Toscana Calcio

Informazioni sull'Italia. Seleziona gli argomenti di cui vuoi saperne di più su Toscana Calcio

Ciò che è importante per i vacanzieri ora?

RTL.de>

Nuove regole per questi paesi di vacanza

A causa del forte aumento del numero di infezioni da corona, il governo federale ha classificato i Paesi Bassi, la Grecia e parti della Danimarca come aree a rischio da domenica. Lo ha annunciato venerdì il Robert Koch Institute.

+++ Puoi trovare tutti gli sviluppi attuali sul Coronavirus in qualsiasi momento nel nostro live tape su RTL.de +++

I vacanzieri in Spagna non sono ancora in quarantena

L’avviso di rischio significa che il Ministero degli Esteri tedesco sconsiglia di intraprendere viaggi turistici in questi paesi e regioni. Per i Paesi Bassi e la regione della capitale danese intorno a Copenaghen, ciò ha anche conseguenze pratiche: chiunque entri in Germania su strada da lì e non sia stato vaccinato o guarito deve ripetere il test corona.

Insieme alla Grecia e ai Paesi Bassi, due destinazioni di vacanza popolari per i tedeschi sono state inserite nell’elenco dei rischi. Portogallo e Cipro sono state designate come aree ad alta infezione a causa dei loro tassi di infezione particolarmente elevati, il che significa da 5 a 10 giorni di quarantena per i viaggiatori che non sono stati vaccinati o si sono ripresi.

La Spagna è ancora risparmiata da quel destino, sebbene il tasso di infezione nei sette giorni sia ora salito a oltre 300. Il limite di 200 si applica effettivamente alle aree ad alta infezione, ma anche altri fattori giocano un ruolo. Ci sono state speculazioni sul fatto che la Spagna potrebbe essere portata in territorio ad alta infezione questa settimana.

Un’altra zona pericolosa nel quartiere

I Paesi Bassi sono il primo dei nove paesi confinanti con la Germania a essere nuovamente completamente classificati come zona pericolosa. Le regioni esterne del regno sono escluse. Il tipo delta di coronavirus ha causato un massiccio aumento delle infezioni nei Paesi Bassi. Dopo che quasi tutte le restrizioni sono state rimosse, il numero di nuove infezioni è aumentato del 500 percento.

READ  L'Italia inasprisce le regole del Corona: ora serve anche il passaporto verde? | vita e conoscenza

Quindi il governo ha tirato i freni di emergenza e ha adottato alcune misure di soccorso. I residenti sono invitati a mantenere una distanza di sicurezza di 1,5 metri. Ma la vita pubblica è in gran parte normale e i requisiti per le maschere sono stati notevolmente aumentati. Negli eventi in cui non è possibile mantenere una distanza di sicurezza, i visitatori sono tenuti a fornire un risultato negativo del test o una prova della vaccinazione.

La situazione è simile in Grecia. Il numero di infezioni è in aumento da quando il governo ha allentato le misure per la vita notturna e molti giovani, non ancora vaccinati, stanno uscendo alle feste. Le persone di età inferiore ai 30 anni sono particolarmente colpite, ma il numero di pazienti nelle unità di terapia intensiva rimane basso. Secondo l’autorità sanitaria greca, 132 pazienti sono attualmente sottoposti a ventilazione nel paese con una popolazione di 11 milioni.

In Danimarca, due regioni sono classificate come zone pericolose: Hovedstad intorno alla capitale Copenaghen e le Isole Faroe, che fanno parte del Regno danese. Anche nell’estremo vicino settentrionale della Germania, i giovani sono attualmente principalmente infettati dal coronavirus, mentre la popolazione anziana è già stata vaccinata. Copenaghen con il vicino comune Fredericksburg e la seconda città più grande, Aarhus, sta attualmente mostrando un’alta incidenza.

Il governo federale intende abolire la valutazione come area a rischio

Tuttavia, le nuove valutazioni possono avere solo un breve effetto. Il governo federale sta lavorando a un nuovo regolamento di ingresso dal 1 agosto, con il quale le zone di pericolo minore possono scomparire del tutto, e con esse le regole pertinenti. 82 paesi sono attualmente classificati in questa categoria. Ci sono anche 29 alti tassi di infezione e 11 diverse regioni del virus.

READ  Donald Trump insulta i principali repubblicani e intimidisce i principali donatori
  • Tuttavia, la stragrande maggioranza della popolazione è contraria all’allentamento delle regole di viaggio. Secondo un sondaggio dell’istituto di ricerca d’opinione YouGov, una grande maggioranza del 73% dei tedeschi è favorevole ai requisiti di quarantena. Il 39% è favorevole a mantenerli così come sono. Anche il 34% sostiene il restringimento. Solo il 22% è favorevole al rilassamento o all’eliminazione dei requisiti di quarantena.

Due terzi degli intervistati ritengono inoltre che non vi sia alcuna giustificazione per fare una vacanza in una regione a rischio corona come la Spagna. Il 67% rifiuta di fare viaggi turistici in tali aree. Solo il 25% ha dichiarato di considerare giustificate le vacanze in aree pericolose. L’8 per cento non ha fornito alcuna informazione.

Svezia e Norvegia non sono più zone pericolose

Nonostante l’aumento complessivo del numero di contagi in Europa, le nuove classificazioni contengono anche buone notizie: Svezia, Norvegia e Comore al largo delle coste africane sono state completamente rimosse dalla lista dei rischi. Lo Sri Lanka e le Maldive sono state declassate da aree ad alta infezione ad aree ad alto rischio.

Allo stesso tempo, tuttavia, Thailandia e Myanmar sono state recentemente designate come aree a rischio. Cuba, Indonesia e Libia sono ora zone ad alta infezione. (Dpa/lra)