Toscana Calcio

Informazioni sull'Italia. Seleziona gli argomenti di cui vuoi saperne di più su Toscana Calcio

I seguenti rivenditori di scarpe hanno presentato istanza di fallimento: Più di 3.000 negozi interessati

I seguenti rivenditori di scarpe hanno presentato istanza di fallimento: Più di 3.000 negozi interessati

Filiali e negozio online

Dopo Görtz e Salamander, il prossimo venditore di scarpe ha presentato istanza di fallimento. Sia le filiali che il negozio online sono interessati.

Dortmund – Il rivenditore di scarpe Görtz ha annunciato alla fine del 2022 di essere insolvente – e ora il prossimo rivenditore di scarpe sta subendo un pestaggio. Ad esempio, JH Pölking GmbH & Co. Kg di Osnabrück ha presentato domanda di fallimento presso l’Amministrazione Autonoma.

Il rivenditore di scarpe JH Pölking ha mandato in bancarotta 3.000 sedi

Come un giornale di settore scarpe Segnalato, la società sembra temere il fallimento. Ciò è causato dalle varie crisi dal 2020. Ecco come lo fa JH. Pölking ha registrato notevoli diminuzioni delle vendite e dei profitti.

Il grossista di scarpe rifornisce più di 3.000 negozi al dettaglio. Le filiali si trovano in Germania e in altri paesi europei. L’azienda è stata fondata nel 1894.

Quali sono le prospettive per i clienti? “Le nostre operazioni commerciali continueranno a essere pienamente operative”, afferma l’amministratore delegato Angelica Bulking. Continuiamo a fornire ai rivenditori le scarpe del nostro attuale catalogo. Gli stipendi del personale sono bloccati per tre mesi (leggi altre notizie di servizio su RUHR24).

Caricamento contenuto in corso…

Per una visualizzazione completa, fare clic qui.

Un altro venditore di scarpe dichiara bancarotta: un esperto lo sospettava

Non dovresti essere sorpreso dal fatto che un altro rivenditore di scarpe stia pizzicando l’esperto Andreas Hess (Università di Coblenza). Attualmente vede il futuro delle scarpe principalmente nei negozi online.

READ  Haribo inizia a chiamare caramelle, scoraggiandone fortemente il consumo

Ma anche il business online ne risente nel caso di JH Pölking. Il gruppo comprende anche Lemax shoe-fashion GmbH, che gestisce 13 filiali e diversi negozi online. Qui vengono assicurati anche gli stipendi dei dipendenti per i prossimi tre mesi. Le operazioni commerciali continueranno senza restrizioni fino a nuovo avviso. Insolvente anche il marchio di moda olandese.

La società ha affermato che l’obiettivo del fallimento è “ristrutturare l’azienda a lungo termine e quindi riposizionarla per il futuro e per essere in grado di competere”. L’azione tempestiva di JH Pölking sarebbe un buon presupposto per questa riorganizzazione.