Toscana Calcio

Informazioni sull'Italia. Seleziona gli argomenti di cui vuoi saperne di più su Toscana Calcio

Le scuole in Afghanistan ripartono senza le ragazze della seconda media

Le scuole in Afghanistan ripartono senza le ragazze della seconda media

Al: 20 marzo 2024 alle 15:59

In Afghanistan è iniziato il nuovo anno scolastico: il terzo anno consecutivo senza le ragazze più grandi. Viene loro impedito di iscriversi alle scuole secondarie. Il movimento estremista islamico dei talebani non dà alcuna speranza di cambiare la situazione.

In Afghanistan è iniziato il nuovo anno scolastico, ma le aule per le ragazze più grandi sono rimaste chiuse per il terzo anno consecutivo. Sotto il governo del movimento talebano islamico al potere, l’istruzione per le ragazze dalla seconda media in poi rimane vietata.

In alcune parti del Paese, le donne e le ragazze di età superiore ai 12 anni frequentano ancora scuole religiose, scuole di ostetricia e infermieristica. Secondo il Fondo delle Nazioni Unite per l’infanzia (UNICEF), un milione di ragazze nel Paese sono state colpite dal divieto scolastico. L’Afghanistan è l’unico paese al mondo che impedisce alle ragazze di iscriversi a scuola dopo la scuola elementare.

Non c'è fine a tutto ciò Divieto di istruzione è prevista

Nessun cambiamento in vista: durante una cerimonia ufficiale che segna l'inizio della scuola, il ministro talebano dell'Istruzione Habibullah Agha ha annunciato di voler migliorare la qualità dell'istruzione nel paese. Ha escluso la possibilità di aprire scuole per ragazze.

In passato i talebani avevano promesso che avrebbero interrotto l’istruzione delle ragazze più grandi finché non si fossero create condizioni non meglio specificate. Recentemente le dichiarazioni pubbliche di alcuni alti esponenti talebani a favore dell'istruzione femminile hanno dato speranza. Ma finora nulla è stato fatto in questa direzione.

Il matrimonio è l’unica via d’uscita

La quindicenne Forosan della città di Herat, nell'Afghanistan occidentale, non crede più che le scuole pubbliche saranno aperte alle ragazze più grandi finché i talebani rimarranno al potere. Ha detto all’agenzia di stampa tedesca: “Volevo studiare legge e difendere i diritti delle donne nel mio paese”.

READ  Ucraina-Notizie: ++ Kiev chiede la riconsegna del Toro - Sumy è di nuovo sotto il fuoco russo ++

Attualmente sta frequentando corsi online, ma spera di poter riprendere presto la formazione formale del governo. Altrimenti ha paura di dover sposarsi, il che significherà la fine dei suoi sogni.

Le Nazioni Unite parlano di “segregazione razziale di genere”

Quando sono tornati al potere nell’agosto 2021, i talebani islamici estremisti hanno inizialmente annunciato che sarebbero stati meno duri rispetto al loro primo governo dal 1996 al 2001. Ma da allora la milizia si è sempre più radicalizzata.

Donne e ragazze sono sottoposte al peso maggiore delle restrizioni, spingendo le Nazioni Unite a parlare di “apartheid di genere”. Il nuovo anno accademico è iniziato da poco anche nelle università pubbliche, ma le donne non possono più frequentarlo da dicembre 2022. L’UNICEF ha ora messo in guardia da una grave carenza di donne qualificate in vari campi come la sanità e l’istruzione.