforma dell'asilo nell'Unione europea proseguiranno nel 2021

La rotta marittima attraverso il Mediterraneo è una delle rotte più importanti per le persone in viaggio verso l’Europa. Secondo le statistiche dell’Organizzazione Internazionale per le Migrazioni (OIM), dall’inizio del 2015 sono arrivate in Italia in questo modo quasi 530.000 persone.

Tuttavia, la rotta tra il Nord Africa e la Sicilia è anche una delle rotte migratorie più pericolose. Secondo l’Organizzazione internazionale per le migrazioni, 359 persone sono morte. Le Nazioni Unite stimano che poco più di 500 migranti siano annegati.

READ  La Cina progetta una nuova legge: punire i genitori per il cattivo comportamento dei loro figli - Foreign Policy