Toscana Calcio

Informazioni sull'Italia. Seleziona gli argomenti di cui vuoi saperne di più su Toscana Calcio

Gli Stati Uniti confermano la rinuncia alle sanzioni imposte agli operatori del Nord Stream 2 | NDR.de – notizie

Stato: 20 maggio 2021 00:30

Gli Stati Uniti e la Germania discutono da anni sulla costruzione del gasdotto Nord Stream 2 sul Mar Baltico, e ora il governo degli Stati Uniti vuole almeno rinunciare alle sanzioni imposte ai partecipanti tedeschi.

Il governo degli Stati Uniti rinuncia formalmente alle sanzioni contro l’operatore del controverso gasdotto del Mar Baltico Nord Stream 2 e il direttore generale tedesco. In un rapporto inviato mercoledì al Congresso degli Stati Uniti, il segretario di Stato americano Anthony Blinken ha scritto che la rinuncia a misure punitive sarebbe “nell’interesse nazionale degli Stati Uniti”. Tuttavia, verranno imposte sanzioni a diverse navi russe e società di trapianti. Il rapporto afferma che Nord Stream 2 AG, con sede in Svizzera e amministratore delegato Matthias Warnig, è coinvolto in attività che violano il diritto penale statunitense. Tuttavia, l’imposizione di misure punitive avrebbe “effetti negativi sulle relazioni tra Stati Uniti, Germania, Unione europea e altri alleati e partner europei”.

Informazioni aggiuntive

La Climate Foundation mira a completare il gasdotto Nord Stream. Secondo DUH, gli statuti vengono ignorati. Di più

Il rapporto afferma che l’esenzione dalle sanzioni creerebbe spazio per colloqui diplomatici con il governo tedesco sui “rischi posti dal gasdotto Nord Stream 2 completato per la sicurezza energetica in Ucraina e in Europa”. Oltre a Warnig, la regola di esclusione include la piena gestione del Nord Stream 2. La controllata del gigante energetico russo Gazprom, con sede nella città svizzera di Zugo, è responsabile della pianificazione, costruzione e successiva gestione del gasdotto, che è quasi completo.

Critica multipartitica al Congresso degli Stati Uniti

Al Congresso degli Stati Uniti, che nel 2019 ha approvato una legge sulle sanzioni contro la costruzione del Nord Stream 2, l’attuale decisione del governo ha attirato critiche bipartitiche. Il presidente della commissione per gli affari esteri del Senato, il democratico Bob Menendez, ha affermato che il governo Biden dovrebbe fare tutto quanto in suo potere per impedire il completamento dell’oleodotto. Ciò includeva anche sanzioni contro Nord Stream 2 AG e i suoi amministratori delegati. Il senatore repubblicano Jim Risch ha parlato di un “regalo” al presidente russo Vladimir Putin.

READ  Coppia sposata (81, 74) smembrato figlio, figlia e genero - BZ Berlin

Mas: “Continuate a parlarvi nel modo più costruttivo possibile.”

I media statunitensi avevano già riferito martedì che Biden voleva rinunciare alle sanzioni contro Nord Stream 2 AG. Questo è stato accolto con favore a Berlino: il ministro degli Esteri tedesco Heiko Maas ha detto mercoledì che il governo federale considera questo “un passo avanti verso di noi”. È importante che “continuiamo a discutere i problemi tra loro in modo costruttivo possibile”. Il governo tedesco si attiene al gasdotto da 9 miliardi di euro, anche se ci sono critiche da altri paesi dell’UE. Maas ha detto che Nord Stream 2 è l’unica questione su cui Germania e Stati Uniti avevano “punti di vista fondamentalmente diversi”. Si deve ora vedere che “questo progetto non aumenta in alcun modo il nostro onere di cooperazione davvero eccellente”. I prossimi tre mesi dovrebbero essere utilizzati fino al prossimo rapporto del Dipartimento di Stato al Congresso sul Nord Stream 2 per discutere nuovamente le parti problematiche del progetto. I rapporti sono dovuti ogni 90 giorni.

Sindaco di Sassnitz: “Buona giornata”.

Di conseguenza, le minacce di imporre sanzioni al porto di Sassnitz non dovrebbero più essere applicabili. La scorsa estate, i senatori statunitensi hanno minacciato di imporre restrizioni al porto come base per i lavori di costruzione dell’oleodotto. Il sindaco di Sassnitz e i lavoratori portuali hanno dovuto anticipare le restrizioni ai viaggi negli Stati Uniti.

Informazioni aggiuntive

Sono in corso i lavori per la posa del gasdotto Nord Stream 2.

Il governo degli Stati Uniti si oppone alla costruzione del gasdotto, ma a quanto pare vuole migliorare le relazioni con la Germania.
esterno

Il sindaco di Sassnitz, Frank Kracht (D-Link), ha parlato a NDR1MV di una “buona giornata”. “Dal mio punto di vista, questa è una continuazione costante del nuovo presidente al fine di migliorare le relazioni tedesco-americane”, ha detto mercoledì. Kracht ha descritto la rinuncia alle sanzioni come “un ottimo segno per la città e il nostro porto dei traghetti Sassnitz-Mukran GmbH”. La città possiede il 90 percento delle sue operazioni di porto dei traghetti. Kracht ha detto che il tema delle sanzioni spesso grava sulle discussioni con altre società. “E ‘stato molto difficile e ha anche ostacolato alcune trattative. Ma fortunatamente le minacce dei tre senatori sono rimaste e non sono state attuate sanzioni”, ha aggiunto.

READ  Gaza: Israele chiude la zona di pesca dopo i continui bombardamenti

Da anni la controversia sul gasdotto del Mar Baltico

Il gasdotto è stato per anni un punto critico importante nelle relazioni tedesco-americane. Washington resta fermamente contraria al gasdotto naturale. Come il suo predecessore Trump, il presidente Biden sostiene che la Germania e l’Europa diventeranno sempre più dipendenti dalla Russia. Tuttavia, nella lite sull’oleodotto, Washington non vuole mettere a repentaglio i rapporti con la Germania che si sono nuovamente riscaldati dopo gli anni di Trump.

Un buon accessorio di costruzione come finitura

La costruzione del gasdotto naturale dalla Russia attraverso il Mar Baltico alla Germania è stata in gran parte completata. Nelle acque tedesche, ha perso 13,9 km da una singola linea e 16,8 km da una seconda linea. Dopo il suo completamento, Nord Stream 2 dovrebbe trasportare annualmente 55 miliardi di metri cubi di gas naturale dalla Russia alla Germania. Le prime due linee sono state gestite tra Vyborg in Russia e Lubmin nella Pomerania occidentale nel 2011.

Informazioni aggiuntive

Nave posa tubi "Fortuna" In viaggio dal porto di Wismar al Mar Baltico a dicembre 2020. © NDR Photo: Christoph West

L’Ufficio federale competente ha riattivato il permesso di due chilometri nella regione baltica tedesca. Di più

Manuela Schwitzig (Partito socialdemocratico), Primo ministro del Meclemburgo-Pomerania occidentale e Ambasciatore russo a Berlino Sergei Nchaijo visitano la stazione di scarico del gas a Nord Stream 2. © dpa-Bildfunk Foto: Jens Büttner

Il primo ministro Schwarzig ha approvato nuovamente l’oleodotto, indipendentemente dalle crescenti richieste di fermare il progetto. Di più

Il "Accademico Chersky" È stato estratto dal porto di Wimar.  © Christoph West Foto: Christoph West

Il ritmo di costruzione del gasdotto del Mar Baltico è in aumento. Ad oggi, un’altra nave è in funzione per posare i gasdotti al largo della Danimarca. Di più

Questo argomento nel programma:

Radio NDR 1 MV | Notizie | 19/05/2021 | 06:00.

Logo NDR