Toscana Calcio

Informazioni sull'Italia. Seleziona gli argomenti di cui vuoi saperne di più su Toscana Calcio

La lobby di Boris Johnson e James Dyson Case in Gran Bretagna

DottIl miliardario degli aspirapolvere James Dyson, l’uomo più ricco della Gran Bretagna, è sempre adatto al dibattito politico. Quando il sostenitore della Brexit ha trasferito la testa e la residenza del suo gruppo a Singapore due anni fa, gli oppositori della Brexit sono immediatamente decollati. Questa era la prova che i ricchi sostenitori della Brexit erano fuggiti dal Regno Unito. Pochi giorni fa, si è saputo che il 73enne Dyson era tornato ed era tornato nelle isole britanniche come residente fiscale.

Nel frattempo, c’è un’altra questione che sta scatenando il dibattito politico. Messaggi di testo personali tra Dyson e il Primo Ministro Boris Johnson È trapelato ciò che dicono i critici mostra che Johnson ha offerto aiuto politico a un donatore Tory. Il governo nega con veemenza qualsiasi aborto spontaneo. Nello specifico, ha a che fare con il fatto che nel marzo 2020 Dyson si è offerta – nella prima ondata devastante di Corona – di costruire migliaia di respiratori per i pazienti Corona con i suoi ingegneri. Ha chiesto, tuttavia, che non comporterebbe alcun onere fiscale aggiuntivo. Johnson ha risposto “James” tramite WhatsApp con un tono familiare, “Rishi” (Segretario al Tesoro Sonak) se ne sarebbe occupato.

“Capelli, feltro, capelli”

L’opposizione si è affrettata a tentare di collegare lo scambio di Dyson Johnson allo scandalo Greensel in cui era coinvolto l’ex primo ministro conservatore. David Cameron Attraverso intense attività di lobbying presso il Tesoro e la Banca d’Inghilterra, voleva offrire aiuti e benefici al suo finanziere ora in bancarotta Lex Grinsel. Inoltre, i contratti nella crisi della Corona sono stati assegnati a imprenditori vicini al governo Johnson. Il leader laburista Keir Starmer accusa la poesia di “poesia, poesia, poesia”.

READ  L'ex cancelliere Dominic Cummings ha ricevuto un duro colpo contro Johnson

Tuttavia, il primo ministro ha mantenuto la sua posizione secondo cui la procedura nel caso Dyson era assolutamente corretta. Non si scuserà mai in alcun modo per aver spostato il Cielo e la Terra. In caso di emergenza a causa dell’escalation dell’epidemia di Corona un anno fa, il governo voleva acquistare i ventilatori il prima possibile. Dyson ha detto che il progetto è costato loro 20 milioni di sterline. Non ha ricevuto alcun finanziamento dai contribuenti. Gli osservatori indipendenti potrebbero trovare poco o nessun scandalo in questo caso. “Dyson ha agito saggiamente che lui e il suo team non dovrebbero essere privati ​​se hanno fatto qualcosa in caso di emergenza”, ha detto Bronwyn Maddox, direttore del Government Research Centers Institute. Tuttavia, ho trovato che la pratica di Johnson di tenere il proprio smartphone, che i suoi vecchi conoscenti potevano usare per accedere, fosse un problema.