Toscana Calcio

Informazioni sull'Italia. Seleziona gli argomenti di cui vuoi saperne di più su Toscana Calcio

La madre dell'adolescente continua: la polemica sugli abusi di Mark Terenzi è lungi dall'essere finita

La madre dell'adolescente continua: la polemica sugli abusi di Mark Terenzi è lungi dall'essere finita

La madre dell'adolescente guarda
La disputa sugli abusi è tutt’altro che finita per Mark Terenzi

Ascolta il materiale

Questa versione audio è stata creata artificialmente. Maggiori informazioni | Invia la tua opinione

Giovedì il processo per presunte molestie a una quindicenne si è concluso con una nota negativa per Mark Terenzi. Alla fine ha accettato un accordo tra autore e vittima. Poco dopo, la madre della ragazza ha nuovamente contraddetto il cantante.

Giovedì davanti al tribunale distrettuale di Borna, in Sassonia, si sono verificate scene incredibili. Dopo che avrebbe dovuto rispondere qui all'accusa di aver molestato sessualmente una ragazza allora quindicenne nel 2022, Mark Terenzi inizialmente è rimasto sconvolto, secondo gli osservatori del processo.

In tribunale ha accusato a gran voce la madre dell'adolescente, la sua ex compagna Anja R.: “Mi avete rovinato la vita!” Ha anche espresso rabbia per il fatto che la presunta vittima non si sia presentata all'udienza dopo che il giovane medico lo aveva messo in congedo per malattia. “Stai scherzando? Dov'è tua figlia?” (“Stai scherzando? Dov'è tua figlia?”, ha gridato Terenzi ad Anja R., secondo i giornalisti di RTL.

Ma poi all'improvviso al processo si è verificata una svolta sorprendente, avvenuta perché Terenzi aveva precedentemente rifiutato di accettare una condanna per un totale di 1.000 euro per queste accuse: il procedimento è stato temporaneamente sospeso. Il motivo: il cantante ha accettato il cosiddetto accordo vittima-autore del reato dopo soli cinque minuti in tribunale. Ciò significa che deve chiedere chiarimenti al 17enne che accusa di abusi. Se non lo farà, la procedura verrà riaperta.

Terenzi è sollevato

Successivamente, il musicista, che in precedenza aveva insistito con veemenza sull'innocenza, sembrò sollevato. Dopotutto aveva un “brutto anno” alle spalle, perché a causa delle accuse non ha più ricevuto alcun ordine, ha detto al quotidiano Bild. “Ora è finita, finalmente posso lavorare di nuovo. Ho quello di cui sono stato accusato, “, ha aggiunto. “Ciò di cui sono stato accusato non è accaduto.” “Mai. E sono felice che il tribunale lo abbia ora confermato.”

Il 45enne sembra interessato soprattutto a riprendere la carriera. Tuttavia, non è ancora a conoscenza di alcuna colpa. Questo a sua volta fa arrabbiare Anja R. Moltissimo, come ha spiegato adesso in una story sulla sua pagina Instagram.

“L'unica cosa che volevamo era che rispondesse delle sue azioni”, ha scritto Anja R. nella voce resa disponibile a RTL. Si riferisce al significato e allo scopo della riconciliazione tra l'autore del reato e la vittima nel codice di procedura penale. “Seguendo queste prime istruzioni del tribunale, come madre, sono curiosa di sapere fino a che punto verrà raggiunta una soluzione psicologica per la vittima. Meno di due minuti dopo l'accordo, l'autore del reato continua a sostenere di non aver fatto nulla.” Esprime i suoi dubbi.

Terenzi ha tre mesi

In altre parole: per Anja R. Non è ancora finita. Ecco perché insiste sul fatto che “questa direttiva è stata emanata solo perché, secondo la legge, lui ha accettato di voler espiare il suo crimine, come autore del reato”.

Mark Terenzi ha davvero capito cosa ci si aspettava da lui? Le prossime settimane lo diranno. Ha tre mesi per dimostrare alla corte i suoi sforzi per raggiungere un accordo con la presunta vittima.

READ  Giornata dello sport sabato 1 gennaio 2022