Toscana Calcio

Informazioni sull'Italia. Seleziona gli argomenti di cui vuoi saperne di più su Toscana Calcio

Il buco nero “consuma ogni giorno poco più della massa del Sole”

Il buco nero “consuma ogni giorno poco più della massa del Sole”

  1. Home page
  2. Lo sappiamo

Insiste

L'immagine di questo artista mostra il quasar da record J059-4351, il centro luminoso di una galassia lontana alimentata da un buco nero supermassiccio. © Osservatorio Europeo Australe/M. Coltello per cereali

Un buco nero appena scoperto di dimensioni inimmaginabili. È difficile credere che sia stato ignorato in cielo per decenni.

Cerro Paranal – L'universo è pieno di superlativi – e in primo piano ci sono i buchi neri. Ora un gruppo di ricerca ha scoperto un oggetto che sta battendo diversi record. Il gruppo di ricerca guidato dall'astronomo Christian Wolff (Australian National University) ha esaminato il quasar J0529-4351 e ha assistito a una sorpresa: l'oggetto dal nome complesso non è solo il quasar più luminoso finora conosciuto, ma anche l'oggetto celeste più luminoso mai visto. osservato finora.

Un quasar è il nucleo attivo di una galassia e trae la sua energia da un buco nero supermassiccio. Il buco nero che alimenta il quasar J0529-4351 sta battendo i record. “Abbiamo scoperto il buco nero con la crescita più rapida finora conosciuto”, spiega Wolf, l'autore principale dello studio. Nella rivista specializzata Astronomia della natura pubblicato era diventato. L'astronomo cerca di rendere tangibili le dimensioni dell'astro: “La sua massa è di 17 miliardi di masse solari e consuma poco più di una massa solare al giorno. “Questo lo rende l'oggetto più luminoso dell'universo conosciuto.”

La regione del cielo dove si trova il quasar da record J0529-4351.  L'immagine è stata creata da immagini del Digitized Sky Survey 2 e il riquadro mostra la posizione del quasar in un'immagine del Dark Energy Survey.
La regione del cielo dove si trova il quasar da record J0529-4351. L'immagine è stata creata da immagini del Digitized Sky Survey 2 e il riquadro mostra la posizione del quasar in un'immagine del Dark Energy Survey. © ESO/Digitized Sky Survey 2/Dark Energy Survey

Buchi neri e quasar battono i record nell'universo

Il quasar è così lontano dalla Terra che ci sono voluti più di dodici miliardi di anni perché la sua luce raggiungesse la Terra. Brilla 500 trilioni di volte più luminosi del Sole. Tuttavia, i numeri inimmaginabili sono ancora migliori: “Tutta questa luce proviene da un disco di accrescimento caldo di sette anni luce di diametro – questo deve essere il più grande disco di accrescimento dell’universo”, aggiunge il coautore Samuel Lai. Per fare un confronto: sette anni luce sono 15.000 volte la distanza tra il Sole e il pianeta più lontano, Nettuno.

READ  Corona in Saarland lunedì 13 giugno

Tutti i numeri sembrano come se il quasar appena scoperto fosse praticamente imperdibile. Ma questo è esattamente quello che è successo comunque. “È strano che sia rimasto così sconosciuto fino ad oggi quando già conosciamo milioni di quasar meno impressionanti. Ci ha letteralmente guardato in faccia fino ad ora”, ha detto in uno dei commenti il ​​co-creatore della Marvel Christopher Onken. avviso.

I quasar più luminosi sono stati a lungo trascurati nello spazio

Tuttavia, c’è una ragione per cui i quasar sono stati scoperti solo ora, e risiede nella tecnologia utilizzata: per distinguere i quasar da altri oggetti celesti in grandi quantità di dati, vengono spesso utilizzati modelli basati sull’apprendimento automatico. Poiché questi modelli vengono addestrati utilizzando dati esistenti, un programma del genere potrebbe rifiutare un corpo celeste situato al di fuori della griglia come un quasar distante, classificandolo invece come una stella vicina.

Cos'è un quasar e cos'è un buco nero supermassiccio?

UN Quasar È il nucleo attivo e luminoso della galassia. Alla luce visibile sembra una stella (come un punto). Ad altre lunghezze d'onda emette grandi quantità di energia. Il termine quasar deriva dalla parola inglese “sorgente radio simile a un quasar” – in tedesco: “sorgente radio simile a una stella”.

Buchi neri supermassicci Si trova al centro della maggior parte delle galassie. Alimentano i quasar. Un buco nero è un corpo celeste la cui massa è concentrata in un volume molto piccolo. Di conseguenza, l'oggetto ha una gravità così forte che nemmeno la luce può lasciarlo. Il confine esterno di un buco nero è chiamato orizzonte degli eventi. La materia orbita attorno a un buco nero, chiamato disco di accrescimento. È la loro emissione di radiazione che viene vista come un quasar luminoso.

READ  Il buco nero improvvisamente ruota verso la Terra

I buchi neri supermassicci sono entusiasmanti da ricercare

Questo è esattamente quello che è successo con J0529-4351. L'oggetto è già visibile in immagini risalenti al 1980, ma solo ora il luminoso corpo celeste può essere classificato come un quasar. Alla fine, lo spettrometro X-Shooter installato al Very Large Telescope dell'Osservatorio Europeo Australe (ESO) a Cerro Paranal in Cile ha fornito i dati cruciali e ha mostrato quanto fosse intenso il quasar.

I buchi neri supermassicci distanti sono di grande interesse per i ricercatori perché contengono segreti risalenti ai primi giorni dell’universo. Ma non è l'unico motivo per cui l'astronomo Wolff li cerca, come ammette: “Personalmente amo la caccia. Per qualche minuto al giorno mi sento di nuovo come un bambino che gioca a caccia al tesoro, ma questa volta porto con me tutto quello che ho imparato da allora.” (fattura non pagata)