Toscana Calcio

Informazioni sull'Italia. Seleziona gli argomenti di cui vuoi saperne di più su Toscana Calcio

Mar Rosso: i ribelli Houthi attaccano navi commerciali, attaccando un cacciatorpediniere americano

Mar Rosso: i ribelli Houthi attaccano navi commerciali, attaccando un cacciatorpediniere americano

al di fuori Il Mar Rosso

I ribelli Houthi attaccano navi commerciali: cacciatorpediniere americano attaccato da droni

Un cacciatorpediniere americano intercetta i droni Houthi

Dopo che gli Houthi attaccarono tre navi mercantili nel Mar Rosso, il cacciatorpediniere americano USS Carney riuscì a respingere diversi droni. “Non è stato possibile respingere tutti gli attacchi e i danni sono stati lievi”, spiega il corrispondente di WELT-US Michael Fullenweber in un’intervista televisiva.

Puoi ascoltare i nostri podcast WELT qui

Per visualizzare i contenuti incorporati è necessario ottenere il consenso revocabile al trasferimento e al trattamento dei dati personali, poiché i fornitori di contenuti incorporati richiedono questo consenso in quanto fornitori di servizi terzi. [In diesem Zusammenhang können auch Nutzungsprofile (u.a. auf Basis von Cookie-IDs) gebildet und angereichert werden, auch außerhalb des EWR]. Impostando l’interruttore su “On”, accetti questo (revocabile in qualsiasi momento). Ciò include anche il tuo consenso al trasferimento di determinati dati personali a paesi terzi, inclusi gli Stati Uniti, ai sensi dell’articolo 49, paragrafo 1, lettera a) del GDPR. Puoi trovare ulteriori informazioni a riguardo. Puoi revocare il tuo consenso in ogni momento utilizzando il tasto privacy a fondo pagina.

Dall’inizio della guerra di Gaza ci sono state preoccupazioni circa l’espansione del conflitto in Medio Oriente. Una zona di crescente tensione è il Mar Rosso. Ora ci sono di nuovo diversi incidenti lì. Interviene nuovamente un cacciatorpediniere americano.

HRapporti statunitensi affermano che una nave da guerra americana è stata attaccata nel Mar Rosso da droni appartenenti alla milizia Houthi alleata dell’Iran. Il Comando militare statunitense per il Medio Oriente (Centcom) ha dichiarato domenica che il cacciatorpediniere USS Carney ha risposto alle chiamate di soccorso di tre navi commerciali nel Mar Rosso meridionale. Tre droni diretti verso la nave da guerra furono abbattuti.

Il Comando Centrale ha dichiarato: “Oggi ci sono stati quattro attacchi contro tre diverse navi commerciali che operavano in acque internazionali nel Mar Rosso meridionale”. Carney ha detto di aver rilevato un missile lanciato da un’area controllata dagli Houthi nello Yemen ed è atterrato vicino alla nave mercantile Unity Explorer battente bandiera delle Bahamas. La nave riportò successivamente lievi danni causati da un altro missile.

La nave mercantile n. 9, battente bandiera panamense, ha riportato danni a causa di un missile lanciato dallo Yemen, mentre la Sophie 2, battente bandiera panamense, ha dichiarato di essere stata colpita ma di non aver subito gravi danni.

Leggi anche

Il Comando Centrale ha affermato che gli attacchi rappresentano una “minaccia diretta al commercio internazionale e alla sicurezza marittima”. Lui continuò. La leadership militare ha annunciato che gli Stati Uniti studieranno tutte le misure appropriate in pieno coordinamento con i loro alleati e partner internazionali.

La milizia Houthi aveva precedentemente rivendicato la responsabilità degli attacchi alle navi “Unity Explorer” e “Number Nine”. La milizia sciita ha dichiarato su Internet di aver effettuato un’operazione contro due navi israeliane nello stretto di Bab al-Mandab. Le navi sono state attaccate con un missile e un drone dopo aver respinto gli avvertimenti degli Houthi.

Il portavoce dell’esercito israeliano Daniel Hagari ha confermato che le due navi non hanno alcun collegamento con lo Stato di Israele. Una delle navi era stata gravemente danneggiata ed era in pericolo. Lei rischia di annegare.

E c’è preoccupazione per una maggiore escalation

Lo stretto di Bab al-Mandab collega il Mar Rosso all’Oceano Indiano ed è di grande importanza per il commercio marittimo globale, in particolare per il trasporto del petrolio. Circa il 10% del commercio mondiale totale passa attraverso il Mar Rosso. Gli Houthi hanno affermato che continueranno a prendere di mira le navi israeliane finché “l’aggressione israeliana contro i nostri fratelli nella Striscia di Gaza non si fermerà”.

Leggi anche

Terra di notte

Israele, l’Occidente e gli altri

Ambrey, responsabile della sicurezza marittima, aveva precedentemente riferito che un missile era stato lanciato contro una nave mercantile britannica battente bandiera delle Bahamas. In un comunicato si aggiunge che il missile ha colpito la nave e l’equipaggio è fuggito in salvo.

Secondo Ambrey, la nave è di proprietà di una società di proprietà del cittadino britannico Dan David Ungar. L’Autorità marittima britannica UKMTO ha segnalato “attività di droni, inclusa una possibile esplosione” vicino allo stretto di Bab el-Mandab e ha consigliato alle navi di essere più caute.

Leggi anche

Guardando alla Striscia di Gaza: l’esercito israeliano si sta ora concentrando sul sud

Dall’inizio della guerra di Gaza, gli attacchi da parte di gruppi alleati dell’Iran contro le forze americane in Medio Oriente sono aumentati. Ciò fa temere una maggiore escalation nella regione. Gli Houthi sostenuti dall’Iran si considerano parte di un autoproclamato “asse di resistenza” diretto contro Israele. Ciò include anche altri gruppi sostenuti dall’Iran come il movimento islamico estremista Hamas e la milizia sciita Hezbollah in Libano. Da quando è iniziata la guerra tra Israele e Hamas in risposta al loro brutale attacco al territorio israeliano, la milizia Houthi ha lanciato in diverse occasioni droni e missili contro Israele.

Il 19 novembre i combattenti Houthi sequestrarono anche la nave mercantile Galaxy Leader e ne arrestarono l’equipaggio. Secondo la società di sicurezza marittima Ambrey, il proprietario della nave è la Ray Car Carriers, di proprietà dell’uomo d’affari israeliano Avraham Rami Ungar.

Qui troverai contenuti di terze parti

Per visualizzare i contenuti incorporati è necessario ottenere il consenso revocabile al trasferimento e al trattamento dei dati personali, poiché i fornitori di contenuti incorporati richiedono questo consenso in quanto fornitori di servizi terzi. [In diesem Zusammenhang können auch Nutzungsprofile (u.a. auf Basis von Cookie-IDs) gebildet und angereichert werden, auch außerhalb des EWR]. Impostando l’interruttore su “On”, accetti questo (revocabile in qualsiasi momento). Ciò include anche il tuo consenso al trasferimento di determinati dati personali a paesi terzi, inclusi gli Stati Uniti, ai sensi dell’articolo 49, paragrafo 1, lettera a) del GDPR. Puoi trovare ulteriori informazioni a riguardo. Puoi revocare il tuo consenso in ogni momento utilizzando il tasto privacy a fondo pagina.

READ  Nigeria: l'incidente mortale del traghetto in Niger