Toscana Calcio

Informazioni sull'Italia. Seleziona gli argomenti di cui vuoi saperne di più su Toscana Calcio

Corona è una malattia completamente diversa? Nuovi risultati di ricerca sorprendenti

  • A partire dalChristina Rosenberger

    Vicino

In precedenza si pensava che il coronavirus fosse un virus del raffreddore a causa dei suoi sintomi. Ora i ricercatori sono giunti alla sorprendente conclusione che tutto è diverso.

Corona è ovunque. Per più di un anno, il virus ha tenuto il mondo intero intrappolato in una pandemia. Ma ora i ricercatori hanno acquisito conoscenze completamente nuove sul Covid-19. Perché fino ad ora la scienza ha ipotizzato che il virus Corona causi una malattia respiratoria. Come echo24.de* È stato ora riportato, tuttavia, che un nuovo studio del Salk Institute for Biological Studies di San Diego, in California, mostra che le cosiddette proteine ​​spike per Sars-CoV-2 potrebbero suggerire una tesi diversa.

Le mutazioni del coronavirus sono proteine ​​sul guscio del virus e sono ormai ben note, almeno esternamente, perché danno al virus Covid-19 la sua forma tipica. Anche le proteine ​​appuntite vengono sempre discusse quando si tratta del rischio di contrarre un virus. Perché aiutano con il trasporto. Ma non è tutto, il team di ricerca del Salk Institute ha ora scoperto un’altra caratteristica della colonna vertebrale.

Corona: frenesia della ricerca – una malattia completamente diversa dal previsto

Sul giornale di settore Ricerca circolatoria Gli scienziati hanno pubblicato un articolo alla fine di aprile. Hanno dimostrato che il virus SARS-CoV-2 “danneggia e attacca il sistema vascolare a livello cellulare”. Pertanto, i ricercatori stanno ora classificando il Covid-19 come una malattia completamente diversa. “Molte persone pensano che sia una malattia respiratoria, ma in realtà è una malattia vascolare”, ha detto Uri Manor, uno degli autori dello studio, in un comunicato stampa rilasciato dal Salk Institute.

READ  Regole Corona: l'incidenza è inferiore a 50 o inferiore a 35

La tesi di questo gruppo di ricerca si propone di spiegare come A. L’infezione da coronavirus ha molti sintomi diversiPossono causare, ad esempio, ictus. Secondo Manor, hanno tutti in comune che ci sono basi vascolari, cioè quelle relative ai vasi sanguigni.

Covid-19: il coronavirus non è affatto una malattia respiratoria, cosa c’è dietro

Gli scienziati del maniero seguono da tempo questa strada. Per il loro studio, hanno creato quello che è noto come uno “pseudovirus” che era racchiuso in una classica corona Sars-CoV-2 fatta di proteine ​​spike ma che non conteneva alcun virus all’interno. Nel modello animale, questo pseudovirus ha causato danni ai polmoni e alle arterie anche senza il virus vero e proprio. I ricercatori stanno prendendo questo come prova che la proteina spike da sola è sufficiente a causare la malattia.

I campioni di tessuto hanno infine dimostrato che lo pseudovirus ha causato infiammazione nelle cosiddette cellule endoteliali che rivestono le pareti dell’arteria polmonare dall’interno, quindi i ricercatori hanno condotto ulteriori test ed esperimenti. Hanno dimostrato che la proteina spike può legarsi all’enzima ACE2.

L’enzima di conversione dell’angiotensina 2 è prodotto principalmente dalle cellule dei polmoni, dove può fungere da punto di ingresso per il virus sulla superficie cellulare. Negli esperimenti dei ricercatori, l’associazione con il virus SARS-CoV-2 ha interrotto la trasmissione del segnale molecolare dall’enzima di conversione dell’angiotensina 2 ai mitocondri: queste cose sono state danneggiate e si sono disintegrate di conseguenza.

Corona: New Findings on Spike Protein – Sono necessarie ulteriori ricerche

Studi precedenti hanno dimostrato un effetto simile quando le cellule sono esposte al Coronavirus, ma questo è il primo lavoro scientifico a dimostrare che si verificano gravi danni se le cellule entrano in contatto solo con la proteina spike, lo stesso quando le capacità riproduttive del virus sono minate. Manor spiega “semplicemente a causa della sua abilità”.

Se le capacità riproduttive del virus vengono rimosse, può ancora avere un effetto dannoso importante sulle cellule dei vasi sanguigni, semplicemente per la sua capacità di legarsi al recettore ACE2, il recettore della proteina S, ora noto grazie a Covid.

Uri Manor, coautore dello studio presso il Salk Institute for Biological Studies di San Diego, California

Inoltre, gli scienziati del Salk Institute ora vogliono continuare la ricerca sulle proteine ​​spike, soprattutto per quanto riguarda Corona – Mutanten *. Perché “gli studi sulle proteine ​​spike mutanti forniranno anche nuove informazioni sull’entità dell’infezione e sulla gravità dei virus mutati Sars-CoV-2”.

READ  Secondo i ricercatori, l'Artico si ritirerà più velocemente che mai nel 2020

Come passo successivo, i ricercatori della California vogliono dare un’occhiata più da vicino al meccanismo che distrugge la proteina ACE2 e quindi danneggia i mitocondri. Forse questo approccio può – in aggiunta Corona-EmpfCampania * Infine, aiuta a controllare l’epidemia e guarisci i pazienti più velocemente e meglio. *echo24.de È un’esibizione di IPPEN.MEDIA.

Elenco valutazioni: © picture alliance / Sven Hoppe / dpa (avatar)